Salerno, Processione di San Matteo: i portatori respingono ogni accusa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
20
Stampa
San_Matteo_processioneRompono il silenzio i portatori delle paranze di San Matteo, San Giuseppe, San Gregorio VII°, S. Ante, San Fortunato e San Gaio, dopo le gravi accuse loro mosse per la presunta turbativa della processione del Santo Patrono della città di Salerno.  I portatori si dicono convinti di poter dimostrare al giudice la loro estraneità nelle sedi opportune. Inoltre auspicano anche una riconciliazione con la chiesa salernitana e con l’Arcivescovo Moretti. Ecco la lettera: 

«I portatori non hanno confuso il loro ruolo con pretesti, intenti o valori distanti dalla tradizione della funzione religiosa. Il percorso fatto dai portatori si è svolto senza alcun atto di violenza o di disturbo del normale, storico e tradizionale andamento della processione, da sempre conosciuto e riconosciuto sia dal popolo della città di Salerno, che dalle autorità civili, militari e religiose.  Da tanto discende, respingendo ogni accusa che risulta, alla semplice evidenza, priva di ogni fondamento e riferimento, che i portatori, coinvolti al momento nell’indagine giudiziaria, attenderanno, con la dovuta serenità, di poter dimostrare al giudice – verso cui si manifesta piena fiducia – la propria estraneità, nella sede opportuna e mediante l’assistenza dei propri legali, avvocati Cecchino Cacciatore e Luigi Cacciatore.

Con lo stesso spirito, i portatori auspicano una serena riconciliazione con la Chiesa salernitana, rappresentata dall’Eccellentissimo
Arcivescovo Monsignor Luigi Moretti.  In tal senso, i portatori tutti, con l’auspicio di porre fine a ogni ulteriore e ingiustificata polemica tra i fedeli e la Chiesa, alimentata da accuse contrarie alla realtà dei fatti e del tutto fuorvianti, si rivolgono al loro Padre spirituale, Monsignor Moretti, con cui hanno condiviso, sin dal Suo arrivo e in occasione di più incontri, la strada proprio da costui indicata, per continuare a seguire i sani valori cristiani, affinché Egli voglia caritatevolmente accogliere sotto la propria protezione, i Suoi figli devoti, rinsaldando, in tal modo, il profondo senso religioso che accomuna da sempre Salerno ai suoi Santi.

I PORTATORI DELLE PARANZE DI S. MATTEO, S. GIUSEPPE, S. GREGORIO VII°, S. ANTE, S. FORTUNATO E S. GAIO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

20 COMMENTI

  1. Io dico che se vi fate qualche anno di galera vi fa benissimo, così un’altra volta, prima di fare i cammorristielli ci pensate su un paio di volte…

  2. Cagarella, vero? Vedrete che si confesseranno e diranno pure chi è il mandante dello scatafascio.. Ahahahahahaha

  3. Sai come ci rimangono male quelli che nei post si sono messi dalla parte dei portatori e contro il Vescovo quando avranno letto questa lettera?

  4. E’ molto evidente che queste frasi riconcilianti, non sono state neanche pensate dai portatori, non essendone essi in grado di formularle.Sono opera di qualcuno del mestiere.. .Inoltre il contenuto di questa lettera vorrebbe far credere che i” candidi paranzieri”, abbiano sempre condiviso sin dal primo momento, la strada indicata dal nuovo vescovo mons.Moretti.Non mi sembra proprio che l’abbiano fatto nella scorsa processione Patronale. Non è necessario chiedere scusa.La Chiesa,per sua natura, ha già perdonato.Però ognuno abbia il coraggio, di assumersi d’avanti alla legge, le responsabilità del proprio operato.

  5. Ricordo mio nonno (portatore di San Matteo) che \”girava\” a Portanova, a via Velia, a Portacatena (ma non \”correva\” perchè anziano) prima ancora che si verificassero i morti ammazzati. Ergo all\’epoca, mio nonno e gli altri portatori si \”inchinavano\” alla futura memoria? Chi non conosce SALERNO e la storia di SALERNO, stia zitto per rispetto , almeno, a chi viene BENEDETTO a Piazza Portanova

  6. Riformatorio duro per gli ultras di ogni genere, chiancharellari e comitati dell’aria fresca, bancarellari e ambulanti abusivi, guappi di quartiere, confraternite sanguisughe, politici sabotatori in odor di carriera senza escludere i giornalisti aizzatori.

    Solidali e rispettosi con il Vescovo

  7. Il vero problema e’ il popolo gregge,ergo popolo di pecore,che senza sapere e capire si schiera in base a quello che scrivono giornali e tv. Quindi tutti i portatori sarebbero ultras e camorristi? La nostra fine e’ gia’ decretata, grazie a tutti gli inquisitori mediatici…

  8. ancora una volta fatei chierichetti devoti senza critica alcuna al monsignore chi conosce salerno sa che le accuse sono false e pretestuose e oserei dire intimitadorie altro che inchino camorristico i portatori non hanno volutamente innescare polemiche poi vedremo la giustizia cosa ci portera credo assoluzione piena

  9. Luigi ma cosa ti hanno fatto gli ultras?
    Perché non vieni in sede e ne parli con noi? A te la scelta Pastena Centro storico, Case Rosse, Carmine, ecc.

  10. Si fa come dice il pastore non come dicono le pecore.
    Per le pecore nere ci sono i cani per ricondurle dove dice il pastore.

    Ciucci

  11. Buonasera, dopo una giornata di riflessione su quanto letto in merito alla lettera di scusa dei cosiddetti \”portatori\”, tengo a dirvi che queste persone non erano dei bambini, ne tantomeno lo sono oggi. Si assumono le loro responsabilità\’, si facciano interrogare e processare, con l\’augurio di qualche mese presso \”l\’HOTEL MILLESBARRE\” di Fuorni e poi non si facciano più\’ vedere. Con il fango che ha coperto l\’intera città\’ e la sua provincia, unitamente a quello che hanno apostrofato al nostro Arcivescovo, hanno anche il coraggio di chiedere scusa? Scusa di che? Vergognatevi.
    Antonio

  12. mi hai stancato: sei patetico, ineducato e leccapiedi….e forse anche delinquente, perchè chissà ….. a pensarci bene, e seguendo il ragionamento della procura che tu approvi tanto, posso anche affermare che le giravolte a piazza portanova siano state un inchino alla tua parrocchia politica, che guarda caso ha sede proprio sulla banca…..!! Embè….quanno ce vò ce vò….

    cavalluccio di mare

  13. Le giravolte sono un atto folkloristico che ritengo poco avere a che fare con atteggiamenti camorristici. Il bailamme è successo per ben altro e lo si sa bene. Se il vescovo avesse consentito l’ingresso delle statue nel Comune non sarebbe successo niente e si sarebbero pure fatti i fuochi. Per evitare una caccia alle streghe occorre riportare tutto alla realtà. Mi spiace per questi quattro poveracci che per essere più realisti del “RE” passeranno un brutto quarto d’ora. Spero che la lezione valga per tutti noi e cioè che non si può essere servi di due padroni.

  14. 7. Per quanto riguarda la processione si osservi che:
    b) si svolga solo sulle strade principali e, ad evitare
    privilegi, non vada né sosti su strade e spazi privati;

    Piazza Cavour (dove non hanno ammazzato nessuno…) è pubblica; il Comune (dove nel gonfalone c’è il ns Santo Patrono) è pubblico. Questo è stato scritto, non so se dal pastore di proprio pugno o da qualche suo cane specializzato….

  15. ma i pro portatori dove sono finiti?
    Ora tutti a giudicarli?
    …….chest e’ l’italia…….
    RISPETTO PER LE TRADIZIONI……

  16. Dove sono i pro portatori? Bella domanda, soprattutto dopo la lettera di pentimento e devozione al Vescovo, credo siano confusi. I pro portatori, quelli che hanno contestato il Vescovo e la Curia o stanno con i portatori, e quindi da adesso con il Vescovo, come da loro lettera quì pubblicata, oppure si pongono contro il Vescovo e di fatto contro i portatori. Decidi tu.

  17. Che pena mi fanno i tanti moralisti dell’ultima ora che conoscono Salerno e le sue tradizioni come conoscono, forse, Kabul.
    Stanno cercando di infangare…loro si che lo fanno…i portatori e le paranze del Santo…e mi pareva davvero strano che dopo aver parlato di violenza, offese di “lesa maestà” al pastore e tutto il resto…non si tirasse dentro anche la Camorra…guarda caso accostata, come sempre, a tutto quello che si vuole denigrare, tra cui non si poteva non includere De Luca. Mi chiedevo, come mai tanto sacro furore contro i portatori…ma poi mi sono ricordato che la prossima primavera si vota…e bisognava comunque trovare il modo di infangare De Luca. Quale migliore per qualche servo sciocco dell’ex Vicerè di Salerno, per tirarlo dentro ad una vicenda che è diventata una farsa e che offende tutti i salernitani…magari accostandoci un poco di camorristi, meglio se defunti, così non possono smentire…il fine giustifica i mezzi, tutto sommato…o no? A pensar male si fa peccato ma spesso si indovina…diceva Andreotti.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.