Ciclo rifiuti, il sindaco di Agropoli Franco Alfieri propone la proroga della chiusura della Yele Spa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Franco_Alfieri_Sindaco_Agropoli-e1386934582838Il sindaco di Agropoli Franco Alfieri, con una lettera trasmessa al presidente della Provincia di Salerno, al commissario liquidatore del Corisa4, ai sindaci e al Prefetto di Salerno, chiede la proroga della chiusura della società Yele Spa, prevista per fine anno, considerata l’incertezza dei tempi di costituzione degli ATO provinciali. «Il prossimo 31 dicembre – scrive il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri – è prevista la cessazione della società Yele Spa con evidenti ripercussioni sia per ciò che riguarda l’importante servizio che verrebbe in tal modo ad essere interrotto, sia per i 300 dipendenti che si ritroverebbero in uno stato di disoccupazione.

Occorre dunque  una urgente  riflessione  sul tema. Il cuore della questione sta nel fatto che il nuovo sistema riguardante il ciclo dei rifiuti delineato dalla Legge della Regione Campania  n° 05/14 non è stato ancora compiutamente implementato. In particolare ad oggi non è possibile prevedere i tempi per la costituzione degli A.T.O. provinciali e non tutti gli enti interessati hanno sottoscritto le convenzioni per l’adesione a tale ente. Ciò rende, tra l’altro, impossibile procedere con la costituzione dei Sistemi Territoriali Operativi tra i comuni del territorio.

L’evidente ed assoluta incertezza dei tempi e delle modalità della futura gestione del sistema del ciclo dei rifiuti sul nostro territorio, impone di rivedere la decisione di chiudere la Yele per fine anno, garantendo la necessaria continuità ai servizi di igiene urbana ed evitando il rischio di una emergenza rifiuti nel pieno delle festività natalizie. Si propone – chiude Franco Alfieri – nelle more che quanto previsto dalla  legge regionale n° 05/14 venga chiarito ed attuato, di prevedere una proroga alla chiusura della Yele Spa che non può certamente essere licenziata senza un piano chiaro che garantisca continuità al servizio e reimpiego  per i suoi 300 operai».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.