Cgil Salerno: Conclusa l’inchiesta sull’ex Isochimica di Avellino, ora il processo-verità

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
IsochimicaLa Procura della Repubblica di Avellino ha chiuso l’inchiesta sull’ex Isochimica di Elio Graziano che negli anni ’80  ha provveduto a scoibentare  circa 3000 carrozze ferroviarie, ognuna delle quali nascondeva tra le pareti circa una tonnellata di amianto, e per questo definita la più grande bonifica da amianto europea.

Vi hanno lavorato 350 giovani operai, dei quali 80 provenienti dalla provincia di Salerno, i quali hanno svolto l’attività in assenza di qualsiasi attrezzatura di protezione, respirando migliaia di fibre di amianto.

Oggi, dopo 30 anni di incubazione, sono tutti ammalati, ma la normativa vigente non gli consente né di lavorare e tanto meno di andare in pensione.

Il processo dovrà chiarire le responsabilità degli Enti e delle Istituzioni, in particolare del ruolo delle Ferrovie dello Stato che dettero in concessione a privati l’attività di scoibentazione, e dovrà fare luce anche sul disastro ambientale in quanto, in questi ultimi 30 anni, non è stata ancora bonificata l’area in cui è ubicata l’Azienda nella quale sono sepolte tonnellate di amianto.

La popolazione che risiede nei pressi dell’Azienda conta già centinaia di ammalati, con patologie correlate  alle nefaste conseguenze causate dalle fibre di amianto.

Torna d’attualità il libro-denuncia “Il Racconto Giusto. Storie di amianto e di operai all’Isochimica di Avellino”, di Anselmo Botte, edito dalla Casa Editrice Ediesse.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.