Condanna, De Luca al Comune: “Offesa la dignità di un essere umano. Vado avanti”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
83
Stampa
comune_de_luca_gente_3“Voglio avvisare tutti che non è cominciata la ricreazione” ha esordito il Sindaco De Luca nel Salone dei Marmi affollatissimo dove ha incontrato i cittadini di Salerno ma anche amministratori, consiglieri ed Assessori. “Nei prossimi due, tre mesi – ha detto De Luca – bisogna completare le opere di straordinario valore per la città di Salerno. Lo farò come consulente e gratuitamente. Tra un mese inauguriamo Porta Est, poi il Parco Urbano nel quartiere Italia. Completeremo la Lungoirno entro marzo, opera storica per la città e  stiamo completando la gara per l’Umberto I ( 10 milioni di euro)  ed il completamento della cittadella giudiziaria. Siamo in piena attività e rimaniamo concentrati sulle cose da fare”.

Sul suo futuro aggiunge: “Non intendo arretrare di un millimetro. ‘Se qualcuno pensa che una vicenda come quella che sto vivendo possa concludersi in maniera burocratica, e mi riferisco anche a qualcuno del Pd, con un saluto e una stretta di mano se lo tolga dalla testa”. E’ quanto assicura il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca nel corso della conferenza stampa a Palazzo di Città durante la quale ha salutato i suoi concittadini e ha spiegato lo scenario futuro che si prospetterà a seguito della sentenza che lo ha condannato per il reato d’abuso d’ufficio. ”La mia vicenda – ha detto nel corso della conferenza stampa in cui ha spiegato lo scenario che si prospetta a seguito della condanna riportato ieri – deve diventare un punto di svolta nel modo di essere nel Pd ma più in generale nell’acquisizione di una civiltà democratica, istituzionale, giuridica che è saltata nel Paese. Questa vicenda – ha concluso – deve diventare simbolo dell’Italia e faro’ di tutto affinché si discuta ampiamente e si accendano i riflettori su ogni aspetto di questa vicenda”.

Sulle Primarie: “Le primarie devono rimanere un passaggio ineludibile e irrinunciabile. Chi vuole candidarsi deve partecipare e non nascondersi dietro una sentenza cervellotica come quella avuta ieri”. De Luca racconta del suo impegno su tutto il territorio regionale, gli incontri nelle varie province Campana rimarcando che sul tema dei rifiuti solo Salerno può dare risposte e suggerimenti. Poi l’affondo sulla sanità, i tetti di spesa, i pazienti di diabete che rimangono senza cura con 600 persone che si ritrovano il piede mutilato per il diabete perché non si interviene per tempo. “La Regione rimane ultima in Italia per i livelli di assistenza ed accumula debiti per la migrazione sanitaria passiva. I nostri concittadini si vanno a curare ovunque tranne che in Campania”.

Poi aggiunge: “Ci sono comunità isolate, sistema di trasporto per decisioni cervellotiche. Abbiamo ridotto in ginocchio tutto il trasporto pubblico locale. La nostra è la Regione ultima d’europo con la Bulgaria e la Romania”. Poi la palude burocratica: “Tempi intollerabili per chi vuole investire, autocertificazione e niene permessi preventivi per fare le cose. Una sburocratizzazione radicale”.

Sulla sicurezza: “Ci sono territori dove la paura si tocca con mano. Ci impegniamo a proporre piano sicurezza con il Governo nazionale”. “Abbiamo parlato di queste cose per creare una speranza, un governo regionale che crea lavoro e sviluppo e non è timoroso per un avviso di garanzia. Abbiamo creato entusiasmo che non intendo disperdere”.

La sentenza di condanna: “ Solo qualche ‘squinternato’ poteva pensare di trovare a mio carico un reato per peculato”. Così il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca commenta la sentenza di ieri sul termovalorizzatore che lo ha condannato a un anno. ”Sono riusciti – ha detto nel corso di una conferenza stampa – solo con l’abuso d’ufficio in quanto, nel 2008, come commissario di governo, ho nominato un gruppo di lavoro composto da funzionari di Salerno con un responsabile del procedimento, l’ingegner Barletta, persona di grande competenza e onestà e un project manager. Il problema che si è posto e’ stato che bisognava chiamarlo ‘coordinatore’ e non project manager. Sfido chiunque a trovare una sola persona in Italia che non sia indignata da questa sentenza, viene offesa la dignità di una persona perbene”.  ”Il problema più grande – ha proseguito – è il rapporto tra diritto amministrativo e diritto penale. Non è possibile che il reato di abuso d’ufficio diventi il grimaldello per riportare vicende amministrative contestabili ma che non hanno carattere penale. Non è possibile scivolare dal piano amministrativo ad un atto penale con la figura dell’ abuso di ufficio. Questa situazione mette in una condizione insostenibile gli amministratori pubblici. Come si può tollerare – ha concluso – una vicenda del genere, quando per un ministro, per un parlamentare questa norma non vale?”

La decadenza: “ E’ in atto un secondo procedimento sulla incompatibilità. La responsabilità non era di Lupi ma dell’opportunismo politico di Letta che non ha avuto la forza politica di difendere l’unico uomo del Sud in un comparto decisivo per l’economia e il paese”.

Sulla condanna e la Severino: “Oggi non c’è nessun problema per chi si candida ma viviamo in un groviglio demenziale dove ti puoi candidare ma un minuto dopo puoi essere sospeso. Fermo restando che puoi fare ricorso e chiedere la sospensione della sospensione. Insomma l’Italia è un circo equestre”. Il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca sintetizza così la sua idea sull’attuale sistema politico-elettorale. “Dobbiamo risolvere le cose – spiega – chiamando allo scoperto tutti e pretendendo una assunzione di responsabilità da parte di tutti, a cominciare dal Pd . Mentirei se dicessi che sto bene, ma in momenti aspri come questi non ho dimenticato l’insegnamento di un grande maestro,Piero Gobetti, morto per aggressioni fasciste.

Secondo lui la logica del moralismo e’ sempre utilitaria, dietro tanti moralisti si cela uno sciacallaggio infame che non ha nulla a che vedere con la morale”. “In Italia – secondo De Luca – sopravvivono solo quelli che entrano in qualche corporazione. La selezione avviene, in negativo, per la capacità di essere maggiordomo di qualcuno. Gli stessi partiti vivono questa degenerazione. Un uomo libero è destinato alla solitudine. Questo paese è precluso alle persone perbene. Per quanto mi riguarda – rimarca – io ho fiducia nelle mie forze anche se quello che è accaduto non può certo rendermi felice. L’appello che faccio a tutti voi – rivolgendosi alla sala stracolma di gente – è che puntiate sulle vostre forze morali, che facciate sentire la vostra voce e facciate capire, soprattutto a qualche burocrate romano, che la politica priva di passione non vale nulla. Dobbiamo continuare ad andare avanti”.

La conclusione: “Persone amiche mi hanno detto, ma si può vivere in un paese come questo? Meglio andarsene fuori. Io non mi sento di darvi parole di fiducia e ottimismo. Ho fiducia nelle mie forze e nelle mie scelte. Faccio appello a tutti voi perché puntiate sulle vostre forze morali.  Ognuno di voi si faccia sentire e valere, ognuno di voi faccia sentire la sua voce. La politica quando è priva di sentimenti e passioni non vale nulla, non vale la vita di un essere umano. Andremo avanti facendo il lavoro che stiamo facendo anche perché la nostra vita non cambia di una virgola. Vivo come vivevo 40 anni fa. Concludo nella fiducia nella vostra forza. Grazie a tutti per questa serata indimenticabile”

IL TRIBUNALE. ”La cancelleria del Tribunale mi ha assicurato che questa mattina sono stati inviati in Prefettura gli atti inerenti la condanna del sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca”. Lo ha detto il pm Roberto Penna che ieri, nel corso dell’udienza al Tribunale (seconda sezione penale, presidente Ubaldo Perrotta) ha sostenuto l’accusa nei confronti del sindaco di Salerno condannato a un anno per abuso d’ufficio. ”Domani mattina – continua Penna – mi informerò nuovamente se l’iter è stato seguito” (Fonte ANSA)

LA DIRETTA DAL COMUNE


Stream without ads!
INTANDO SU TWITTER NASCE L’HASHTAG PER IL SINDACO #IOSTOCONDELUCA


Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

83 COMMENTI

  1. prima di De Luca , Salerno era un paese vicino Napoli che non offriva nulla , nemmeno il lungomare che era una landa spoglia e deserta e i salernitani erano dei napoletani senza una loro identità
    dopo l’avvento di De Luca ,invece, Salerno è diventata una città europea, che invidiano tutti. Visitata da migliaia di turisti provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero. Ha cambiato fisionomia e la qualità della vita migliorata si nota e si tocca in ogni quartiere
    De Luca ci viene invidiato da ogni cittadino onesto e coscienzioso di altre città
    chi ne parla male è solo per invidia e malafede e meriterebbe di vivere nella Salerno del degrado e delle chiancarelle , luogo di prostitute, topi, ladri, guardoni e ricchioni
    GRAZIE DE LUCA e futtten
    siamo tutti con Te alla faccia d**** Celano, Cirielli amici delle chiancarelle, forza italietta , italia loro ecc.. nullità simili

  2. Ma guarda che concessione!!!!! I salernitani invitati a palazzo di città dopo che per vent’anni nessuno ha mai potuto vedere o essere ricevuto da questa faccia di bronzo che ripete la stessa litania che dice Silvio!!!! Ma che paraculo …. E la gente che si è presentata non si vergogna?

  3. A.A.A cercasi comparsa a Matera per le riprese del film..”Ben Hur”…
    Lì potrà recitare liberamente…e non è lontano da casa…
    🙂

  4. Sono un ammiratore di De Luca, e lo ringrazio per tutta la sua attività di Sindaco, il che non significa aver firmato una cambiale in bianco, ma è difficile ipotizzare un amministratore che non faccia errori in un contesto burocratico come quello italiano. Una novantina di pareri, centinaia di scartoffie, duplicazione di enti e procedure, decine di anni per portare a compimento un’opera, una qualsiasi opera In un contesto del genere chiunque, ma proprio chiunque, può prendere carta e …penna…(!) e inventarsi qualsiasi cosa pur di fare ostruzionismo. Immaginate che stanno approvarando un decreto per ridurre gli emendamenti inutili (oltre 35000) che servono solo a far perdere tempo in Parlamento!! Mi farebbe piacere vederlo alla guida della ns martoriata regione dal momento che sarebbe comunque un notevole punto di discontinuità tra la precedente giunta e l’attuale giunta, che in buona sostanza ci hanno distrutti, chi in un modo chi in un altro. In fondo lo si capisce anche dai commenti dei “tifosi” opposti: il guaio è che si ragiona della cosa pubblica e dell’attività amministrativa senza cognizione di causa. Non siamo allo stadio o al palazzetto dello sport, un minimo di conoscenza per parlare di determinate cose il cittadino deve averle, altrimenti si fanno solo commenti a schiovere, così…per simpatia o peggio per antipatia.

  5. Credo sia ora che si ritiri a vita privata. Dopo di lui la vita continuerà lo stesso, come lo sarà dopo di noi.

  6. preparati che sta arrivando la tempesta e spazzerà via anche quelli come te legati al carrozzone del soggettone…

  7. Dò a De Luca il massimo dei voti, anche se nell’ esercizio delle sue funzioni ha commesso qualche errore.
    Nessuno, per efficacia ed efficienza potrà mai eguagliarlo in Italia.
    I vari politici regionali e nazionali sono una nullità rispetto a De Luca.

  8. La censura esiste solo nei paesi dittatoriali e comunisti,lei Giulio cosa è
    un censore? Libera stampa e libero pensiero.

  9. La redazione dovrebbe censurare te che scrivi…non il pubblico sfogo di persone che x anni hanno subito da quest’essere umano……sarai sicuramente uno di quei para…….che hai goduto di favori…..does ut des…capisci a me….e’ finita anche x te…….w la liberta’….sempre

  10. Vedo i commenti su cui e’ possibile vedere chi scrive su fb ,il 99%, tutti favorevoli e di sostegno a De Luca, mentre i commenti
    su cui è possibile conservare l’ anonimato, si scatenano, vigliaccamente, pochi frustrati.

  11. a me dispiace, perchè potete esser a favore o contro ma nella sostanza in 20 anni non ha rubato ed è stato sospeso perchè per lavorare e far lavorare forse ma forse ha burocraticamente sbagliato…

  12. Al di la della opinione che ciascuno di noi ha su De Luca, una cosa non l’hai ancora capita e cioè che nessun salernitano diventerà mai presidente della Regione Campania, a meno che Salerno non diventi una provincia con quattro milioni di abitanti. E questo non solo per una naturale legge dei numeri, ma anche perchè i napoletani non lasciano spazi a nessuno. E’ più facile diventare Ministro o Presidente del Consiglio, vedi De Mita, che presidente della giunta regionale della Campania. Fra di loro non si scannano, anche perchè sanno bene che chiunque governi a Napoli finisce sempre tutto a tarallucci e vino.

  13. W la libertàààààà
    E’ caduta la tiranniaaaa……
    Riprendiamoci la città….W Salerno…..W l’Italia….W la libertà….

  14. i detrattori di De Luca desiderano che ritornino a Salerno gli amministratori nullafacenti e dediti solo al magna magna

  15. Per lei che si qualifica “amministratore di De Luca” (?), mi sembra che sia voluto andare nella curva dei tifosi, o mi sbaglio? O chi è con De Luca è buono e chi no, è un “tifoso” opposto? Lei esprime una opinione, come la esprimono anche gli altri. Ha la stessa valenza, non so se il suo capo questo gliel’ha insegnato. Sulla cosa pubblica, si dovrebbe sempre parlare a cognizione di causa. Ma né lei, né De Luca sembra che abbiate chiaro questo concetto. Per me, De Luca ha amministrato in modo scellerato, la cosa pubblica, in questi anni. Venendo a mancare palesemente al principio di Legittimo Affidamento, per esempio. Sicuramente sa di cosa sto parlando, quindi, da qui partono tutti i provvedimenti giudiziari nei suoi confronti. De Luca non è vittima del contrasto tra Diritto Privato e Diritto Amministrativo, De Luca è vittima di se stesso. E secondo me, noi di lui.

  16. Come mai non ti indignavi in passato quando i malpensanti,i comunisti
    e i fumatori di sigari cubani che affumicavano i salotti degli intellettuali al servizio del potere spettegolavano sempre contro Berlusconi,si preoccupavano del Bunga Bunga,si preoccupavano di come erano le mutande di Berlusconi,si preoccupavano e con invidia di qualsiasi cosa faceva Berlusconi,Ingiuriandolo,diffamandolo,con le peggiori fantasie.Addirittura offendevano Berlusconi chiamandolo anche Comunista.Assurdo!!!!!E tu Giulio dove stavi???Non chiedevi la censura,anzi facevi parte dei cammelli che allineati allo status quo obbedivate ai tromboni politici e conservatori della sinistra.
    Non Ricordi!!!! Dimenticavo il vostro cervello era occupato con carenze di fosforo.Mangiate Banane,tante Banane.

  17. Il processi e le critiche vanno fatte a condanna definitiva che in Italia significa 3′ grado di giudizio…cosa farai tu e i tuoi compagni (ops compagni che parolona) berlusconiani se toglieranno la condanna a De Luca?!

  18. Le sentenze vanno eseguite,i politici inquisiti e condannati devono dimettersi Questo vuol dire moralità e politica pulita.Perchè non ti indignavi quando Berlusconi era nel Gossip,perchè non ti indignavi quando scarceravano mafiosi e camorristi x decorrenza dei termini??Dimenticavo la vostra libidine era sapere di chiappe,pesci e tette.Cosa farai tu e i tuoi compagni mangia bambini quando ci sarà una grazia del presidente della repubblica?? Non ho compagni,ho solo amici.Sono un Liberale.

  19. non esiste nessuna legge che obbliga una persona alle “DIMISSIONI” forse vuoi dire “DECADENZA”

  20. ti mancano i festini di silvio eh ? QUELLA SI CHE RA POLITICA NELLA QUALE TI RISPECCHIAVI….. PERCIO’ SARETE SEMPRE ALL’OPPOSIZIONE A SALERNO……..NON TI INDIGNAVI QUANDO UN NON ELETTO REGNAVA IN PROVINCIA ….. QUELLA ERA POLITICA VERO? QUELLO IL CENTRO DESTRA??

  21. In un paese libero non pùò esistere la censura ma solo la libertà di espressione.Non esiste nessuna legge che obbliga una persona alle dimissioni,ma sopra la legge esiste un etica,una moralità e una cultura civile che indica a un condannato di dimettersi da ruoli pubblici.Voi siete molto tristi:niente feste,niente libertà di parola ma solo appiattimento e grigiore al servizio del principe che vi mantiene economicamente con i soldi dei cittadini di Salerno.Toglietevi dagli occhi le cosce di pollo e guardate il mondo più in positivo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.