Musica: le 30 Corde per Napoli in concerto al “Vinile” di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Mauro_SquillanteLe suggestive atmosfere della Napoli inizio ‘900 al Vinile-Cibo Vino Musica questo giovedì 13 novembre con il concerto de Le 30 Corde per Napoli, start alle ore 21.30con ingresso libero. Prosegue con successo il cartellone della rassegna live del locale di via Velia, realizzata in collaborazione con il Progetto Sonora, nell’intento di indagare lo scenario musicale contemporaneo. Un fitto programma di appuntamenti che, pur privilegiando il jazz, tende a spaziare tra generi musicali differenti per offrire la possibilità ai giovani talenti emergenti che fanno sperimentazione di riuscire a trovare una palco dove esprimersi, a contatto diretto con il pubblico. Lontano dalle logiche stereotipate di una ristorazione classica, il Vinile si apre a tutto ciò che è arte e cultura. Un cantiere delle idee, simboleggiato dall’architettura di tipo industriale, con impalcature e tralicci a vista e la grande parete bianca destinata ad ospitare i vernissage degli artisti visivi, favorendo un  nuovo immaginario collettivo di città.

Per il live di giovedì i suoni della tradizione, riproposti attraverso la specificità espressiva del mandolino. In scena il maestro Mauro Squillante, accompagnato da Tommaso Immediata al Mandolino, Adolfo Tronco alla mandola e Antonio D’Apolito alla chitarra. Un evento unico con un quartetto abituato ad esibirsi nei teatri d’Italia. Un intenso repertorio sulle tracce dei classici napoletani, come il Rondò di Raffaele Calace, la Danza di Gioacchino Rossini,  l’Echo de Naples,  tra tarantelle e riscritture di Verdi e Mascagni.  Parentesi international con l’Entertrainer di Scott Joplin e la Mandolinata Kioulaphides e partiture classiche, dalla Cavalleria Rusticana, al Preludio della Traviata al Valzer di Shostakovich. Nella seconda parte del concerto, invece, il Vinile si trasformerà in un cafè chantant di inizio ‘900, tra divertimento ed allegria con la tipica posteggia napoletana per rispondere alle richieste del pubblico.

VINILE ARTE: da cantiere di idee a galleria  – Lo spazio di Vinile si propone, in un contesto mai troppo esteso, come momento di esposizione diretta, non mediata dell’arte. Esterno ai consueti circoli delle gallerie e degli spazi “predisposti” all’arte, al di fuori dei recinti del mercato, offre alla fruizione sia opere prime di giovani autori sia lavori di artisti di lungo operato, senza specifici ambiti di selezione formale o stilistica delle opere: dalla pittura alla scultura, dalla ceramica ai materiali “alternativi”. Questo in uno spazio minimale ma di immediata visibilità nel cuore di Salerno. Ad inaugurare “Parète – Artisti al Muro”, il cartellone delle mostre promosso in collaborazione con la Fornace Falcone, Italian F(l)ood dell’architetto Gianpaolo Lambiase. Una doppia tela, 1,20 x 2,40 metri, che supera i canoni estetici per lanciare un messaggio politico e riproporre attraverso lo sguardo il problema del dissesto idrogeologico. Un’unica grande onda, un flusso d’acqua che inonda e devasta di contro alal cementificazione del territorio e all’impermeabilizzazione del suolo. La necessità di promuovere un’azione di governo congiunta per incentivare un’inversione di tendenza e creare le condizioni per uno sviluppo sostenibile.

Mauro Squillante Biografia. È uno specialista di strumenti antichi a plettro (mandolino e mandola, mandolone, colascione, cetra), costantemente impegnato nella ricerca del suo repertorio, tra organologia e tecniche di esecuzione. Diplomato al conservatorio Pollini di Padova, ha approfondito la sua formazione musicale sotto la guida di Hopkinson Smith e di Crawford Young alla Schola Cantorum Basilensis, e ancora Enrico Baiano, Federico Marincola, Emilia Fadini  ed Edoardo Eguez. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero sia da solista che in varie formazioni, collaborando con varie orchestre. Ha inciso musica antica e contemporanea per diverse case discografiche (Stradivarius, Harmonia Mundi, Vigesse, Felmay – Dunya records, Opus 111, Bongiovanni, Niccolò, Oriente Musik , Stradivarius ) . È presidente dell’Accademia Mandolinistica Napoletana, associazione il cui contributo fondamentale alla rinascita del mandolino a Napoli è ampiamente riconosciuto. È professore e direttore dell’Accademia Internazionale dei Mandolini Antichi (International Academy of Ancient Mandolino). È docente di mandolino presso il Conservatorio Piccinni di Bariand e presso il Conservatorio Martucci di Salerno.

 

 

Info:

www.vinilesalerno.it

T: +39 089 233769

Fb: www.facebook.com/vinile.salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.