Terra dei Fuochi: calcio, spot e polemiche

Stampa
terra_striscioneSu terradeifuochi la Regione Campania – a quanto scrive il Mattino elargirebbe 4,5 milioni di euro alle Società Sportive per promuovere l’immagine della Campania “danneggiata” dalla vicenda dei rifiuti tossici nascosti in una vasta area tra le province di Napoli e Caserta.
Perché lo sport? Le campagne di sensibilizzazione che hanno come protagonisti gli atleti – è il ragionamento degli esperti di Palazzo Santa Lucia – hanno certamente una eco maggiore di quelle promosse dai politici. Da qui la decisione di coinvolgere le società sportive Al Calcio Napoli di Aurelio De Laurentiis andeebbe la fetta più grossa: 3,5 milioni di euro necessari evidentemente a pagare i diritti d’immagine dei calciatori che mettono la faccia per risollevare i prodotti Campani. Immediate le polemiche e l’indignazione a mezzo web e social. C’è chi sostiene che se le Società Sportive nostrane intendessero davvero rappresentare e riscattare il territorio in cui prosperano, visto il nobile scopo, dovrebbero farlo rigorosamente gratis. 

Di contro la Regione precisa che non si tratta di soldi a pioggia ma di una disponibilità ad investire negli strumenti di comunicazione che le società offriranno per il marchio Campania SiCura. Siamo alle solite. Laddove non arrivano la politica e le istituzioni, entra in campo la pubblicità. Un bello “spot” e tutto passa. La Terra dei fuochi intanto continua a bruciare, milioni di ecoballe sono lì dove sono sempre state, migliaia di lavoratori o ex lavoratori passeranno un natale amaro e l’elenco di chi vive disagi si ingrossa a vista d’occhio. In questo momento storico al di là degli spot e degli annunci e dei presunti contributi a pioggia servono azioni concrete per aiutare chi soffre. Buona l’idea di ripulire l’immagine della Campania con il calcio ma per farlo non bisogna solo metterci la faccia dei calciatori ma anche quella dei politici che bonificano queste aree . Le società di calcio possono tutte insieme aiutare la Campania e risollevare la sua immagine a costo zero e destinando queste risorse a chi ne ha più bisogno.

IN MERITO SI REGISTRA IL COMMENTO DEL SINDACO DI SALERNO VINCENZO DE LUCA. “Apprendiamo che la Regione Campania ha preso 4 milioni e mezzo di fondi europei per pagare un po’ di partite di pallone facendo finta di promuovere la Terra dei Fuochi. Milioni di euro buttati per fare clientela politica a ridosso delle Regionali”. Lo ha dichiarato il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca nel corso del consueto appuntamento del venerdì su LIRATV. “Tanto non servirà a niente perché perderanno comunque le elezioni. Perderanno ugualmente – conclude De Luca -, Pensate che si vince una battaglia del genere comprandosi la gente?”

3 Commenti

Clicca qui per commentare

  • S e per comprare i voti si da qualcosa di concreto a me va bene. Se per comprare i voti si buttano soldi per pubblicità in una partita di calcio é l’ulteriore conferma che se ne devono andare come un razzo. Peraltro avrebbero dovuto farlo gratis. Il punto è che non hanno fatto niente con i fondi europei fino ad ora è adesso c’è una corsa a spenderli senza criterio, senza costrutto, solo per far clientela. Tutto entro la scadenza del 2015.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.