Salerno: Ancora una volta le zone collinari come discarica della città

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
discarica_giovi_1Un progetto di iniziativa privata, all’attenzione dell’Amministrazione comunale di Salerno, prevede la realizzazione di un impianto per il trattamento e il recupero di materiali “non pericolosi” derivanti dalle ristrutturazioni edili, i cd. materiali di risulta.

Detto impianto dovrebbe sorgere in località Sant’Angelo di Ogliara in una cava di pietra dismessa, peraltro tra le abitazione dei residenti.

Accanto all’impianto, in più, dovrebbe trovare posto anche un’area per lo stoccaggio dei detti materiali; dunque, una sorta di discarica a cielo aperto dove – come è facilmente immaginabile, ipotizzabile e con tutta probabilità – potranno finire anche materiali pericolosi come l’amianto, il piombo, il mercurio.

All’ordine del giorno del Consiglio comunale di Salerno previsto per martedì prossimo 20 gennaio 2015 risulta inserito come argomento da discutere. Ergo: ancora una volta le zone collinari della città vengono individuate come sede di impianti pericolosi per la salute delle persone e per l’ambiente circostante, esattamente come accadde alcuni anni orsono allorquando il Sindaco voleva collocare in questa parte della città un sito di stoccaggio di rifiuti, dovendo desistere poi solo a seguito della ferma e legittima sollevazione popolare che fu costretto ad assecondare.

Il Comitato chiede innanzitutto il ritiro dell’odg del prossimo Consiglio comunale di tale iniziativa e nel contempo di avere la possibilità di interloquire con gli uffici comunali per conoscere il dettaglio della stessa. Su tutto ed in ogni caso, che tale impianto sia realizzato in area disabitata anziché tra le abitazioni dei cittadini salernitani.

Siamo alle solite: gli abitanti delle zone collinari, oltre alla letterale incuria e dimenticanza da parte di chi governa la città, vengono nuovamente offesi e volgarmente vilipesi persino nella dignità per essere ancora una volta considerati cittadini inferiori; nel caso specifico, addirittura cittadini di risulta.

Al centro si sperpera e lussureggia col danaro pubblico e di chi risiedono anche nelle zone collinari, mentre per chi vive da Matierno a Sordina e sulle colline di Giovi, rimane sempre e solo dispregio e cialtronaggine.

Vengono in mente le tante contumelie che da anni sentiamo proferire dal primo cittadino urbi et orbi verso chi non la pensa come lui: vorremo capire, ora, in questo caso, chi sono i pezzenti, i cafoni, i politicanti…

Lo scrive in una nota inviata alla stampa Leonardo Gallo del Comitato Città Collinare

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.