I fatti del giorno: lunedì 26 gennaio 2015

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Rassegna_fattiGRECIA. TRIONFO TSIPRAS E PARTITO ANTI-AUSTERITA’ SYRIZA
   SFIORA MAGGIORANZA ASSOLUTA. EUROPA RIUNISCE VERTICI
Alexis Tsipras e il suo partito di sinistra anti-austerità
Syriza trionfano nelle elezioni politiche in Grecia. Tsipras si
ferma pero’ a 149 seggi, due dalla maggioranza assoluta, e
dovra’ cercare un alleato per governare. ”La troika è una cosa
del passato. Il voto contro l’austerità è stato forte e chiaro”
dice Tsipras davanti a una folla in delirio. Oggi si parla di
Grecia all’Eurogruppo, prima vertici di Europa e Eurozona.
—.
   QUIRINALE, RENZI VEDE OGGI PD E DOMANI GLI ALTRI PARTITI
   FIBRILLAZIONI IN FORZA ITALIA, CIVATI EVOCA SCISSIONE IN PD
Oggi il Pd, domani gli altri partiti. Matteo Renzi avvia le
consultazioni per il Quirinale. Fibrillazioni in Forza Italia,
con Raffaele Fitto che intravede il rischio di “un’obbedienza
cieca” al premier. Nella minoranza Democratica Pippo Civati
insiste nel rilanciare Prodi e arriva a evocare la scissione.
Per il vicesegretario Guerini il Pd non puo’ fare da solo.
—.
   DURO SCONTRO RENZI-ASSOCIAZIONE NAZIONALE MAGISTRATI
   PREMIER TORNA SU TEMA FERIE. ANM: TIMIDEZZA SU CORRUZIONE
Duro scontro tra il premier Matteo Renzi e i magistrati. Renzi
torna sul taglio alle ferie dei magistrati: ”L’Italia per prima
cosa è la patria del diritto” dice, e definisce ”ridicole” le
“contestazioni” del procuratore generale presso la corte
d’Appello Marcello Maddalena. L’Anm rimprovera al governo “la
timidezza in materia di prescrizione e corruzione”.
—.
   EGITTO, ANNIVERSARIO DEPOSIZIONE MUBARAK FINISCE NEL SANGUE
   SCONTRI FRATELLI MUSULMANI-ESERCITO, ALMENO 18 MORTI
   Scontri sanguinosi tra sostenitori dei Fratelli Musulmani e
le forze dell’ordine nel quarto anniversario della Rivoluzione
egiziana che depose l’allora presidente Hosni Mubarak. Il
bilancio ufficiale provvisorio e’ di almeno 18 morti.
—.
   RISOLTO ”GIALLO” OMICIDIO MEDICO IN PENSIONE VICINO ROMA
   FERMATI TRE GIOVANI ROMENI, PRESUNTI RESPONSABILI
Risolto il ”giallo” dell’omicidio di Lucio Giacomoni, il
medico di famiglia in pensione ucciso venerdì sera a Mentana,
alle porte di Roma. Fermati i presunti responsabili, tre giovani
romeni. Hanno ucciso per 1.800 euro, un tablet e un iphone.
—.
   LEADER LABURISTA AUSTRALIANO VA A COMBATTERE ISIS IN SIRIA
   LO RIFERISCE ABC ONLINE. SE TORNA IN PATRIA RISCHIA ERGASTOLO
Secondo la rete televisiva Abc online, il leader del partito
laburista dell’Australia del nord Matthew Gardiner si e’ unito
ai combattenti curdi contro i militanti dello Stato islamico
(Isis). Se torna in patria, Gardiner rischia l’ergastolo.
—.
 JUVENTUS VINCE COL CHIEVO E GRAZIE A PARI ROMA SALE A +7
   KO A SORPRESA PER INTER, 0-1 IN CASA CONTRO IL TORINO
La Juventus vince col Chievo per 2-0 e grazie all’1-1 tra
Fiorentina e Roma aumenta a +7 il vantaggio sui giallorossi. Ko
a sorpresa per l’Inter: 0-1 in casa col Torino. (Fonte ANSA).
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.