Dove viaggiare low cost in Italia?Salerno seconda nella classifica delle 10 città da visitare nel 2015

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
salerno_panorama_caseL’abitudine a viaggiare low cost fa parte ormai dei comportamenti dei viaggiatori in Italia ma non solo e, complice la crisi e un certo timore a sbilanciarsi nelle spese (specialmente quelle destinate ai viaggi quelle nei viaggi), la ricerca del viaggio e del risparmio è un abitudine che ormai si è ampiamente diffusa. Il motore di ricerca ProntoHotel.it suggerisce in Italia le città più interessanti per quanto riguarda il buon rapporto qualità prezzo. Molte idee per chi è nella fase di pianificazione di soggiorni già a partire da questa prima metà dell’anno: località che vantano un’offerta turistica ricca per arte, storia, cultura ed intrattenimento e, soprattutto, per tutte le tasche. Se la condizione per partire è quella di risparmiare ProntoHotel stila una classifica delle città che uniscono la bellezza del territorio a soluzioni di alloggio a prezzi contenuti.Fonte: www.prontohotel.it

1) Trapani, perla della Sicilia, con un clima invidiabile tutto l’anno è una destinazione che non può mancare nelle scelte dei viaggiatori del 2015. Patrimonio culturale, immersa tra mare e monti, una località ben servita da tratte aeree low cost, è tra le città più economiche del 2014! Soggiorni in hotel con una media di 75 euro a notte.   

2) Salerno, meta turistica interessante per la storia, i tanti eventi organizzati sul territorio ed una tradizione di buona cucina è una delle località che richiede budget alla portata di tutti. Per una camera la media è di 82 euro. 

3) Pisa, destinazione da non perdere, ideale per qualche scatto davanti alla famosa Torre in piazza dei Miracoli. Località da sempre meta di turismo internazionale, quest’anno si potrebbe inserire nella tabella di marcia dei weekend 2015. La media dei prezzi per il 2014 è su una media di 83 euro a notte in doppia

3) Agrigento, nella sua unicità racchiusa nella famosa Valle dei Templi, dichiarata dall’Unesco Patrimonio mondiale dell’umanità, è la seconda meta siciliana che si consiglia per chi cerca un soggiorno indimenticabile senza dover pagare cifre rilevanti per l’hotel (media 83 euro a notte in camera doppia). 

4) Cagliari, capoluogo ricco di storia e tradizione, una cittadina dinamica per chi non rinuncia, in particolare in estate, alla vita notturna. Spiagge lunghe e sabbia fine di giorno e tanti eventi la sera. Prezzi accessibili per un hotel nel centro di questa splendida località (89 euro la media del 2014). 

5) Bergamo, meta da non perdere che si racconta soprattutto nella città alta, cinta dalle mura, che si apre su panorami suggestivi di montagne. Testimonianze di epoca romana e medioevale, un tuffo nel passato per chi sceglie un soggiorno in questa splendida città (prezzi medi sui 91 euro a notte). 

6) Catania, tra mare, chiese e attività enogastronomiche è una meta da visitare per il 2015. La forza attrattiva dell’Etna e la cultura dell’ospitalità rendono questa meta una tappa imperdibile se si pianifica un viaggio in Sicilia. La media dei prezzi del 2014 è di 95 euro. 

7) Rimini, meta ideale per le vacanze estive per più target. Rimini è un asset del turismo romagnolo, regina del turismo estivo per qualità di servizi, organizzazione e varietà di soluzioni di alloggio anche per esigenze più specifiche. I prezzi si attestano su una media di 97 euro. 

8) Lecce, culla del barocco è una città di una ricchezza culturale e architettonica unica nel nostro Paese. Una destinazione che unisce il fascino della storia, ai suoi colori suggestivi, ed un centro storico incantevole.  Gli hotel per il 2014 applicano una media di 98 euro a camera in doppia. 

9) Lucca, fiore all’occhiello per il turismo toscano, questa splendida località si distingue per la bellezza artistica delle sue Mura, del suo Duomo e delle sue torri. Nel 2014 i prezzi degli hotel hanno registrato una media di 100 euro a notte in doppia.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Confermo, le prime 3 città più interessanti per una bella vacanza sono proprio nell’ordine Trapani, Salerno e Siracusa (non citata da prontohotel) se si escludono i pentacagati che vivono in dette città.
    Le città sul mare sono tutta ‘nata storia…

  2. Se avessimo l’aereoporto funzionante, e non solo nelle promesse, saremmo ampiamente al primo posto e non solo per Prontohotel.

  3. Prima di elogiare riflettete su un dato inequivocabile, turismo low cost ovvero a prezzi bassi che non è propriamente quello che spende di più sul territorio, ovvero “mordi e fuggi” che alla lunga non porta alcun beneficio sull’occupazione(i dati economici degli ultimi due anni dicono che nel settore turismo a Salerno città si licenzia anzichè assumere) e costringe ad antropizzare ancor di più il territorio per l’inevitabile fame in occasione degli eventi di parcheggi,etc…………….

  4. Non elogiamo nessuno, abbiamo semplicemente detto che Trapani, Salerno e Siracusa sono le città dove più ci piace andare. Queste sono città di cafoni che attirano altri cafoni e noi siamo cafoni da “panem et circens”. Poi se al “caro-amico” non piace la puzza del cuoppo di pesce fritto e a lui la plebe non porta niente può tranquillamente andare in vacanza a Beverly Hills in compagnia di Barbie che a noi non ce frega niente. Noi andremo in vacanza a Trapani, Salerno e Siracusa e non a Beverly Hills.

    Diciamo che l’amico si disturba politicamente se in giro si parla bene di Salerno.

  5. A quello che ha replicato 31/01/2015 00.54, vorrei precisare che non soffro di nessun “disturbo politico” (in quanto totalmente “apolitico e schifato della politica in generale) perchè si parla bene di Salerno anzi tuttaltro, volevo solo porre l’accento sul tipo di turismo che si è sviluppato e si và praticando attualmente a Salerno punto, poi ad ognuno le sue considerazioni…………….

  6. Bene il suo chiarimento, avevo frainteso.

    Le proposte e i dibattiti per il bene comune sono ben accetti ma
    quello che indispone è che per ogni iniziativa presa in questa città c’é sempre una polemica contro.
    Se una comunità non è coesa e non aiuta chi decide non ha molte chance di progredire a mio avviso.

    La teoria del cuoppo porta piccoli soldi ma i soldi si fanno con i piccoli soldi oppure con i grandi bluff (p.es. come Apple, Expo ecc.), poi bisogna dire che non abbiamo solo il low cost c’é anche il middle-cost delle crociere ed il maxi-cost della Amalfitana.

    Qualcuno proponga un’alternativa al turismo low-cost adatto a questa città.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.