Salerno, De Luca: “Sicurezza è problema drammatico”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
De Luca_Vigili_urbani“Quello della sicurezza è un problema drammatico. Dopo le 21 nelle strade lo Stato non c’è più: questo porterà con sé inevitabilmente delle tragedie. Eppure, fin quando non esplodono i problemi, tutti fanno finta di niente; poi, appena esplodono, tutti si agitano. Senza generalizzazioni e senza alcuna forma di autoritarismo o di razzismo, ma i disordini nei campi rom a Roma dimostrano che non si può più fare gli umanitari sulla pelle degli altri, perché il problema ce l’ha chi vive nelle periferie, non di certo chi vive ai Parioli a Roma, o al Vomero a Napoli, o a Piazza San Babila a Milano.

Potremmo fare un albo nazionale dei caritatevoli…Ognuno di quei radical-chic che parlano tanto di carità potrebbe portare nella propria bella casa uno di quegli extracomunitari che delinquono. Tutti dobbiamo coltivare valori umani di solidarietà, ma c’è chi fa finta di non capire che la sicurezza non sia un bene primario. Cosa dobbiamo fare di fronte a chi se ne infischia delle leggi? Dobbiamo reagire o no? Vogliamo o no conservare la dignità, la sicurezza ed il decoro delle città? Noi rispettiamo tutti, ma pretendiamo da tutti il rispetto delle regole: lo facciamo per garantire la serenità di vita delle nostre famiglie”. Lo ha detto il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca nel corso del consueto appuntamento del venerdì su LIRATV.

“Un caso emblematico di questi giorni a Salerno – prosegue De Luca –  è quello di un ex pugile che aveva una bancarella al mercato di via Robertelli. Abbiamo avuto un’ennesima campagna umanitaria, solo perché la Polizia Municipale ha scoperto che questa persona non è in regola: dobbiamo accettare che una persona venda prodotti in un’area mercatale senza avere permessi, senza pagare l’occupazione di suolo pubblico e senza avere l’autorizzazione sanitaria? I nostri uffici hanno convocato la moglie di quest’uomo e stanno cercando di verificare la possibilità che ottenga una autorizzazione provvisoria, sebbene la stessa signora sia destinataria di accertamenti e provvedimenti dell’Agenzia dell’Entrate e della Guardia di Finanza”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. “Quello della sicurezza è un problema drammatico. Dopo le 21 nelle strade lo Stato non c’è più:” Ma non dicesse sciocchezze, semmai dopo le 21 i suoi vigili spariscono e non le forze dell’ordine che nonostante gli esigui fondi continuano a svolgere il proprio compito. Invece di fare demagogia, il sindaco pensasse ad individuare soluzioni concrete e di rapida attuazione per quel che riguarda la sicurezza in città.

  2. Ma ci sei o ci fai? Ma da quando di queste cose sono di competenza sindacale, che ci stanno a fare la polizia e i carabinieri e il questore? o pensi che un Sindaco e i vigili urbani facciano tutto.
    Poi non dimentichiamo che Salerno, nonostante i suoi problemi di ordine pubblico, è forse una delle città più sicure del mezzogiorno e
    forse d’Italia.

  3. Evitasse di fare sport contro ki è debole.le sceneggiate o le fai con tutti o con nessuno.ma dove vivete?la città la gestisce il comune non lo stato!!!e sta mm semp la,la colpa è degli altri e i moccafav come voi lo giustificano sempre

  4. La sicurezza va rapportata alla popolazione allora ti spiego….Napoli 3 milioni di abitanti,Roma 5,milano 7,Salerno 250mila ora se mi rapporti Salerno con queste città, il tasso di criminalità è sicuramente inferiore e comunque di poco.caro ignorante rapportami Salerno con città della stessa densità di popolazione e famm sapé se è la più sicura del mezzogiorno o d’Italia.rapine e scippi sul corso,sparatorie varie di tanto in tanto,furti,risse continue tra via Roma lungomare e piazza della concordia,pensa se facesse 3 mln di abitanti, Napoli ce faceva nu baff o’scè

  5. Ha pagato solo lo sfogato di turno (giustamente) stamane come ogni giorno piazza ferrovia é ostaggio da ben 9 napoletani con i calzini che infastidiscono tutti. Questi sono imprenditori autonomi e non al servizio della camorra vero sindaco ? Ps é passata solo uno punto della polizia Ch é stata pure salutata da un venditore….pardon imprenditore.

  6. A parte il fatto che tu sicuramente sei di un intelligenza ”unica” perchè solo tu riesci a capire certe cose, vatti a vedere un po’ le classifiche di città più e anche meno grandi di Salerno e ti renderai conto che hai detto un sacco di inesattezze, certamente perchè ti è sfuggito, non perchè sei ignorante. Ma il problema era un altro: E che certi emergenze, sopratutto quando assumono grandi proporzioni, non li deve risolvere il sindaco, ma li devono risolvere le forze dell’ordine, il Questore e il Prefetto. La vera ragione è che sollevi questi problemi perchè, c’è qualcosa nel profondo che ti rode e devi sfogare contro il sindaco.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.