Salerno: momenti di paura in un ristorante. Arrestato rumeno per tentata estorsione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
25
Stampa
Polizia_Salerno_3Intorno alle ore 14.00 di giovedì pomeriggio, presso un ristorante di  Via Roma a Salerno, un cittadino straniero è entrato nella sala affollata e si è diretto verso un tavolo occupato da un gruppo di bambini di una scolaresca. Lo straniero, visibilmente alterato, ha afferrato per le braccia una bambina e, rivolto agli astanti presenti nel locale, ha minacciato di ucciderla se non gli avessero consegnato del danaro. Superati i primi momenti di paura, gli insegnanti che erano al seguito degli alunni hanno reagito e si sono avvicinati allo straniero per liberare la bambina che quest’ultimo continuava a tenere bloccata con forza.

Vista la reazione degli insegnanti l’uomo ha desistito dal suo proposito ed ha liberato l’alunna fuggendo in direzione del lungomare. Immediatamente sono giunti sul posto alcuni equipaggi della Polizia di Stato appartenenti alla Sezione Volanti della Questura, che erano già in servizio di controllo del territorio, ed una pattuglia della Polizia Municipale. Sono immediatamente scattate le ricerche dello straniero e, in breve tempo, nei pressi del porto di Salerno, molo Manfredi, l’uomo è stato bloccato dal personale della Polizia di Stato che lo ha identificato. Si tratta di un cittadino rumeno, senza fissa dimora, con diversi precedenti per spaccio di droga e furto, già tratto in arresto a Roma all’inizio di questo mese. Il rumeno è stato arrestato per tentata estorsione e condotto presso il carcere di Salerno, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

COMUNICATO UFFICIALE QUESTURA SALERNO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

25 COMMENTI

  1. queste notizie fanno scalpore quando si parla di stranieri! Guardiamo nel nostro bell’orticello, che di criminalità ne abbiamo in abbondanza!
    W SALVINI!

  2. Sinistri, radical chic e panciapiesti che accuseranno di razzismo chi condannerá il rumeno fra 3.. 2.. 1..

  3. Altro che cdntri sociali ha proprio ragione salvini siamo stanchi di sopportare anche gli stranieri e vergognoso come la sinistra sta distruggendo litalia

  4. E poi si so permessi di contestare SALVINI ieri sera! Poveracci…..si vede ke nn capiscono un tubo….quindi tenetevi questa felce di politici.

  5. lo sappiamo tutti ma non fatevi convincere dalle parole di Salvini non dimenticatevi chi è la Lega Nord! dei corsi e delle canzoncine che hanno cantato delle bandiere bruciate e degli auguri non proprio piacevoli che hanno rivolto verso noi del sud! l’immigrazione sta diventando un’emergenza e la sicurezza nelle città viene sempre meno ma rendetevi conto che Salvini sta solo cavalcando la cresta dell’onda raccogliendo consensi in questo modo…

  6. “già tratto in arresto a Roma all’inizio di questo mese”. il problema è della giustizia, non dell’individuo in questione…che sia rumeno italiano o di qualsiasi altro luogo

  7. Gli stranieri fuori si, ma tu e Salvini siete peggio di loro. Fuori anche voi.

  8. Ora ci sarà il processo per direttissima dove il giudice gli dirà di non farlo più e gli darà un bel foglio di via con il quale ci si potrà pulire il ……. ed il giorno dopo tutto ricomincia.

  9. Va assolutamente riveduta la legge che regola i cosiddetti fogli di via e sopratutto espulsioni dal territorio nazionale che, allo stato attuale, sono visibilmente inefficienti e fanno si che l’italia,in special modo per i delinquenti, sia il davvero il bel paese in assoluto!!

  10. Sono d’accordo con il commento di XXX delle ore 1:19. La Lega non ha alcuna voglia di entrare in relazione con il Sud salvo per i suoi (anche sporchi propositi: vedi scandalo Bossi e Co.). Ciò nonostante il problema stranieri esiste e vanno presi provvedimenti opportuni e, purtroppo, anche duri. Non si può più restare impotenti nei confronti di soggetti violenti e che sono scappati dalla patrie galere. Ormai i giornali sono pieni di notizie di violenze, furti, danni a cose o persone anche in città normalmente tranquille. Indubbiamente anche la mala italiana sta utilizzando le capacità di questi soggetti (in particolare romeni o slavi in genere). Ma i reati commessi da queste persone di fatto ci stanno togliendo la libertà; ormai si esce meno per non lasciare la casa incustodita e la paura c’è anche quando si è in casa. Pensate ai poveri vecchi che vivono soli o a chi vive in case fuori città o in campagna. Scusatemi ma può nascere anche qualche dubbio sulla moralità delle badanti.

  11. Ma perche non unificare i corpi di polizia e farne uno speciale ed efficiente come in germania o in spagna? Dove quando si commettono questi reati si picchia duro? ora basta!!!Basta accampamenti abusivi e campi rom pagati dai comuni e dai cittadini ! In germania non esistono i campi rom italia agli italiani! w salvini!

  12. Sono daccordo con Salernitano ,meritava almeno due tre mesi al S. Leonardo. Se continua così saremo costretti veramente a votare Salvini e comp.

  13. Ma è lo Stato Italiano che non funziona per nulla…ma sto tizio è stato già arrestato a Roma 3 settimane fa…ha precedenti per furto droga, senza fisa dimora…lasciamolo libero in giro a continuare a delinquere. E\’ stato arrestato..due sono le cose..o lo chiudiamo in cella e buttiamo la chiave o lo cacciamo a calci in culo fuori dal nostro paese…siamo proprio il paese dei balocchi per i delinquenti di tutta Europa….nun c sta niente a fa!!!

  14. Personalmente non credo che Salvini possa essere il salvatore della patria. Nessuno lo è, o meglio, noi lo siamo. Il problema non è quello di non far entrare gli stranieri (per esempio i rumeni non possiamo bloccarli, fanno parte della UE), ma di come li accogliamo e come li lasciamo marcire (campi ROM e centri di accoglienza “ghetti”). Che sia rumeno, algerino o italiano, il problema è lo stesso. Anzi, la principale rovina economica italiana è la mafia, e la sua mentalità, che di straniero non ha proprio niente. La storia ha già insegnato che l’estremismo, di destra in questo caso, non è la soluzione.

  15. Avete visto i Romeni?? Non erano quelli che erano contro il Regime COMUNISTA?? Ecco i risultati questi sono i risultati di chi per anni accusava il Comunismo, andatelo a dire a Salvini che questi delinquenti provengono tutti da NaZioni UltraNazionalisti

  16. X Rogo: in Germania non ci sono i campi rom ma ci sono “gli italiani d’Italia” che vanno lì a lavorare, sempre elemosina è i soldi dei tedeschi piace eh?

  17. Oggi più che fare retorica e barricarsi dietro steccati ideologici bisogna trovare soluzioni a costo zero( stiamo con le pacche al culo), chi ha viaggiato sa perchè come dice rogo sto schifo non si vede in Spagna Germania Francia …….corpi specializzati( non fascisti ed invasivi) che presidiano e si attivano solo se vedono casini, chi delinque …. Le prende di sicuro è se le ricorda, 2 settimane Fà piazza ferrovia ho assistito ad una scena incredibile, una 10 di poliziotti non sono riusciti a immobilizzare un marocchino(un energumeno spaventoso sanguinante alla testa), allora ……..la soluzione è semplice …. a costo zero . …….si prendano parà lagunari e i migliori corpi delle forze armate e si utilizzino per la sicurezza di noi Italiani, invece di farli marcire in caserme o poligoni !

  18. 15 anni fà era giusto dire accogliamo tutti a Lampedusa , facciamo i campi Rom e scolariziamo i bambini, ma oggi abbiamo una situazione sociale esplosiva, oggi camminando per 300 metri vicino la Stazione a Salerno ho visto due che buttavano le carte delle siringhe appena comprate e lo spacciatore che si allontanava, davanti la chiesa due rumeni ubriachi e 1 vecchia Rom elemosinante, davanti l’entrata della Stazione la solita pariglia multietnica parcheggiatori abusivi tossici barboni rumeni, questo va risolto non dicendo la colpa è del capitalismo, bisogna trovare soluzione perché altrimenti se si parla solo gli Itsliani diventeranno sempre più razzisti è fascisti, vivete la realtà

  19. Intanto quando c’era il Regime Comunisti in tutti questi paesi slavi in Italia gli unici delinquenti erano i meridionali, l’Italia ha sostenuto con forza la caduta del Muro di Berlino e la fine dei regimi comunisti nell’Europa dell’Est, adesso ci troviamo la Germania padrona d’Europa con gli italiani “costretti” a chiedere “lavoro e residenza in Germania” mentre in Italia arrivano sempre più Rumeni,Polacchi,Albanesi,Bulgari,Moldavi e Rom a delinquere…….vi è piaciuto sostenere la Destra? Tenetevi questo adesso…..

  20. Per fortuna la gente che che difronte un problema se ne esce con retaggi storici di parte sta finendo, sei uguale a chi dice ai tempi di
    Mussolini si viveva con le porte aperte, verità storichè che nascondono regimi totalitari.

  21. Siamo il meridione d’europa!! Le cose sono cambiate! Facciamo parte di un unica grande nazione con stessa moneta ma con lingua differente e diversa bandiera! (un po come i dialetti e gli stemmi regionali nostri) apriamo le menti ! indietro non si torna piu.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.