Messe e concerti, risposta Chiesa a Halloween

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Piazza-San-Pietro-2-vaticano-romaLa festa di Halloween non piace alla Chiesa che si vede ‘usurpata’ della Festa dei Santi. Per questo da qualche anno mette in campo contro-proposte, rivolte soprattutto ai giovani, all’insegna della preghiera ma anche del divertimento. E se il sito della pastorale giovanile della Cei ‘sponsorizza’ un concerto rock del gruppo Christian Music Italy (domani sera a Palestrina, vicino Roma), iniziative sono state organizzate in molte diocesi.

A Torino momento di preghiera nell’ex carcere, ad Amalfi festa grande in piazza Duomo tra balli e testimonianze. Ad Assisi adorazione silenziosa. La festa di Halloween, con il suo contorno di travestimenti e richiami alla morte, ha un po’ stravolto il significato che porta nello stesso nome (vigilia di Ognissanti).

Per questo la chiesa ‘sfida’ la festa commerciale. Famiglia Cristiana, a dire il vero, ‘apre’ in parte alla sera del ‘dolcetto o scherzetto’, soprattutto per i più piccoli. Ma avverte: “Va bene la festa se i bambini la desiderano ma non dimentichiamo le ricorrenze di Ognissanti e dei Defunti”. Per i giovani invece fioccano le controproposte. ‘Live’ e sui social network. Per Facebook e Whatsapp l’invito è quello di cambiare la foto del proprio profilo con quella del santo preferito. Proliferano anche gli hashtag, da #happysunrise a #nottedeisanti2014.

Ad Assisi i francescani pregheranno con i giovani per tutta la notte, dalle 22 di domani sera alle 6 del primo novembre. “Non vuole essere una polemica con le feste di Halloween, – dice il vescovo di Assisi, monsignor Domenico Sorrentino – perché la preghiera è sempre costruttiva. E’ vero però che questo tipo di festa, che si va sempre più diffondendo, non appartiene alle nostre radici cristiane”. Un’alternativa a Halloween anche a Rimini con ‘LoveWins’, iniziativa organizzata dalla Comunità Papa Giovanni XXIII.

“Don Oreste ci esortava a essere ‘santi’ – ricorda al Sir la Comunità – e proprio nella notte dei Santi, poche ore prima di morire, andò in discoteca a parlare per l’ultima volta ai giovani. Per questo motivo abbiamo pensato di creare per i ragazzi un’occasione d’incontro con Dio e con i poveri”. A celebrare la Messa per i giovani nella chiesa dei Paolotti sarà il vescovo Francesco Lambiasi. Nelle feste dove invece sono protagonisti teschi, zucche e streghe, qualche volta si sconfina con l’occulto e finanche con riti demoniaci. Papa Francesco proprio oggi nella messa a Santa Marta ha sottolineato che “il diavolo esiste, non è un mito” e va combattuto. E forse non è un caso che proprio in questi giorni si è riunita in Vaticano la task-force che opera contro il maligno, trecento esorcisti arrivati da tutto il mondo.

Fonte ANSA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Ma propio loro parlano? ma questi ci credono tutti fessi? per secoli per non dire millenni non hanno fatto altro!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.