Classifica qualità della vita: Ravenna la più vivibile d’Italia, Salerno stabile al 93° posto. Napoli tre posti dietro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
25
Stampa
Salerno_panorama_Porto_Stazione_MarittimaE’ tempo di bilanci, i consueti, per le città italiane. Il primo report ad arrivare è quello del quotidiano “Il Sole 24 ore” con la sua ‘Indagine sulla qualità della vita 2014. L’indagine, giunta alla sua 25esima edizione, confronta le performance di vivibilità delle province italiane tramite una serie di parametri suddivisi in sei capitoli d’indagine, ciascuno basato a sua volta su sei parametri
e su una graduatoria di tappa: Tenore di vita, Affari e Lavoro, Servizi ambiente salute, Popolazione, Ordine pubblico e Tempo libero. Ad aggiudicarsi la classifica generale è Ravenna che scalza dal podio la vincitrice dello scorso anno Trento piazzatasi seconda. Sul terzo gradino del podio Modena che migliora di ben 10 posizioni rispetto al 2013. Quarta piazza per Belluno, mentre Bolzano storicamente tra le prime, scende al decimo.

In generale, oltre al divario nord – sud sempre marcato, si evidenzia ancora una volta come la vivibilità sia più alta nelle città medio piccole. Alle già citate province giusto segnalare Siena, nona, e Livorno undicesima. Nella prima parte della classifica le uniche città del sud ad essere citate sono le province sarde Olbia-Tempio, Sassari e Nuoro. Tra le grandi città Milano si piazza ottava e Roma risale di otto posizioni per arrivare ad occupare il 12esimo gradino. Napoli risale ancora ma è solo 96esima. Ultima città per vivibilità Agrigento, maglia nera già nel 2007 e nel 2009.

IN CAMPANIA. La prima citta campana che compara nella classifica è Benevento 84^ che perde 3 posizioni; poi Avellino 87^ che conquista invece +7 posizioni. Salerno resta stabile rispetto al 2013 attestandosi al 93eismo posto. Chiude Caserta 104^ su 107 province.

Questa la classifica parziale per singoli argomenti:

Tenore di vita: MODENA;

Affari e lavoro: REGGIO EMILIA

Servizi ambiente salute: RAVENNA

Popolazione: SIENA

Ordine pubblico: CROTONE

Tempo libero: GENOVA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

25 COMMENTI

  1. PALLE! ai fini speculativi di confindustria-nord

    Mai andrei a vivere in mezzo a xenofobi, razzisti, guerrafondai, avidi, presuntuosi scemi, buffoni, sanguisughe scese dalle montagne che si nutrivano solo di polenta e occasionalmente di patate.

    Sud libero.

  2. Sempre la solita fetenzia che tiene conto di tutta la provincia restituendo un dato che non dice la verità. Come possiamo mettere assieme realtà diverse quali Stio cilento e Pagani, Campagna e Sarno, Sapri e Scafati. Quando faranno la classifica per comuni allora avremo un dato vero.

  3. de luchiani vi brucia, eh? la verita’ fa male, e’ inutile dare la colpa alla provincia, anche la corte dei conti ha bocciato il sindaco piu’ grande d’italia e la migliore amministrazione.

  4. Stabile al 93°… Presentato così sembra che Salerno abbia un posto di rilevo ed invece si trova in fondo alla classifica !
    E a leggere gli increduli ed indignati commenti ne viene fuori che certi salernitani, pur di discolpare De Luca per ogni fetenzia, chiudono gli occhi… Chiudono gli occhi sulle strade sporche ( non solo il sabato sera…), sul traffico caotico, sugli esosi pedaggi per parcheggiare, sul lassismo imperante che permette di parcheggiare senza pagare, sull’evasione fiscale dei ristoratori della movida che non sanno manco che esiste la ricevuta fiscale ( e se pure la conoscessero chi volete che li sorvegli), sullo strombazzamento di improvvisate orchestrine nei luoghi della movida ( e che fanno così bene al sonno dei salernitani, tanto chi volete che controlli), sulle aliquote TARI e TASI più alte d’Italia (e forse del mondo), sulle multe affibbiate a chi si è fermati un attimo in zona vietata o ha superato i limiti di velocità di qualche cm/h ma non a chi si ferma sulle strisce pedonali… E che dire delle doppie file sistematicamente presenti in tutta Salerno che , quando ritorni a prendere la macchina, devi aspettare che il doppio-filista faccia prima i suoi comodi (questo se sei fortunato, altrimenti ti tocca andartene a piedi tanto chi volete che controlli !)
    Il seguito alla prossima.

  5. Dai commenti che leggo sembrerebbe che si viva meglio in Campania che a Modena o Belluno. Mah!!!
    Io credo che ci siano delle grosse differenze tra nord e sud della Provincia di Salerno, per ordine pubblico, affari e lavoro, etc etc, ma
    rimane il fatto che tutta la Campania sta messa male; basta pensare che Benevento è all’84esimo posto (azz…), ed il resto tutte dietro (doppio-azz..)
    Il problema è che stiamo inguaiati, ma a molti brucia ammetterlo per motivi di stupido campanilismo.
    Guardate che non è una gara tra città del nord e città del sud; è una gara che dobbiamo fare con noi stessi per migliorare la qualità della vita (ospedali, scuole, sicurezza, viabilità, servizi sociali, etc etc).
    E non dite che siamo messi bene, altrimenti significa che avete bevuto forte….

  6. Chi non crede a queste classifiche non ha messo il naso fuori da Salerno e vive alimentandosi delle palle che inventa il loro capo mandriano.

  7. che classifica del caxxo. Salerno una provincia del sud che solo in lunghezza e’ lunga 300 km e piu’ con 158 comuni con molti di questi sotto i 1000 abitanti con tutte le problematiche del sud , disoccupazione , trasporti, sanita’ se per esempio senza nulla togliere cosi’ per caso gli abitanti di uno dei tanti paesini che tutti noi di Salerno conosciamo che valuitazione possono fare su affari e lavoro e tempo libero? Io vi posso garantire che ci sono molte case rurali su colline del vallo di diano e cilento che non hanno neanche l’energia elettrica e per sopperire a questa mancanza si sono dotati di gruppi elettrogeni, inoltre ci sono paesi che non sono neanche raggiunti dal servizio pubblico dei trasporti quindi un giovane senza patente che speranza ha di muoversi per divertirsi ha? Ravenna con la provincia formata da 18 comuni che tutti questi in 20 km raggiungono Ravenna mi dite a me che problemi possono avere?

  8. A Ravenna ci sono stato , ma non mi è sembrato niente di che.
    Invece di fare sondaggi più seri continuano a dire fandonie antimeridione e qualunquiste.
    Ps.. Roma al 12° posto mi sembra una vera bestemmia!

  9. come può Crotone essere collocata al 1^ posto per l’ordine pubblico? Questo fa capire come sono fatte queste classifiche

  10. 93° o 1° che sia i marciapiedi sempre sporchi sono! I servizi scarsi, ed il traffico caotico. Quindi niente di nuovo!

  11. Pure io l’ho scritto e si è cancellato! c’è qualcosa di guasto speriamo si sia ggiustato!

  12. …questa classifica in massima parte misura la civilta’ di noi cittadini e solo noi possiamo migliorarla…

  13. ESAME DETTAGLIATO E SENSATO. SENZA DESTRA NE SINISTRA, DE LUCA O FERRAZZANO. CROTONE PRIMA….. ROMA DOVE SI SPARA IN CONTINUAZIONE, DOVE CI SONO QUARTIERI GHETTO, RAZZISMO DILAGANTE CORRUZIONE E ZOZZIMMA. 12ma. ALLORA QUESTO DIMOSTRA CHE FA MEDIA L’UBERTOSA ZONA CIRCOSTANTE VERDE E TRANQUILLA. MARINO, APRILIA(forza granata )ecc. POI SE VI ATTACCATE SEMPRE ALLE STESSE COSE VUOL DIRE CHE NON AVETE NULLA DA PENSARE

  14. Ma non capisco.I miei amici sono disoccupati.Io sono disoccupato.Non esistono aziende,imprese,non c’e’ niente in termini imprenditoriali.Vedo solo realta’ che funzionano o amministrando denaro pubblico o inventandosi lavori socialmente inutile.Del resto la Salernitana se non era per un esterno,forse scompariva.Senza imprenditoria e tasse mostruose,cosa poteva uscire da Salerno?E’ andata bene che siamo al 93mo posto.Qui la colpa a dir il vero non e’ dell’Amministrazione,ma della inettitudine Imprenditoriale.Il Sindaco ha mostrato i suoi limiti,volendo a forza far credere che sia Lui a creare ricchezza.In realta’ Lui puo’ solo aumentare o diminuire le tasse rispetto ai servizi essenziali.L’economia non la crea il Sindaco.Lui puo’ solo favorire lo sviluppo.Ma se mancano gli Investitori,nn puo’ far nulla se non accettare che siamo un Comune Povero economicamente parlando e privo di iniziative di rilancio.Le luci di artista sno iniziative che favoriscono occasionalmente una piccola fetta dei Salernitani ma che incide su tutti i Cittadini,senza un reale ritorno occupazionale.Anzi perdiamo in servizi,a mio avviso.

  15. Ma come si fa a credere ad una classifica che vede Crotone come prima provincia per ordine pubblico?

  16. Il sociologo americano James Q. Wilson di orientamento conservatore, ha elaborato a questo proposito la cosiddetta Teoria della finestra rotta, (Broken window theory), in cui si afferma che problemi relativamente di piccola portata, come un vetro rotto o l’urina di un barbone, se lasciati a lungo irrisolti, comunicano al pubblico cittadino il messaggio subliminale che il disordine in generale viene tollerato. Questo produce l’impressione di un governo noncurante e quindi invita a commettere delitti sempre più gravi. Se la maggioranza dei cittadini salernitani è insoddisfatta della propria Città, ciò è dovuto alla assenza di controlli e sanzionamento degli abusi e mancato rispetto delle regole di civiltà da parte dei SETTE CORPI DI POLIZIA pagati per tale scopo. Un cafone non lo si educa, lo si stanga. Amen

  17. anni 80 a salerno…
    ideal standard, mcm, marzotto, d’agostino, pastificio antonio amato, pennitalia, cementificio, e certamente qualche altra omessa… tutte chiuse… di cosa parliamo? se hanno chiuso, avranno avuto le loro motivazioni no? domandate a chi lavorava alla marzotto cosa faceva negli anni d’oro… le ruberie…

  18. tanto vicienzo e i suoi amici dicono che va tutto bene..ci sono le luciarelle di natale e tutti sono più allegri e felici….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.