Piano di Zona S2: con P.I.P.P.I. “Calzelunghe” no ai minori in istituto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
medici_generica-e1365769430121Il Piano di Zona Ambito S2 rende noto di aver presentato la candidatura al Programma di Intervento Per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione dei minori (P.I.P.P.I.).

Il Programma P.I.P.P.I. introduce nuove pratiche di intervento nei confronti delle famiglie per ridurre il rischio di allontanamento dei bambini dal nucleo familiare d’origine.

L’obiettivo primario è quello di aumentare la sicurezza dei bambini e migliorare la qualità del loro sviluppo. Il programma è stato denominato P.I.P.P.I. da Pippi Calzelunghe, figura metaforica delle potenzialità inesauribili dei bambini e delle loro capacità di resilienza. La figura di Pippi crea un orizzonte di senso centrato sulle possibilità di cambiamento della persona umana, sull’importanza delle reti sociali, dei legami affettivi, delle possibilità di apprendimento e recupero anche nelle situazioni di vulnerabilità.

P.I.P.P.I. è il risultato di una collaborazione tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare dell’Università di Padova, ed una rete tra servizi sociali, privato sociale, scuole, Asl delle 10 Città italiane che negli ultimi tre anni hanno aderito alla sperimentazione.

Recentemente il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha voluto estendere il programma P.I.P.P.I a nuovi Ambiti territoriali coinvolgendo numerose regioni italiane.

“Il nostro Piano di Zona – dichiara Vincenzo Lamberti, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cava de’Tirreni, ente capofila dell’Ambito S2- che già in passato ha messo in campo molti interventi per scongiurare l’allontanamento dei bambini dalle loro famiglie e, quindi, evitare laddove possibile l’istituzionalizzazione dei minori, si candida a questo Progetto, innovativo nel suo genere, per qualificare ulteriormente l’offerta dei servizi sociali attivi sul nostro territorio”.

Con preghiera della massima diffusione, si inviano cordiali saluti.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.