Fiume Sele, partiti i lavori di somma urgenza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Guardie_Zoofile_SeleSono partiti questa mattina i lavori di somma urgenza per riparare l’argine del fiume Sele nel punto di rottura. I lavori sono effettuati dal genio civile con il supporto dei tecnici comunali e con un finanziamento di 100 mila euro stanziati dalla Regione Campania. Lavori partiti, come richiesto dal sindaco Italo Voza, immediatamente, ad appena due giorni dall’esondazione.

Intanto è stata fissata per mercoledì 4 febbraio, alle 9.30, la conferenza dei servizi in Prefettura che era stata chiesta dal sindaco Italo Voza per discutere del progetto, del valore di 15 milioni di euro, di manutenzione e di pulizia degli argini e dell’alveo del fiume Sele, a cui sono invitati anche Genio Civile, Autorità di Bacino, Riserva Sele-Tanagro, Consorzi di bonifica Destra e Sinistra Sele.

La Giunta comunale, intanto, ha già approvato una delibera per chiedere lo stato di calamità naturale.

DATI

La superficie allagata si estende per 1.297,92 ettari, pari a 12,57 chilometri quadrati. I danni, ingenti, oltre che le abitazioni, riguardano soprattutto le colture. Grazie alla tempestività della protezione civile, non è stato perso nemmeno un capo bufalino, sebbene in zona vi siano circa 2000 bufale.

RICHIESTE DI RISARCIMENTO

Le richieste di riconoscimento dei danni vanno presentate entro sette giorni dall’evento alluvionale. Bisogna recarsi presso la sede della protezione civile (accanto alla chiesa di Santa Maria Goretti a Gromola) muniti di carta d’identità e codice fiscale,  martedì 3 e giovedì 5 dalle 9 in poi. E’ preferibile fotografare i beni danneggiati dall’alluvione da allegare alle richieste di risarcimento.

Da tre giorni numerose squadre di protezione civile (di Capaccio Paestum, della Regione e di altri comuni), vigili del fuoco, polizia municipale, carabinieri e semplici volontari, lavorano per aiutare le persone colpite dall’alluvione.

Nonostante la sua ambulanza sia stata dislocata altrove, non stanno facendo mancare il loro sostegno i volontari della Croce Rossa di Capaccio Paestum, sempre presenti fin dai primi minuti dell’alluvione.

Domani partiranno anche i lavori di pulizia del Museo Narrante che saranno effettuati dagli operai della Sele Calore.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.