Stampa

meteo_nataleNel weekend in arrivo ci sarà una temporanea “buca” nell’alta pressione che arretrerà andando verso Ovest, lasciando spazio a un fronte freddo in discesa sul Centro Europa soprattutto nella giornata di sabato. Aumenteranno le nubi sul Levante Ligure, in Emilia Romagna, Adriatco e qualche piccola nevicata anche sulle Alpi di confine oltre 1000 metri. Da domenica il versante freddo scivolerà a sud, interessando i Balcani e interesserà solo marginalmente l’Italia nelle zone di Abruzzo, Molise e Basso Lazio. Intanto a nord torna a splendere il sole. Le trombe d’aria a Salerno e Napoli sono quindi un momento passeggero: un’ondata di maltempo che, fortunatamente, sta abbandonando rapidamente l’Italia per lasciare il posto all’arrivo dell’alta pressione natalizia.

Dai prossimi giorni infatti le condizioni meteo miglioreranno decisamente su tutta la nazione con qualche pioggia sparsa al Centro-Sud, rapidamente sostituita da un caldo sole. Insieme al bel tempo però arriveranno anche  delle nebbie molto fitte che si instaureranno sulla Pianura Padana, sulla Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna. Dal 22 al 24 di dicembre grazie all’anticiclone sul bacino del Mediterraneo si prospetta così un Natale mite e soleggiato, niente “bianco Natale” se non in alta montagna dunque. Qualche nuvola solo sulle regioni tirreniche dunque, ma un po’ d’aria umida arriverà da ovest andando a ingrigire il cielo anche della Valpadana.

Cosa accade dopo Natale? L’alta pressione si abbassa gradualmente di latitudine sotto i colpi delle correnti instabili che vanno alla conquista del Mediterraneo. Due le ipotesi possibili. La prima, è che l’Italia venga attraversata da un flusso ondulato di correnti da Nord Ovest via via più fredde. Le perturbazioni portano delle precipitazioni sparse dapprima al Nord poi anche al Centro Sud. Le temperature scendono di qualche grado portandosi nelle medie del periodo. La neve di conseguenza cade sui rilievi fin verso le quote medie. I fenomeni si concentrano poi al Sud e sul medio Adriatico mentre il tempo migliora al Nord con la rimonta dell’alta pressione.

La seconda ipotesi vede una maggiore interferenza tra le correnti fredde dal Nord Atlantico con sventagliate di natura artica. Questo significa tempo marcatamente instabile con piogge e nevicate che al Nord possono risultare fino a quote basse.

1 COMMENTO

  1. mettetevi d’accordo….chi dice che farà un freddo epocale, voi dite che farà caldo….ma v mittit d’accord!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.