Aversa bisognosa di punti, guai a sottovalutarla

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
tifosi_Aversa_NormannaPenultima in classifica con appena 12 punti all’attivo ed una sola vittoria conquistata nelle 21 gare fin qui disputate, l’Aversa Normanna è avversario da prendere con le pinze. Già, perché la squadra materasso del girone d’andata non c’è più. La rivoluzione, iniziata con gli esoneri dei fratelli Novelli, l’ingaggio del nuovo allenatore Marra e l’incarico di direttore sportivo a Costagliola, hanno fatto sì che la compagine cara al patron Spezzaferri diventasse cliente scomodo per chiunque. Chiedere alla Casertana per credere. La scorsa settimana, in un campo ridotto ad un pantano, il team di Campilongo (che pure era riuscito a portarsi in vantaggio con Murolo) ha subito la reazione veemente dei padroni di casa, che sono riusciti a pervenire al pareggio con Cossentino (sugli sviluppi di un corner).

A gennaio l’Aversa Normanna ha rivoluzionato anche l’organico: in realtà già in precedenza erano arrivati atleti svincolati del calibro di Catinali, Giannusa e De Luca. Poi, è stata la volta del portiere Lagomarsini (Messina); dei difensori Agresta (svincolato), Amelio (Melfi), Cossentino (Reggiana), Petricciuolo (Avellino); dei centrocampisti D’Attilio (Avellino), Sassano (Cosenza); e degli attaccanti Evangelista (Avellino), Mosciaro (Cosenza). Il gioiellino della squadra di mister Marra è l’attaccante De Vena, di proprietà del Parma, che ha messo la sua firma su 7 dei 17 segnati dai casertani (31 sono quelli subiti). Contro la Casertana, mister Marra ha schierato i suoi con un 4-3-3 “mascherato”, visto che un componente del tridente era l’ex granata Capua (che è un centrocampista bravo ad inserirsi in avanti).

Dopo un avvio stentato, Marra ha inserito in campo De Luca, che ha rivitalizzato l’attacco dell’Aversa e che domenica dovrebbe tornare nell’undici titolare, al pari dell’esperto Catinali e probabilmente anche di Giannusa. A partita in corso potrebbe esserci spazio per quel Cicerelli che creò scompiglio nella retroguardia granata nella gara d’andata. Mentre il baby Martiniello è destinato ancora una volta alla tribuna e da qui alla fine del mercato potrebbe cambiare aria.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.