Aeroporto di Salerno: la società diffida il Ministero dell’Economia e delle Finanze

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Aeroporto_di_Salerno_aereiIn data odierna la società “Aeroporto di Salerno – Costa d’Amalfi spa” ha trasmesso formale diffida al Ministero dell’Economia e delle Finanze a rendere ad horas il proprio parere favorevole alla concessione della gestione totale dell’Aeroporto di Salerno – Pontecagnano per la durata di anni venti, mediante la sottoscrizione del Decreto Interministeriale di Gestione Totale, stanti la sussistenza delle condizioni e dei requisiti di Legge. Tale diffida si è resa necessaria a seguito del perdurante rallentamento procedurale verificato presso il suddetto Ministero mentre, al contrario, ENAC ha già reso il proprio parere favorevole in data 9 Novembre 2014 e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha reso il proprio parere, pur esso favorevole, in data 24 Dicembre 2014.

“E’ del tutto incomprensibile ed immotivato – dichiara il Presidente della società Ing. Antonio Ilardi – il costante differimento della positiva conclusione dell’iter amministrativo relativo all’Aeroporto salernitano, il cui mancato perfezionamento dipende unicamente da una non corretta gestione del potere pubblico procedurale, in contrasto con il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione”. “Tale rallentamento – prosegue Ilardi – è stato provocata negli ultimi due anni dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, ed è del tutto incompatibile con gli stringenti tempi contemplati dal D.L. 133/2014 cd “Sblocca Italia”.

Il MEF rischia, quindi, di generare un danno enorme alla società rinvenibile nella perdita degli oltre 50 milioni di euro già investiti; nella revoca dei 40 milioni di euro previsti a suo favore dall’art. 3 comma 2 lettera “c” del D.L. 133/2014, convertito in Legge 164/2014; nei mancati ricavi derivanti dalla immotivata perdurante condizione di gestione parziale precaria; nei maggiori costi per il diretto espletamento del servizio antincendio, pur essi cagionati dalla già citata condizione di gestione parziale precaria; per un totale di oltre 100 milioni di euro.” “Proseguiremo, senza timori reverenziali – conclude Ilardi – la nostra battaglia a favore del Territorio salernitano e lucano, rivolgendo un accorato appello alle Regioni Campania e Basilicata, alla Provincia di Salerno, alla Camera di Commercio, ai Parlamentari, ai Sindaci, alle organizzazioni imprenditoriali e sindacali affinché difendano, insieme a noi e in spirito di totale unità, questa irripetibile occasione di sviluppo”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Bene la diffida.
    I cittadini dello stato italiano non sono messi sullo stesso piano.
    A NORD vengono concessi e finanziati Aeroporti ogni 50Km (in perdita costante) a SUD uno ogni 500Km, tale e quale con Ferrovie e Autostrade e le infrastrutture al NORD si fanno pure con i soldi dei contribuenti meridionali se non esclusivamente con quelli (scippo dei FAS).

    Ma qui le persone libere che non si piegano ai voleri dei politici filonordisti e che difendono il Mezzogiorno vengono condannate, messe in galera o peggio accusate di aderire alle associazione malavitose tale e quale come successe con i briganti fedeli ai Borbone nella fatidica abusivamente detta Unità d’Italia voluta dai Savoia.

  2. diffidare significa: “Intimare a qlcu. di astenersi dal fare qlco”. se diffidano il ministero ad esprimersi ad horas significa che gli dicono di NON esprimersi velocemente. speriamo al ministero li capiscano…

  3. Falso. De Luca non é amico della Lega e non usa i metodi subdoli della Lega per avere consenso. De Luca é una persona estremamente chiara, determinata, laboriosa. Il suo eccesso di popolarità, che non lo aiuta, lo porta ad essere presente anche nelle liti di condominio. Tutti i meridionali sono autolesionisti poiché dopo 150 anni di colonianismo del SUD le speranze di autodeterminazione sono minimizzate tranne che per qualcuno (tra i quali De Luca) che usa il linguaggio della Lega come SPRONE a fare meglio.
    Al di là dell’argomento De Luca, l’aeroporto non va avanti primo perché i politici del territorio sono tenuti a bell’apposta divisi, secondo perché gli stessi devono obbedire ai capi filonordisti se vogliono fare un minimo di carriera, terzo perché giammai Lupi & C metteranno soldi nel meridione perché l’Unità d’Italia è presente solo sulla carta.
    Avete chiesto a Lupi: come si fa per andare da Napoli a Bari in aereo (le due città più popolose del SUD continentale) senza passare per Verona?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.