Frane e smottamenti su strada provinciale 33 a Castelnuovo di Conza (SA)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Castelnuovo_Conza_frana_SP33_1In una nota inviata alla Provincia di Salerno ed alla Prefettura il Sindaco di Castelnuovo di Conza (SA) Michele Iannuzzelli segnala i gravi dissesti lungo la Strada Provinciale 33 (ex SS1) chiedendo un intervento di somma urgenza a tutela della pubblica incolumità. “Come già comunicato – si legge nella missiva -si reitera la segnalazione di diversi dissesti e smottamenti nel territorio comunale che rendono la strada provinciale 33 impercorribile ed interrotta in più punti con situazioni di pericolo e rischio per i quanti transitano anche in relazione della mancanza di adeguata segnalazione”. Il Sindaco chiede un immediato intervento di somma urgenza per ripristinare le condizioni minime di sicurezza stradale ed il transito lungo un’arteria fondamentale di comunicazione tra la Valle del Sele e la Valle dell’Ofanto.

Castelnuovo_Conza_frana_SP33_2

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Da troppo tempo quella strada è trascurata e lasciata al degrado ambientale. Si sono costruite strade a scorrimento veloce che di fatto hanno escluso diversi piccoli paesi dell’alto Sele e dell’alta Irpinia. Quella strada serve quasi esclusivamente a collegare questi piccolissimi borghi, come Castelnuovo di C., con le arterie a scorrimento veloce. La percorrono i pochi residenti dei quei borghi e per questo ha finora meritato poca attenzione da parte dell’amministrazione provinciale. Eppure, se si vuole un recupero di quel territorio, risvegliando la sopita disposizione alla produzione agricola e all’accoglienza di un turismo alternativo più attento ai paesaggi incontaminati e rurali, bisogna porre rimedio in maniera seria e davvero risolutiva a quella trascuratezza che ha portato al degrado e all’abbandono di quella bella parte della nostra provincia. Avere buoni collegamenti stradali è essenziale! . Si deve fare per rispetto di quanti lì ancora coraggiosamente risiedono e lavorano, e lo si deve fare perché ormai non ci sono altre alternative convincenti per lo sviluppo della nostra società. I nostri coltissimi giovani potrebbero ritrovare gusto ad una vita più vicina a quella dimensione contadina dei nostri avi e chissà anche essere finalmente più felici ripopolando quei bellissimi borghi, che non restando ben vestiti a spasso per le vie di una città che da tempo non li vuole più.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.