Aliberti agli amministratori di FI: «E’ finita un’era, noi siamo uomini e donne liberi e non ‘imbecilli’»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Sindaco_Aliberti_ScafatiIn merito agli attacchi e alle accuse subite dagli amministratori locali di Forza Italia da parte dell’on. Cirielli in seguito alla sconfitta elettorale in Provincia, il sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti: “I feroci attacchi dell’on. Cirielli ai tanti amministratori locali di FI che ha definito ‘imbecilli’ e accusati di ‘tradimento’ sono l’ennesima dimostrazione dell’arroganza di chi in questi anni ha sfasciato e unito il centrodestra nella Provincia a seconda delle proprie convenienze. E’ l’atteggiamento di chi ha utilizzato Berlusconi per raggiungere i propri obiettivi e rafforzare solo la sua corrente in questa Provincia.

La sconfitta di Giovanni Romano è solo una sua responsabilità, è chiaro che nella sua strategia doveva essere l’agnello sacrificale: un bravo sindaco, un ottimo assessore regionale nella visione di Cirielli non poteva mai diventare il Presidente della Provincia, gli avrebbe fatto troppa ombra!

E’ finita un’epoca, ed è questa l’occasione per i tanti amministratori che in questi anni hanno dovuto sopportare questo triste modo di fare politica, di liberarsi, di ritornare in FI, partito della libertà, che con tenacia e con entusiasmo l’on. Mara Carfagna e i tanti militanti stanno provando costruire. Un partito nel quale esiste la possibilità di esprimere le proprie idee, i propri convincimenti e anche le proprie angosce senza il timore di essere puniti politicamente dal ‘Capo’ come già è accaduto in passato per tanti sindaci (da Mazzola ad Angri fino a Galdi a Cava de’ Tirreni).

Noi siamo uomini e donne di centrodestra ‘liberi’, ci rivediamo dal ’94 in Berlusconi e in Mara Carfagna in questa Provincia. Non consentiamo al ‘Colonnello’, a colui che insieme ai suoi missini ha sfilato a Scafati insieme ai comunisti contro un sindaco di Forza Italia, a colui che ha provato a delegittimare Mara Carfagna, (il più bravo dei Ministri di Berlusconi!), di darci lezioni di morale sul concetto di ‘tradimento’. E questa volta non cadremo nella trappola di chi crea cavalli di Troia in FI per continuare a perseguire logiche di potere che non ci appartengono”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Se lo dice lui che la Carfagna è stata la più brava ministra del governo Berlusconi, figuriamoci gli altri.

  2. L’agnello è stato sacrificato
    e ammazzato ormai deve solo togliere le mani dal territorio che tramite l’agnello sacrificato aveva troppo allungate. Voi di FI almeno avete il coraggio di dirle la cose e questo vi fa onore Mi dispiace per Giovanni che era un politico emergente, spero che sappia venirne fuori

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.