Soget , Cammarota: “Ora intervenga il Comune e sospenda tutto”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
21
Stampa
consiglio_comunale_2013_“I nodi vengono al pettine”, tuona l’avv. Antonio Cammarota, che lo scorso anno aveva chiesto di rescindere per inadempienza il contratto tra Soget e  Comune di Salerno, dopo l’emissione delle cartelle pazze piene di errori : “in quell’occasione”, continua Cammarota, “fu attivato presso l’associazione La Nostra Libertà una consulenza legale gratuita  per tutti coloro i quali dovevano impugnare gli errori della Soget e quindi del Comune di Salerno e fu presentata istanza urgente al Sindaco e all’Assessore perché si determinasse una modifica dei comportamenti e delle modalità di accertamento e della riscossione”.

Le tasse vanno pagate ma i cittadini onesti non vanno vessati, in particolare in questo momento di gravissima crisi economica: “non è pensabile”, continua Cammarota “che il potere-dovere da parte del concessionario di ente pubblico consenta comportamenti arroganti e inaccettabili che rompono il patto sociale allontanando il rapporto contribuente-esattore dai valori di giustizia sociale ed equità ed intaccano il rapporto etico tra cittadino e istituzione”.

In questi giorni Soget sta inviando sanzioni sulla base degli accertamenti effettuati , e “non vi era alcun obbligo di far entrare nessuno in casa ancor più perché sono di pubblica fede gli atti notarili, catastali e anagrafici in possesso della Pubblica Amministrazione e quindi sufficienti per determinare i tributi”, incalza Cammarota, “ora si è determinata un’inversione dell’onere della prova, prima era il Comune che doveva dimostrare la non corrispondenza tra atto formale e la superficie reale, ora per effetto magari di errori e superficialità ci si trova a dover inseguire la Pubblica Amministrazione in ordine alle superfici catastali rese con costosi ricorsi e richieste di perizia”.

Per l’avvocato salernitano questo è inaccettabile: “il Comune intervenga e corregga il tiro, sospendendo le cartelle e ridefinendo ogni cosa”, chiede Cammarota, che annuncia, come lo scorso anno, “assistenza gratuita ai cittadini con i legali dell’associazione La Nostra Libertà  tutti i martedì dalle 18.00 alle 20.00 in via Petrone presso la sede dell’associazione” .

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

21 COMMENTI

  1. Ragazzini a cui hanno dato un misuratore laser in mano che non sanno nemmeno come si usa….Misure del tutto sballate e prese a capocchia….Spero per voi che non mi arrivi mezzo accertamento perchè su quei fogli che rilasciate c’è il cognome di chi ha effettuato la misurazione, quindi me la prendo direttamente con lui perchè io non posso perdere tempo a dimostrare che il bimbetto non sa prendere nemmeno le misure….Quindi altro che servizio gratuito…..

  2. Il comune sotto la dirigenza del sindaco ha fatto abuso d’ufficio affidando alla soget di far entrare nelle case dei salernitani igganandoli . Ma tutto questa vicenda la vede qualche giudice, ci deve pensare sempre avv Cammarota?

  3. Non fate entrare questi mercenari a casa vostra, dite che siete impegnati a riceverli se vogliono fare i controlli vadano al catasto.

  4. io non li ho fatti entrare…accertassero d’ufficio la superficie della mia abitazione…E’ rimasta identica a quando fu realizzata negli anni ’80…Andassero al catasto al posto di regalare soldi alla SOGET….

  5. Il contribuente è indifeso! Conoscendo parecchi di coloro che andavano facendo rilievi nonchè le proprie capacità, non ho mai consentito a nessuno di accedere in casa mia. Pago le già pesanti imposte del comune di Salerno e non vorrei trovarmi pure a girare uffici ed a fare lunghe code per dimostrare le imbecillità scritte dalla SOGET, società che contribuisce ad appesantire il già pesante bilancio del comune.

  6. E chi come me ha fatto l’errore di farli entrare in casa e di pagare(doppio gravissimo errore) quanto chiestomi? Posso in qualche modo chiedere il rimborso o me lo prendo in quel posto?

  7. Avv. Cammarota! non sono della sua parte politica, ma non posso non apprezzare l’impegno profuso da Lei e dai suoi collaboratori per proteggere i cittadini salernitani tartassati dal comune guidato da chi sa vendere solo tanto fumo, fumo ,fumo. Prosegua la Sua opera, ci vedremo alle prossime elezioni….

  8. Io penso che i cittadini onesti non hanno nulla da temere. Facciamo finta di non conoscere come ha funzionato per anni, dove gli onesti hanno dichiarato fino all’ultimo cm2 e tanti tantissimo ”furbi” che ci hanno sempre marciato. La solita morale all’Italiana!

  9. mi preme segnalare : come mai e’ stata incaricata una Societa’ terza per i rilievi (e per le conseguenziali irrogazioni di sanzioni) con una semplice lettera di incarico ? Vi chiedo se si doveva o meno procedere con un regolare bando; vogliamo verificare l’organigramma di questa societa’ ? Come mai negli oltre 41.000 (Quarantunomila) accertamenti viene sempre stabilita , in maniera ripetitiva per ogni anno d’imposta, la sanzione per omessa denuncia o denuncia infedele ?
    Se il contribuente ha errato, lo ha fatto solo in sede di prima dichiarazione, perche’ gli viene contestata la stessa sanzione per piu’ anni ? Non e’ coercizione questa ?
    Naturalmente, un accertamento che dovrebbe riguardare una differenza minima di imposta, magari sui mq dell’abitazione, si rivela essere un vero e proprio salasso per le famiglie. Per cosa o per favorire chi?

  10. io sto in affitto e ho pagato le sanzioni perchè l’appartamento era dichiarato con superficie minore rispetto al reale, ma è colpa del proprietario che non ha dichiarato fedelmente
    i misuratori elettronici sono esatti , bisogna però fidarsi di chi fa la misura

    non è giusto comunque che il comune faccia pagare per gli anni fino al 2008, per chi è in buona fede avrebbe dovuto controllare prima i veri metriquadri ai fini della tassa sui rifiuti

  11. In tanti anni mai una batosta di tassa del genere, oltre 1000 euro per anni a partire dal 2008, eppure paghiamo tutte le tasse. Qui c’è incompetenza mista a la malafede dell’amministrazione comunale e siccome la carica maggiore al comune è quella di sindaco me la prendo con De Luca in persona, tra l’altro silente sulla questione.

  12. Scorrete i nomi e ne vedrete delle belle. Questo l’avv.Cammarota nn lo sa? Xke su questo nessuno interviene? Tutti conniventi? E allora nn lamentiamoci se arrivano le batoste. Gli stipendi come li pagano col piffero?

  13. Quanta IPOCRISIA! Da una parte e dall’altra! Lo sappiamo che siamo un popolo di evasori!

  14. Vergognati di quello che hai detto, lo stipendio medio si aggira intorno ai 1000 euro o poco più (dove arriva…), se il Comune di Salerno ti manda una botta da 1000 euro ed oltre per giunta per qualcosa di chiaramente meschino come ha fatto Soget dimmi se la gente non si deve incazzare..ipocrita sei tu che forse stai bene a denari o stai al Comune…

  15. …con tanti pseudo tecnici comunali, non si poteva far fare a loro questo controllo?! Almeno avevano anche maggiore legittimità a farlo e sicuramente l’amministrazione ( o meglio i cittadini!! ) avrebbero risparmiato!! Ma poi come si sfornavano i baba’??! Non ci avevo pensato! E’ sempre l’arte pasticci era che va conservata!

  16. Chi ha fatto l’errore di fare entrare questi bambocci a prendere le misure ed è sicuro che la superficie e inferiore a quella rilevata può nominare, a proprie spese, un tecnico di fiducia che asseveri il rilievo esatto e con tale asseverazione ne chiede la rettifica…
    I misuratori laser funzionano bene ma se il soggettone che prende le misure non disegna una planimetria ma si limita a prendere superfici rettangolari senza sottrarre quello che va sottratto è uno che non capisce niente di rilievi e gli hanno messo il giocattolo in mano.

  17. Ho consegnato la planimetria dell’Immobile e sto avendo solo guai.Faro’ ricorso.Hanno calcolato la mia soffitta dimenticando che ha un’altezza inferiore al metro e cinquanta.Mi hanno spiegato che il.mio “debito” parte dal 2008.Nn si capisce come funzioni la prescrizione per Soget.Ignoro come calcolino le misure e come sia possibile che gente tanto incompetente abbia tanto potere.Credo che con 20000 ricorsi e con giudizi severi(senza compensare) e condanne esemplari,queste figure inutili verranno azzerate.Ovviamente occorrono i ricorsi e l’indignazione dei cittadini.Io il ricorso lo faccio.Saranno anche 7mq ma visto che non esistono nella realta’,io li faccio correre a Loro e a chi li ha messi.CONTRO QUESTA GENTE BISOGNA OPPORSI.Nn vedo alternative.

  18. Caro signore delle 13:04 non mi permetterò di insultarla come ha fatto lei! sarebbe facile! Sono un pensionato con 1300 euro al mese sovraccaricato di tasse che ha pagato sempre fino all’ ultimo. Però non posso non sapere, come tanti, che mentre io pagavo fino all’ ultima lira (una volta) ed euro, c’erano e ci sono i soliti furbetti all’ Italiana che per anni hanno evaso, sapendolo bene, alla faccia degli onesti (pochi). Se poi lei non ne ha mai conosciuti di questi furbetti, sono problemi suoi e di tutti gli ipocriti all’ italiana. E cerchi di non offendere in maniera gratuita le persone!

  19. Le persone che sono alla Soget non conoscono la prescrizione,non sanno cosa dice il.decreto attuativo del 2004,ignorano i regolamenti comunali e materialmente non sanno calcolare una superficie imponibile,IO CITTADINO MA CHE COLPA NE TENGO?Senza essere un tecnico ci sono arrivato da solo che il sottotetto ha un altezza che non permette il calcolo tarsu.Possibile che non sappiano manco leggere una piantina?Io credo che loro abbiano aumentato le metrature volontariamente giocando su piccoli importi al rialzo e partendo dal presupposto(incostituzionale)che al cittadino non conviene ricorrere.La Magistratura dovrebbe verificare quante volte Soget abbia chiesto piccoli importi su pochi mq contestati.Si va dai 4 ai 7/8 mq.Se questa scenetta me la fai a raffica,vedi quanti soldi incassi senza averne titolo.Per me,se fossimo uno Stato di diritto,dovrebbero iniziare a verificare materialmente cosa stia combinando questa Societa’ sul suolo salernitano.

  20. La malafede dell’amminisrazione c’è in quanto l’Agenzia delle Entrate con comunicato in data 12.04.2013 ha reso esecutivo le procedure definite con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia del 29.03.2013, sulla base dell’articolo 14, comma 1, del Dl n. 201/2011, in merito alle modalità tecniche per l’interscambio dei dati relativi alla superficie catastale, determinata secondo i criteri stabiliti dal regolamento di cui al Decreto del presidente della Repubblica 23 marzo 1998 n. 138, con riferimento alle unità immobiliari a destinazione ordinaria, iscritte in catasto e corredate di planimetria;
    – le suddette procedure di interscambio tra Agenzia delle Entrate e Comune servono ad addivenire alla determinazione della superficie assoggettabile alla TARI pari all’80 per cento di quella catastale determinata secondo i criteri stabiliti da regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 138 del 1998;
    – i comuni devono comunicare ai contribuenti le nuove superfici imponibili adottando le più idonee forme di comunicazione e nel rispetto dell’articolo 6 della legge 27 luglio 2000, n. 212.
    La maggior parte dei Comuni italiani per il calcolo delle superfici ai fini della tassa rifiuti si rifanno a quanto sopra detto. Al comune di Salerno non conviene l’interscambio dei dati con l’agenzia delle entrate in quanto applica la tassa sui rifiuti sull’intera superficie calpestabile per le aree accessorie mentre il DPR 138/98 dice che è dovuta nella misura del 50 per cento della superficie per i vani accessori direttamente accessibili dalla superficie principali e nella misura del 25 percento per i vani accessori non direttamente accessibili dalla superficie principali

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.