Salerno; Marchio per le luci e apertura del Vestuti, Cammarota rilancia le sue proposte

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
cammarota_5“E’ dal 2010 che son proposte concrete, nelle sedi istituzionali proprie, per valorizzare la città delle luci, come l’istituzione del marchio delle luci, occasione di lavoro per i nostri giovani, e conforta che i commercianti propongano, come per il Vestuti, alternative costruttive”. Lo scrive in una nota il consigliere comunale Antonio Cammarota che aggiunge: Era stato richiesto con istanza 17.10.14 e in commissione annona il 29.10.14 e in consiglio comunale il 30.9.14, di spostare dal lungomare i mercatini torinesi che tanti problemi recarono al traffico, ora aggravato dallo smog denunciato da arpac, e al commercio, perché vendono i nostri prodotti e così la moneta turistica che viene va via con loro; pertanto, si è proposto di utilizzare i Parchi Pinocchio e Mercatello o il lungofiume irno, aree “nuove” all’interno della città che libererebbero i flussi allargando il centro in periferia, e in ogni caso di utilizzare l’interno dello storico Vestuti per i mercatini di ogni tipo ovvero per il parcheggio auto.

Inoltre, in istanza 12.12.12 e in consiglio comunale 30.9 e 24.11.14, è stata riproposta la chiusura del centro al traffico dalle 18 di sabato e domenica per l’area Grand Hotel-Verdi-Carmine, che si attraversa a piedi, con una corsia per mezzi di soccorso e navette veloci, alimentando il sapore della festa come a San Matteo o Capodanno e come in tutte le città turistiche, europee o meno; l’alternativa, sotto gli occhi di tutti, è la gente sequestrata nelle auto e la città ostaggio del traffico.

Sin dal 2010 e in istanza 18.10.12 e 12.12.12 e in consiglio comunale 30.9.14, è stato richiesto di creare a Irno, Ligea, Arechi, tre grandi parcheggi stop per bus e auto, e quindi navette piccole e a ciclo continuo pagate con ticket pro capite in aggiunta alla Metro; e ancora in consiglio comunale 24.11.14 di individuare aree diversificate di manifestazioni, dai rioni collinari alle periferie di Fuorni e Mariconda, e determinare così nella diversità della offerta turistica e la multicentricità delle attrattive, l’unicità della città delle Luci.

Nello specifico, lo scorso anno è stata denunciata l’assurda confusione di far stare al freddo e al buio del parcheggio Arechi migliaia di donne, anziani e bambini, facendoli scendere dai bus turistici per farli risalire su altri bus navette, anzicchè far defluire i bus turistici al posto dei bus navette nelle corsie preferenziali fino al Grand Hotel e quindi ritornare e parcheggiare ad Arechi.

Ho chiesto, pertanto, nel consiglio comunale del 24 novembre le dimissioni dell’assessore che, anzicchè programmare e risolvere prima e non dopo i problemi ascoltando tutti, in quattro anni continua a sperimentare se stesso sulla pelle dei salernitani, come farà anche domenica prossima, sol ora accorgendosi del problema dei semafori per i pedoni sul corso… un comportamento inconcludente e presuntuoso, come per la rotatoria Irno, che non merita più indugio alcuno.

Antonio Cammarota

Consigliere Comunale città di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. tante critiche per il marchio di Vignelli e ora si invoca il marchio per le Luci d’Artista? Riguardo al Vestuti, ho sentito dire ad un arcinoto commerciante salernitano che il Vestuti deve essere adibito a parcheggio perchè – TESTUALE – è un campo di patate!!!

  2. A parlare è facile. Cancellare il campo sportivo con la penuria di campi che abbiamo è delittuoso. Faccio notare che se si parcheggiano le auto il campo peggiora così da renderlo inutilizzabile del tutto. Dei disagi sono fisiologici e bisogna accettarli. Quelli che denigrato la manifestazione sono gli stessi che vorrebbero il marchio. I mercatino decentrati non servirebbero a nessuno. Il consumatore deve essere libero di scegliere. I Co. Mercanti farebbero meglio a non lamentarsi perché i mercatini gli rubano lavoro in quanto con le tasse di tutti i salernitani e non con i soldinloro si è allestita la festa che, di contro, arricchisce sul piano economico solo loro, pur con i mercatini. Per quello che mi riguarda accetto i disagi perché la città è sicuramente più viva e più bella con luci d’artista.

  3. L’idea di far scendere dai bus privati all’altezza di piazza della concordia per poi fa andare a parcheggiare fuori centro, è giusta Ma poi chi gli lo dice a Salerno mobilità e cstp che perdono un buon incasso. Tutto il resto invece è da discutere.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.