Ebola: controlli massicci in porti e aeroporti e campagna di informazione tra i viaggiatori

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
profughi_migranti_salerno_san_giusto_28Una task force interministeriale per fare fronte ad eventuali rischi legati all’epidemia da virus Ebola. Il rafforzamento dell’azione coordinata tra i ministeri della Salute, Difesa, Esteri, Trasporti e Interni è stata deciso in occasione del vertice a Palazzo Chigi tra il ministro Beatrice Lorenzin ed i responsabili degli altri dicasteri. L’obiettivo è un rafforzamento dei controlli in porti e aeroporti ma anche l’avvio di una massiccia campagna di informazione tra i viaggiatori. Il vertice – al quale ha partecipato pure l’Enac – ha infatti deciso di intensificare le misure di controllo in porti e aeroporti e, a tal fine, si prevede un potenziamento del personale degli Uffici di  sanità marittima, aerea e di frontiera (Usmaf).
I ministri hanno anche concordato l’avvio di una massiccia operazione di informazione: e infatti da oggi sono in distribuzione nei porti e negli aeroporti opuscoli informativi del ministero della Salute sulla malattia da Ebola. Gli opuscoli sono mirati a dare una corretta e precisa informazione sulla malattia, i sintomi da dichiarare ed i comportamenti da adottare. L’Italia non ha comunque voli diretti con Guinea, Liberia e Sierra Leone, i paesi africani ‘cuore’ dell’epidemia.   ”E’ necessaria estrema cautela perchè i modelli matematici in vari casi sono stati smentiti”. Così Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’Istituto nazionale per le malattie infettive Spallanzani di Roma, commenta lo studio Usa secondo cui i 21 giorni di quarantena, stabiliti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per evitare il contagio del virus ebola potrebbero non essere sufficienti.
Applicando l’ipotesi avanzata dai ricercatori americani l’isolamento dei pazienti con sospetta Ebola dovrebbe passare da 21 giorni e mezzo a 23 giorni e mezzo. Lo studio, spiega Ippolito, è stato fatto basandosi su un modello matematico sulla base di dati raccolti per epidemie passate, come l’ebola in Congo e il vaiolo, e segnala che i 21 giorni di isolamento potrebbero lasciare fuori dallo 0,2 al 12% di rischio di contagio. Al momento però, afferma Ippolito, ”le indicazioni raccomandano un periodo di isolamento di 21 giorni” per persone che hanno avuto contatti a rischio, ed ”un Paese si definisce ‘libero’ dalla malattia se supera due periodi di 21 giorni senza che si registrino dei casi”. Dunque, ”ad oggi, non vi sono prove scientifiche contrarie” a quanto assunto. Va tuttavia precisato che il periodo di incubazione del virus Ebola, sottolinea l’esperto, va ”da un minimo di 2 giorni ad un massimo di 21 giorni, con un periodo medio inferiore ai 10 giorni”. Quella ”in corso – conclude – è una vera e propria guerra fra matematici e questo non è il primo studio che solleva dei dubbi”.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.