De Luca su Twitter: “Mi sarei ritirato solo se condannato per peculato”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
24
Stampa
Sottopasso_Lungoirno_Via_Vinciprova_17_DE_LUCA“Ho detto che mi  sarei ritirato se condannato per peculato ma non per abuso d’ufficio, poiché rivendico gli atti politici messi in essere. Per chi ha dei dubbi in merito, confermo che sono candidato alle #primarie e non ho intenzione di ritirarmi. Io non ho nessuna intenzione di mollare: da oggi comincia una grande battaglia di civiltà. #SiamoTuttiProjectManager “. Lo scrive De Luca sul suo profilo twitter il giorno dopo la sentenza di condanna

In mattinata c’è stata la visita del segretario regionale del Pd, Assunta Tartaglione il giorno dopo la condanna nel processo per il termovalorizzatore. Il segretario, accompagnato da altri esponenti di partito, secondo le voci che circolano a Salerno avrebbe chiesto al primo cittadino di riflettere sulla situazione e sull’ipotesi di fare un passo indietro sul versante della primarie. Ipotesi che De Luca ha escluso e continua a escludere con forza.

PROCURATORE LEMBO SU SOSPENSIONE DE LUCA. “La pubblica accusa ha sostenuto una tesi che è stata parzialmente accolta da un tribunale della Repubblica. Noi rispettiamo le decisioni del tribunale. Vedremo come andrà a finire. L’imputato, comunque, è sempre considerato non colpevole fino alla sentenza definitiva di condanna”. A dirlo, a margine di una conferenza di presentazione di un pool antiusura, il procuratore della Repubblica di Salerno, Corrado Lembo, in merito alla sentenza di condanna del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca.

“Questa – aggiunge Lembo – è un’altra regola costituzionale; occorre però coniugare tutte queste regole costituzionali con un altro principio che promana dalla legge Severino e cioè chi anche si trovi in una situazione di condannato anche solo in primo grado e non in via definitiva – restando ferma la presunzione di non colpevolezza – dovrebbe in qualche modo subire la sospensione dalla carica pubblica. Si tratta – rimarca il procuratore – di una cautela ritenuta necessaria dal legislatore, non dal giudice che ha però inflitto una pena accessoria dell’interdizione dei pubblici uffici per garantire lo svolgimento libero, democratico e sereno della vita amministrativa e politica”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

24 COMMENTI

  1. Ma che bravo… come al solito per fare Fenomeno (questa volta ti ha sentito tutta Italia su la 7)…ti sei dimenticato “di specificare”.
    Però te lo ricordi soltanto stamattina…DIMETTITI BUFFONE!!

  2. FALSO!!! I reati sono stai accorpati a quelli di abuso d’ufficio. FALLITO!!! Se ti stavi zitto era meglio. Abuso d’ufficio non ti basta, ti serve altro? Alla prossima condanna.

  3. E’ una condanna che puzza moltissimo. Condannare chi ha resi tanti servizi alla sua città è quamtomeno surreale, ora vengono fuori tutti coloro che si esaltano per mera appartenenza politica, Quanto siamo schifosi gioire ed esaltarsi su banalità di poco conto, dove manca qualsiasi danno al cittadino onesto De Luca non chiacchiera a vanvera e tantomeno FALSO, è una persona a cui è stato sottratto ingiustamente,anche se la legge lo prevede, qualcosa a cui ne ha tutti diritti. NON E’ UN LADRO, NON E’ UN EVASORE, NON E’ COPROMESSO CON LA MALAVITA ORGANIZZATA, NON APPARTIENE AL MALEAFFARE E’ SOLO UN POLITCO CHE DA MOLTO FASTIDIO ALL’AVVERSARIO CHE PRETENDE DA QUESTA OCCASIONE DI ELIMINARLO MOLTO DISONESTAMENTE

  4. VAI AVANTI COSI’ FORZA DE LUCA. SIETE VOI DEI FALLITI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Nell’abuso può incorrere qualsiasi cittadino che lavora realmente!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Quindi state zitti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. continua a mentire, ad essere opportunista, su La7 la Gruber e’ stata precisa, si dimettera’ se condannato?
    Lui ha risposto, si, rispetto la legge come abbiamo sempre fatto (noi maiestatis).
    Perche’ continua ad offendere l’intelligenza dei suoi cittadini, non tutti siamo suoi sostenitori e’ da anni.
    La realta’ di Salerno e’ sotto gli occhi di tutti, scempio del territorio, clientelismo politico, municipalizzate con bilanci al fallimento, economia sempre piu’ in crisi, disoccupazione in crescita, commercio che sta morendo, giovani sempre piu’ sfiduciati che lasciano la citta’, storia, cultura e tradizioni dimenticate, questa e’ Salerno oggi nelle mani di un accentratore e magalomane.
    Oggi vuole parlare ai cittadini a palazzo di citta’, cosa per continuare a mistificare la verita’, ci sara’ confronto? ne dubito.
    Doveva confrontarsi con la cittadinanza quando ha fatto e ha imposto determinate scelte, Crescent, vendita di suoli pubblici, vendita dell’unica anzienda in attivo la centrale del latte, l’orrendo logo costato ben 200mila euro, delibera per messa in terra del logo in mosaico nellla sala confalone del comune del costo di euro 80mila euro, nomine di amici senza titolo a cariche di responabilita’, l’ideal standard, il sea park.
    De Luca si e’ comportrato da monarca assoluto, come se salerno fosse casa sua, lui e’ un amministratore e deve essere al servizio della cittadinanza e occuparsi delle priorita’, in questi vent’anni si e’ celebrato la visibilita’ pubblica di de luca, anche san matteo non era piu’ la festa del santo patrono ma la magnificenza del primo cittadino.
    De Luca ha dimenticato quali sono le sue reali funzioni di amministraore di ente pubblico, con danaro pubblico, il potere gli ha dato alla testa, in questa c’e’ tutto ilo reato di abuso d’ufficio.
    Dobbiamo riappropiarci della nostra citta’, non perche’ io voglio essere sindaco, ne’ ci penso, sicuramente ci saranno anche tra i nostri giovani, uomo o donna che sia, chi finalmente pensera’ solo ed esclusivamente al bene della citta’.

  6. PENSATE VOI , CHE CHI SCRIVE QUESTI MESSAGGI COSI OFFENSIVI E PESANTI CONTRO DE LUCA , SONO SPESSO ELETTORI O SEGUACI DI UN CERTO BERLUSCONI ,PLURICONDANNATO, PLURIPRESCRITTO PER DECADENZA DI TERMINI OPPURE CONDANNE CERTE EVITATE PER LEGGI AD PERSONAM FATTE DAI SUOI LACCHE’. CHE GENTAGLIA CHE SIETE AVETELA FACCIA E LA COSCIENZA COME UNA CLOACA A CIELO APERTO DOVE DIGNITA’ E MORALITA’ SONO UN OPZIONAL CHE DIFFICILMENTE POTETE METTERVI ADDOSSO.

  7. Ricordati se ti sei distratto che il pluri-pluri-pluri berlusconi in questo momento è amico di merenda di un certo renzi che manco a frlo apposta oltre ad essere il presidente del consiglio è anche segretario del partito nel quale il tuo duce fa parte e nel quale a discapito degli italiani fanno i propri affari. Mettitelo bene in testa.

  8. Cara rita, non ti nascondo il mio avvilimento nel vedere persone, soprattutto giovani, che si fanno ammaliare dal comportamento autoritario di De Luca. Capisco le persone che grazie a lui lavorano a discapito di altri, loro lo osannano anche se compisse omicidi seriali. Ma mi stupisce vedere la leggerezza, per non dire ignoranza, della persone che da De Luca non hanno ricevuto nulla, anzi, se mai gli ha reso la vita più difficile, e loro manco lo sanno, addirittura lo gradiscono. Perché? Perché almeno lui qlc l’ha fatta, perché le luci sono belle, ecc… Io dico che per fare le luci ci ha dissanguato, che per ogni piazza ha fatto chiudere una fabbrica, che Salerno “lavorativamente” parlando, si divide su chi conosce a De Luca e chi no. La risposta più triste è :”Tutti fanno così” ecco come si giustifica tutto, ecco la nostra mentalità mafiosa che esce allo scoperto. Allora mi chiedo come poter combattere questa presa in giro cosciente e tacita che questi individui attuano nei confronti di De Luca. Come una persona di buona volontà possa emergere in questa schifezza di mentalità. Manca il senso civico per me, ognuno pensa ai fatti suoi. De Luca è la massima espressione di tutto ciò.

  9. x attilio 22 gennaio 2015 at 16:06 Io saro’ pure distratto ma a me di Renzi non me ne fotte un Caxxo , cerca quando vuoi rispondere di rispondere a tono di quello che leggi ed io dicevo indipendentemente da Renzi che molti di voi che scrivete, vi scandalizzate del condannato De Luca ,ed osannate quel giglio di Berlusconi ….basta . CIAO e se sei uno quelli sputati in faccia e mettiti vergogna

  10. Approvo tutto ciò che hai scritto, hai fatto un’analisi giusta di Salerno! Come fanno quelli che non hanno avuto nulla a difendere questo omino? Perciò Salerno è finita…

  11. Era ovvio,la colpa e sempre di Berlusconi!!!!!Sig.Attilio lei quando parla sembra che sta a un funerale.Le sentenze non si discutono si applicano.Il popolo ha deciso il tuo padrone De Luca è colpevole.

  12. Ma che vi ha fatto????..ma dove vivete???…..ma dove andate????…e da dove venite???’….sdilinguate con commenti rancidi e rancorosi e disegnate a parole uno scenario da “crociate” sante contro l’usurpatore delle vostre candide “virtu'” stando comodamente seduti su di una sedia rovente e immeritata oscurata dalle grosse chiappe che a furia di non muovervi vi ritrovate….contattatevi,ritrovatevi se ancora non vi conoscete e insieme a quei quattro sfigati ridicoli dei grillini cambiate posto….se ci riuscite

  13. XSalernitano Fiero per i peones paolo e rita.
    Ma chi sei?
    Tu da dove vieni? Immagino che sei uno di quelli che “sua maestà” ha sistemato a danno di altri. Il tuo padrone è stato condannato e rispetti la legge. I grillini, come tu li chiami, sono persone incensurate e che nulla hanno a che vedere con questo personaggio e, di conseguenza, con te.
    Vuol dire che a Dicembre le luci le faremo a Fuorni.

  14. Sono convinto che la legge Severino, per DeLuca, farà il suo corso.
    Inoltre, se si andrà alle primarie regionali, le gente non lo voterà.
    De Luca, ormai, appartiene al passato.

    Complimenti a Rita per il suo commento. Bisognerebbe farne un manifesto cittadino.

  15. «Se dovessi essere condannato rispetterei la legge, rigorosamente, come sempre abbiamo fatto». Lo assicura il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca (Pd) riferendosi all’udienza, in programma domani, mercoledì, del processo nel quale è imputato per peculato per le vicende del termovalorizzatore e per il quale il pm ha chiesto una condanna a tre anni di reclusione.
    «Non so quanti in Italia hanno fatto come me – ha detto De Luca intervenendo su La7 al programma «Otto e mezzo» – Sono uno che ha rinunciato alla prescrizione per ben due volte. Rispetto rigorosamente l’autonomia della magistratura, credo che dobbiamo avere senso delle istituzioni. Rifarei dal primo all’ultimo tutti gli atti amministrativi che ho fatto. Queste vicende giudiziarie – ha aggiunto – riguardano tutti problemi legati alla trasformazione urbana e alle opere pubbliche, non questioni personali. Io sono convinto che su questi temi si debbano accendere i riflettori e non debbano essere vissuti con imbarazzo. Se non risolviamo questo problema del groviglio burocratico-amministrativo e del groviglio legislativo-normativo, l’Italia rimarrà un paese paralizzato perché – ha concluso De Luca – l’unica legge che viene applicata in tutte le regioni e da tutte le forze politiche è la paura della firma. In Italia non firma più niente nessuno».

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.