Timbrava il badge in entrata e si assentava dall’Ufficio per ore, denunciato dipendente ASL Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
21
Stampa
ASL_SalernoDurante una attività di ordine pubblico effettuata il 28 gennaio scorso da personale della Polizia di Stato appartenente alla DIGOS della Questura di Salernoin occasione della manifestazione di protesta dei dipendenti delle ditte di sanificazione ospedaliera, gli agenti hanno accertato che un dipendente dell’ASL di Salerno stava perpetrando una truffa in danno dell’azienda sanitaria. In particolare i poliziotti hanno accertato che l’impiegato, dopo essersi arbitrariamente allontanato dall’Ufficio per diverse ore, vi faceva rientro nel pomeriggio, nell’approssimarsi dell’orario di fine turno, da un ingresso secondario, con l’unico scopo di marcare l’orario di uscita col badge personale. Nella circostanza l’uomo, pur avvedutosi della presenza di personale della Polizia di Stato, tentava in diverse occasioni di approfittare del momento propizio per timbrare il cartellino senza dare nell’occhio, con esito negativo.

Ad un certo punto l’impiegato, ritenendo che in quell’istante i poliziotti fossero disattenti in quanto impegnati in altre attività di Polizia, si è avvicinato ancora una volta al dispositivo elettronico ed ha timbrato il badge registrando l’orario di uscita. I poliziotti che tenevano d’occhio l’impiegato, avendone capito le intenzioni truffaldine, lo hanno immediatamente bloccato contestandogli il reato commesso; l’uomo per difendersi dall’accusa di truffa ha dichiarato ai poliziotti di essersi dovuto assentare per breve tempo dall’Ufficio per spostare l’autovettura nel parcheggio aziendale, ma le sue giustificazioni sono apparse palesemente infondate. Per tale motivo l’uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, perché ritenuto responsabile di truffa aggravata in danno dell’ASL.

Comunicato Ufficiale della Questura di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

21 COMMENTI

  1. Ladri,parassiti,vermi,avete un posto che vale più di una vincita al superenalotto e vi rubate lo stipendio con la complicità dei sindacati. E io per guadagnarmi da vivere devo Lavorare 365 gg all’anno e pagare le tasse per mantere gente come voi.Siete senza dignità,mi fate schifo.

  2. D’accordo con il post di prima ma rispetto alle ladrate al Comune di Salerno questa vicenda qui meriterebbe un angolino in basso a destra… E’ la vergogna che si stà scoprendo al Comune di Salerno il tittolo da mettere in prima pagina so ogni dignitoso giornale salernitano, vergogna che ci stà costando tasse ben al di sopra della media nazionale e al di fuori della portata dei normali ed onesti cittadini.

  3. Condivido tutto del tuo intervento, sappi che ce ne sono molti altri cosi’ ; ma poi ci dovrebbero spiegare perche’, in casi come questi, si procede solo con una semplice denuncia e non con un licenziamento in tronco !

  4. In un paese serio sarebbe licenziato in tronco, questo parassita…se la vita fosse giusta questa persona dovrebbe essere disoccupato come tanti parassiti, invece più sei una merda più la vita e questa società ti premia, poi dici che uno pensa al suicidio…

  5. Noi che lavoriamo nel privato………
    siamo doppiamente indignati sia come contribuenti che come lavoratori……………….
    Noi lavoriamo ben oltre l’orario di lavoro e non ci pagano lo straordinario……………
    Cacciatelo senza se e senza ma……………..

  6. e ora vediamo il saputello, tuttologo, imparziale, corretto, ecc. del direttore generale come saprà far valere il pugno di ferro….Io non ci credo! Anche lui chinerà il capo….

  7. E io devo pagare il 50 x cento del poco che quadagno lavorando tutti i giorni festività comprese per mantenere queste persone? Dico ai giovani senza lavoro di andare via da Salerno dall’Italia e tornarci solo per le vacanze. Siamo senza speranza.

  8. messo in croce come dice piu di uno senza se e senza ma…… sicuramente va punito per il danno all’azienda e alla comunita’ ma penso che non sia colpa sua se lui lavora e qualcuno no…. il lavoro che manca sappiamo bene a chi e’ da addebbitare poi ,se ci fa star bene ,prendiamocela pure con il disgaziato di turno ma ricordiamoci che le vere colpe le ha chi dovrebbe controllare e non lo fa o lo fa a modo suo con il ritorno o senza…. e questo avviene nello stesso modo sia nella fabbrichetta di paese che nel governo… solo che li , anche se scoperti, non paga mai nessuno!!!

  9. Semplicemente basta! questo bisogna dire ai cari dipendenti pubblici. Non è possibile accettare tutto ciò.. io conosco gente che per una gravidanza è stata a casa 1 anno e mezzo ma che scherziamo? e poi perchè gli statali devono lavorare solo 7 ore al giorno se ti va male altrimenti se stai a scuola te ne bastano 18 settimanali? questa è l’italia che non va.. io privatizzerei tutto!!!

  10. Spero non venga tutto insabbiato..ci sarebbe da fare un nodo al fazzoletto..e chiamare striscia la notizia.

  11. Col bisogno di lavoro e la disperazione che ci sono in giro, certi comportamenti sono ancora più odiosi.

  12. quello che mi fa ancora più schifo sono questi inutili sindacati che sanno benissimo che non sono casi isolati, ma di questi parassiti il pubblico impiego ne è pieno fino alla nauseae,loro ancora che li difendono.VIA I SINDACATI E VIA I PARASSITI NE ABBIAMO LE SCATOLE PIENE,LASCIAMO LAVORARE LE PERSONE SERIE

  13. Licenziamento in tronco!!!!!……… insieme ai suoi dirigenti che evidentemente, fanno lo stesso o peggio.
    Io lavoro con il privato, e se facessi un giochetto simile, sarei spedito a casa, perché qualcuno controlla. E nel pubblico chi controlla???? Il capo ufficio o dirigente che dir si voglia che fa?????

  14. Il fatto è che il pesce puzza dalla testa, lo sapete. I medici devono uscire dalla politica. Dico questo perché, forse siete giovanotti e non lo potete immaginare. In passato, ma forse ancora oggi, c’erano primari (e logicamente anche altro personale) che si facevano timbrare il badge (il cartellino insomma) da solerti infermieri. La maggior parte l’hanno passata liscia. Ora con questa controriforma alla Berlusconi (cioè la legge del ladro) si vanno a pescare i pescetielli, perché di un pescetiello si tratta. Se proprio volete andare a fondo, controllate i redditi e le proprietà di questo pescato e chiedetevi come abbia fatto ad avere tre o quattro appartamenti, se li tiene. E fate questo soprattutto con tutti i ricconi che non si fanno vedere.

  15. daccordissimocon il commento di ugo, aggiungo che oltre all’asl i parassiti sono presenti anche presso il s.leonardo dove mia madre per tanti anni si è spaccata il culo coprendo i turni dei tanti parassiti e parassite che raccomandati per avere il posto si prodigavano di prendersi ferie e cambi turno per fare i cazzi loro mettendo in croce la mia povera madre per coprire l’assenza con straordinari e turni differenti da quelli programmati. *****

  16. aspetto la replica del direttore megagalattico che ha sempre parole di motivazione: secondo me stavolta non replica perchè magari si tratta di qualcuno del suo staff?

  17. Questo oltretutto è pure uno scemo: Con le forze dell’ ordine sul posto si è permesso di fare questi giochetti: Str….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.