Il salernitano Andrea Gasparro a venti anni il professore più giovane d’Italia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
andrea-gasparro-professore-20-anniIn un momento di grigiore del mercato del lavoro italiano, in particolare per il bistrattato e spesso trascurato settore dell’istruzione, una buona notizia che da la speranza a quanti cercano di trovari spazi in un complicato momento. E’ la storia di Andrea Gasparro, ventenne che è diventato l’insegnante di ruolo più giovane d’Italia, avendo superato nel 2012 un concorso a cattedra a quattro mesi dal diploma superiore in un istituto per geometri di Salerno. “Ho provato una grande gioia – ha dichiarato Andrea – è un sogno che si avvera dopo una preparazione post diploma in vista del concorso a cattedra del 2012”.

I primi a dare la notizia sono stati quelli del Mattino, notizia poi ripresa da tutti in Italia e all’estero. «Sicuramente è una sfida personale importante ed una grande responsabilità”, ammette, riferendosi all’importante segnale che l’opportunità a lui capitata (certamente con merito) rappresenta per l’ambito dell’insegnamento. E non dimentica l’importante contributo educativo e professionale di chi è venuto prima di lui: “Penso che la scuola di oggi sia il frutto del sacrificio di tanti docenti e professori che hanno profuso sacrifici e impegno, quindi i giovani insegnanti devono partire da questo sforzo educativo, tocca a noi mettere a frutto i loro sforzi”. Ora l’ultimo gradino da salire, dopo la firma sul contratto del Ministero dell’Istruzione: la definitiva assegnazione su una cattedra. E chissà che Andrea non sia destinato proprio alla sua ex scuola superiore, l’Itg Di Palo di via Mauri, nel quartiere Mercatello di Salerno. Di certo, se a ricreazione vorrà mescolarsi agli studenti piuttosto che bersi un caffè con i colleghi in sala professori, avrà buone possibilità di passare inosservato.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Al destino non manca il senso dell’ironia……in Italia ci sono docenti di scuola che dopo la laurea, l’abilitazione alla professione obbligatoria, master, corsi di perfezionamento, anni e anni d’insegnamento alle spalle (leggasi gavetta), hanno il posto di ruolo a 60 anni e “ragazzi” che dopo il diploma vincendo un concorso, hanno il posto fisso…..Quest’Italia non mi meraviglia più…..Complimenti al neo docente Gasparro!!!

  2. Bah, complimenti al giovanissimo docente…spero che sia all’altezza dei suoi colleghi che raggiungono l’incarico di ruolo ad età decisamente più venerande.

  3. Mi associo ai complimenti degli altri commentatori.

    Mandate un messaggio a Mariastella Gelmini, la quale voleva che i professori meridionali facessero un corso di perfezionamento prima di essere abilitati. Un Ministro della Repubblica sic! E quell’altro che diceva che i professori meridionali dovevano imparare il dialetto lombardo prima di insegnare in Lombardia.

  4. La Gelmini parlava di meritocrazia e non di assistenzialismo parassitario
    Questo giovane professore è espressione di meritocrazia,in quanto a voi del sud siete più dipendenti statali con posto fisso che abitanti del sud

  5. Questo genio e giovanissimo professore o ha origini o ha respirato tanta di quell’aria del Cilento per cui oggi è un grande e noi ne siamo fieri.Un Selvaggio del Cilento

  6. la Gelmini chi: quella che credeva che tra Ginevra e il Gran Sasso c’era la galleria?

  7. Lei è troppo amaro e invidioso di questo genio professore del sud che almeno una volta è espressione della meritocrazia.Lei sign.Amaro ha confuso la meritocrazia della Gelmini con una fantomatica galleria Ginevra-Gran Sasso.Rosicate invidiosi statali del sud.

  8. Sono un individualista molto colto e laureato in scienze della comunicazione, eppure ammetto ero convinto che Salerno era una cittadina in provincia del Cilento.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.