Ricco programma natalizio nei teatri a Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Teatro_Verdi_SalernoTeatro Verdi – Piazza Matteo Luciani  Tel.089 662141

 

Riccardo III

di Massimo Ranieri

Massimo Ranieri è Riccardo III ,di cui firma anche la regia: «Uno spettacolo imponente con 18 attori, la traduzione e l’adattamento di Masolino D’Amico, uno dei massimi anglisti al mondo, e le musiche composte appositamente da Ennio Morricone»

Perché proprio Riccardo III..?

E’ un titolo che ho in testa da vent’anni. Ad inculcarmi quest’idea fu un mio caro amico palermitano, ex professore di filosofia, oggi novantenne, che un giorno mi disse..” saresti un grande Riccardo III….”

“…Anche Morricone ,quando gli ho chiesto di scrivermi le musiche, mi ha dato dell’incosciente… Ma sei non sei incosciente non puoi fare questo mestiere. E’ un ruolo con cui prima o poi ti devi scontrare e confrontare…”

In programmazione 8-11 Gennaio

 

Teatro delle Arti – Via Guerino Grimaldi, 7 Tel. 089 221807

 

Elsa Principessa Del Ghiaccio

 

la Compagnia Dell’Arte

 

Grazie al grande entusiasmo dimostrato dal pubblico e  quindi aver registrato il tutto esaurito la scorsa domenica al Teatro delle Arti di Salerno, è ufficialmente aperta una nuova data per il musical Elsa, Principessa del Ghiaccio, domenica 4 gennaio con un unico spettacolo alle ore 19: facciamo il bis del terzo appuntamento con C’era una volta 3.

Sulla scena del teatro, Elsa ha rapito e incantato grandi e piccini con la magia che solo la regia di Antonello Ronga può creare. Ritroveremo sulla scena le magnifiche interpretazioni di Elsa (Federica Buonomo), Anna (Valentina Tortora), Anna bambina (Aurora Ronga), Elsa bambina (Nina Ronga), Olaf (Mauro Collina), Kristoff (Alessandro Musto), Hans (Giovanni D’Amato), Gran Papà (Jacopo Flauti), i due Troll (Francesca Canale e Daniela Abate) e il Granduca (Massimiliano Palumbo).

Attraverso musiche, luci, effetti, canzoni e coreografie coinvolgenti di Sonia Saggese con il corpo di ballo Professional Ballet di Pina Testa e le scenografie della Bottega San Lazzaro, il pubblico verrà “trasportato” nella fantastica storia del Regno del Ghiaccio.

 

 

In programmazione 4 Gennaio

 

Teatro Ridotto – Via Guerino Grimaldi, 1 Tel. 089 23 39 98

 

Tutti Drogati

di Nello Iorio

In programmazione 24 Gennaio

 

Teatro Ghirelli – Via Lungoirno Tel.800188958

 

Un Anno Dopo

OTC Onorevole Teatro Casertano, Teatri Uniti

scritto e diretto da Tony Laudadio
con Enrico Ianniello, Tony Laudadio

Quest’atto unico, scritto appositamente per la collaudata coppia di attori, racconta trent’anni di due vite.  Il testo, una scrittura originale di Tony Laudadio, ricompone per frammenti, in 30 flash per 30 giorni (uno per ogni anno), la storia di due persone, impiegati di un medesimo ufficio, nella condizione obbligata di una condivisione forzata e continuativa dello stesso luogo fisico.
“Una condizione comune a tanti – sottolinea l’autore –  in cui capita di essere in relazione costante con un’altra persona, un collega in questo caso, che forse non sopporti neanche ma con il quale ti trovi  a vivere, giorno dopo giorno, le stesse situazioni, le stesse fantasie di fuga, la voglia di lasciare finalmente la provincia per conoscere qualcosa di nuovo, quindi la disillusione e la frustrazione che deriva dall’impossibilità di realizzare questi desideri”.

Tony Laudadio

In programmazione 27-30 Dicembre

 

Teatro Nuovo – Via Valerio Laspro, 8/C Tel.089 220886

 

Quelli Che il Varietà

di Luciano Caputo

Il classico VARIETA’, che alterna quadri di grandi emozioni ad una satira fatta di barzellette e travestimenti. Due ore di canzoni partenopee e internazionali con frizzanti coreografie, ricordi di fiabe DISNEY e film CULT; il ritmo è assicurato. L’autore, regista e protagonista è il pronipote dell’autore di “O’ sole mio”.

In programmazione 10 11 Gennaio

 

 

Teatro Arbostella – Viale Verdi Parco Arbostella Tel.0893867440

Uomo E Galantuomo

In occasione del trentennale dalla morte di Eduardo De Filippo, una delle più divertenti commedie del drammaturgo ed attore napoletano torna sulle scene salernitane. Al Teatro Arbostella di Salerno, infatti, sabato 27 e domenica 28 dicembre la compagnia Comica Salernitana porta in scena “Uomo e Galantuomo”. Trattasi di una commedia in tre atti scritta da Eduardo nel 1922, ma nella rappresentazione della compagnia stabile dell’Arbostella, sembra portare i suoi anni con leggerezza. La trama, vede come protagonista una scalcagnata compagnia teatrale, capeggiata dal capocomico Gennaro De Sia (interpretato da Gaetano Troiano), che porta in scena a Bagnoli l’opera “Malanova” di Libero Bovio.

La compagnia è stata chiamata a recitare in questa ridente località turistica balneare dal giovane produttore Alberto De Stefano (impersonato da Giovanni Bonelli). Alberto ha una misteriosa amante, Bice, (Mariarosaria Milito) che gli confessa di essere incinta. Ma anche Viola (Rita Cariello), prima attrice nonché compagna di Gennaro è in stato interessante. Ad un certo punto, le penose prove della compagnia durante le quali Gennaro si sforza, senza riuscirvi, di spiegare ad Attilio (interpretato da Andrea Avallone) il mestiere del suggeritore, sono interrotte dall’arrivo di Salvatore (Vittorio Avagliano), fratello pazzo di Viola. Salvatore irrompe sulla scena per reclamare un matrimonio riparatore e trova Alberto che, credendolo il fratello della sua amata Bice, da galantuomo quale è, gli assicura di voler immediatamente riparare.

Da qui parte una divertente commedia degli equivoci, che, in equilibrio tra farsa e dramma e nella continua evocazione di sapori pirandelliani, avvince il pubblico fino all’allegro finale. Gaetano Troiano nelle vesti del capocomico Gennaro De Sia, Giovanni Bonelli in quelle del giovane benestante Alberto De Stefano, Andrea Avallone nelle vesti dell’attore-suggeritore Attilio, Rita Cariello che impersona la primadonna Viola e tutti gli altri attori tra i quali da non dimenticare le figure storiche della compagnia Comica Salernitana ovvero Titty Mangrella e Vincenzo Galdo affiancati abilmente da altri bravi attori quali Nicoletta Romano, Roberto Quattrucci, Lina De Santis, Annamaria Milito, Nando Cerenza ed Ernesto Curcione, riescono davvero a divertire, con una interpretazione vivace e che supera la sfida del raffronto per imitazione.

Le scenografie curate ed avvolgenti, con il cielo azzurro di Bagnoli a fare da sfondo, e le musiche di sottofondo all’inizio ed alla fine di ogni atto contribuiscono a coinvolgere lo spettatore in un paio di ore di risate e piacere. Ma, come in ogni commedia di Eduardo che si rispetti, la risata non è mai sterile, si accompagna sempre ad una morale o quanto meno ad una riflessione esistenziale. Come indica il regista Gino Esposito nelle sue note, durante la commedia emergono una gran quantità di contraddizioni tra l’apparire e l’essere della borghesia contro il dramma proletario di chi ogni giorno affronta la sopravvivenza. Falso perbenismo contro tragedia. Onore da salvare contro la fame. E in tutto questo dove è l’uomo e dove il galantuomo? Allo spettatore il compito di scoprirlo.

In programmazione 27-28 Dicembre

Piccolo Teatro del Giullare – Via Matteo Incagliati Tel.089220261

 

Natale In Casa Cupiello

di La Nuova Officina Teatro e Dintorni

Luca Cupiello, come ogni Natale, prepara il presepe, fra il disinteresse della moglie Concetta e del figlio Tommasino, che con dispetto gli ripete che a lui il presepe non piace. Ci sono poi i continui litigi tra il fratello Pasqualino e Tommasino, entrambi con il tic del furto. Ninuccia, l’altra figlia, ha deciso di lasciare il marito Nicolino per l’amante Vittorio, e di scrivere una lettera d’addio; Concetta, disperata, riesce a farsela consegnare. La missiva capita però nelle mani di Luca che, ignaro di tutto, la consegna al genero, che viene così a sapere del tradimento della moglie. Durante il pranzo della vigilia di Natale, i due rivali, trovatisi di fronte per la sbadataggine di Luca, si scontrano violentemente. Nicolino abbandona Ninuccia e Luca, resosi improvvisamente conto della situazione, cade in uno stato d’incoscienza. Nel delirio finale, Luca scambia Vittorio per Nicolino e fa riconciliare involontariamente i due amanti; e Tommasino gli dirà finalmente che il presepe gli piace.
In programmazione 27-28 Dicembre

“La redazione non si ritiene responsabile per eventuali variazioni, modifiche, spostamenti o annullamenti degli spettacoli in programma e pubblicizzati in questa pagina”

A Cura Di Ciro Casella

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.