Decadenza De Luca: Consiglio Comunale prende atto venerdì 13

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
consiglio_comunale_2014_1Un’ora. Tanto hanno impiegato i capigruppo consiliari al Comune di Salerno per stabilire la data del prossimo consiglio. Si terrà venerdì 13 febbraio, alle ore 10. Non un’assemblea qualsiasi, ma l’assise che dovrà prendereatto della decadenza del sindaco Vincenzo De Luca e del subentro, come facentefunzioni, del suo vice Enzo Napoli. Qualche scaramuccia, un antipasto di quanto potrebbe accadere nel consiglio di venerdì, c’è stata già stamani, ma la questione sembra incanalata su binari certi. L’assemblea sarà preceduta, nella giornata di domani, da un vertice di maggioranza per mettere a punto la strategia dei deluchiani che punta, più o meno apertamente, a superare la data fatidica del 24 febbraio, l’ultima utile per indire i comizi elettorali ed andare al voto per le comunali già a maggio. Tecnicamente, ai sensi del testo unico degli enti locali, la presa d’atto della decadenza di De Luca da parte del consiglio comunale è un passaggio necessario ma non determinante, essendo una semplice recezione della sentenza della Corte d’Appello di Salerno.

Dunque, non si porrebbe la questione dell’esecutività della delibera comunale (dieci giorni a norma di legge). Se così fosse, il verbale di seduta del consiglio potrà essere inserita subito nel faldone in partenza per Roma, destinazione ministero dell’Interno. Tra quei documenti, ci sono anche la sentenza di secondo grado e la relazione della Prefettura sulla decadenza di De Luca. Dopodiché, il Viminale potrebbe impiegare quattro cinque giorni al massimo per decidere se scioglier eil consiglio e mandare Salerno al voto già a maggio oppure scapolare la data del 24 febbraio e rinviare il voto alla scadenza naturale del mandato: cioè, primavera 2016. Secondo alcuni, quest’ultima opzione sarebbe quella più saggia, poiché pende il ricorso in Cassazione contro la decadenza del sindaco De Luca. In caso di annullamento della sentenza e di voto a maggio, Salerno potrebbe ritrovarsi paradossalmente con due sindaci in carica e legittimamente eletti. Una bella matassa che toccherebbe al governo districare.

Fonte LIRATV

“La Prefettura – spiega all’ANSA il presidente del consiglio comunale Antonio D’Alessio – ha chiesto con immediatezza di notificare la sentenza del tribunale a tutti i consiglieri e di convocare così un Consiglio comunale che avesse semplicemente la funzione di informare tutto il consiglio della sentenza della Corte di Appello. La prefettura ci aveva chiesto di organizzarci in tempi rapidi, cosa che noi abbiamo fatto, rispettando i termini richiesti. Noi dobbiamo solo prendere atto di questa sentenza. La Prefettura – rimarca il presidente dell’assemblea – vuole da noi il verbale di presa d’atto che, una volta inviato in Prefettura, sarà poi inoltrato a sua volta al ministero dell’Interno che deciderà se le elezioni saranno a maggio 2015 o in altra data. Ed è una decisione esula dalla volontà del consiglio comunale. La presa d’atto che noi compiremo venerdì non è costitutiva di un nuovo stato giuridico dell’amministrazione comunale. Esiste già un vice sindaco e gli scenari non cambieranno”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. secondo altre interpretazioni il viminale convocherà i comizi elettorali al di là del dilatorio consiglio comunale

  2. La decadenza è italiana non di De Luca.

    Poi faranno come con Peppino Soglia e Vincenzo Giordano che dopo morti sono diventati eroi con i dovuti scongiuri per il nostro sindaco emerito naturalmente. Lunga vita a lui e allo staff.

    Andate a ca… tutti.

  3. voglio dire solo una cosa come cittadino. Voglio esprimere la mia considerazione personale. Esiste ancora la libertà di parola.
    Il sindaco di salerno secondo il mio punto di vista ha fatto tanto per salerno in termini di cantieri strutture, e lo sblocco economia luci d’artista.
    Ma Il sindaco cosa ha fatto per la Protezione Civile? Non ha rafforzato un sistema importante per quando succedono i veri guai…
    Non ha disposto nemmeno 1 euro
    Con questo ragionamento è per fare solo un piccolo esempio di quanto fumo viene messo alla gente e poi se partiamo dalle basi mancano le fondamenta di tutto.
    Saluti

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.