Salerno: Commercio in crisi, se ne parla in un incontro sabato alle 11

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa

corso_shopping_vigili_urbani_negozi_1---CopiaLa crisi del commercio e della produzione salernitana è sotto gli occhi di tutti, tra saracinesche che si abbassano, attività che chiudono, giovani che non lavorano e vanno via. E’ colpa della crisi, ma non solo. E’ necessario fare sistema, con la partecipazione e il coinvolgimento di chi produce, per difendere con scelte coraggiose l’economia della nostra terra e della nostra gente. 

E’ questo il senso dell’incontro che si terrà Sabato 21 Febbraio, alle ore 11,00, nelle sale del Polo Nautico in via Lungomare Colombo di Salerno, sul tema “commercio, artigianato, imprese – progetto Salerno”, con il responsabile Città di Confcommercio Sabatino Senatore, il Presidente Provinciale della Confesercenti Enrico Bottiglieri, il Presidente Provinciale della Confederazione Nazionale Artigianato Sergio Casola, il Presidente Provinciale della Compagnia delle Opere e vice presidente di Camera di Commercio Antonio Ilardi, il Presidente Provinciale di Confindustria Mauro Maccauro, e con le conclusioni di Antonio Cammarota, consigliere comunale della città di Salerno e riferimento dell’associazione La Nostra Libertà.

“Mentre altri discutono di tavoli e di potere, noi affrontiamo i problemi veri della nostra terra e della nostra gente”, afferma Cammarota, “e lo facciamo con le categorie produttive, che vanno rese partecipi e protagoniste delle decisioni, perché solo con la concertazione tra mano pubblica delle istituzioni e l’interesse privato di chi produce si realizza la sintesi del bene comune”. E’ necessario dunque “fare sistema, valorizzare le eccellenze e l’artigianato, adottare misure fiscali di vantaggio, creare un marchio di qualità del commercio salernitano di promozione e di tutela, attivare iniziative e  manifestazioni mirate e condivise. Ed è il senso di questa manifestazione, per costruire insieme proposte concrete e vincenti”.

La Nostra Libertà

Il Presidente 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. Perchè non teniamo le luminare tutto l’anno visto che nel periodo natalizio c’è stato il boom del commercio, alberghi tutti esauriti, turismo alle stelle, milioni di visitatori?

  2. Ma Vi siete sbagliati non è possibile , non ci credo ….Il nostro “amato e venerato” sindaco ci ha detto e ridetto che Salerno è l’eccezione nella generale crisi economica del nostro Paese. Le Luci, le luminarie hanno portato lustro e rimpinguato le casse dei nostri commercianti …ma mi sorge un dubbio: sono forse tutte fesserie , balle, fumo negli occhi per i poveri allocchi salernitani????

  3. E la ricchezza di Salerno grazie all’evento planetario delle Luci d’Artista? Che ha dato lavoro a milioni di salernitani? I B&B usciti come fungi, ora che fanno? La colpa è dei commercianti che non sanno sfruttare questo evento universale. Ricordatevelo quando andrete a votare adesso per le regionali e per le comunali l’anno prossimo.

  4. Che De Luca abbia dipinto una Salerno come Parigi era evidente che fosse una cretineria,ma che Cammarota oggi possa essere il Nuovo Difensore della Comunita` Salernitana mi inquieta forse piu` delle trovate mediatiche dell’ Ex Sindaco.De Luca proponendo una Festa di Paese,nel corso della quale hanno chiuso molti negozi storici,ha dipinto realta’ surreali,usando a sostegno figure come Tripadvisor,sito ritenuto “dubbio” per recensioni e affidabilita` da giornalisti della Bella Trinacria.E` evidente che Salerno.non e’ Parigi,non sembra Rio de Janeiro e non e’ neanche Napoli.Salerno e’ semplicemente Salerno,ovvero una gradevole citta,coccolata dal Monte Bonadies e sospesa tra la Divina Costiera e i Templi di Paestum.In questo contesto,Salerno non puo` sostituirsi a realta’ incantevoli come Ravello,Amalfi,Positano ma deve semplicemente strutturarsi per cio` che e’,sostenendo un buon funzionamento dei servizi e ridimensionando il piu possibile l’impatto fiscale sui cittadini.Se si continua con paragoni fuori luogo,con tasse mostruose,con Opere che non vedono mai la fine e con servizi incongrui(Perche’ di che se ne dica la Differenziata propone ai cittadini di tenersi il pattume in casa o per strada) avendo un’Opposizione che a mio avviso appare magicamente slo in prossimita` di elezioni e soprattutto di voti,avremo sistematicamente buchi di bilancio e condizioni di poverta` sempre crescenti.Ritengo che l’unica strategia in questo casino sia solo una:il non voto.Con il 90% dei non votanti,nessuno e’ legittimato e si ricomincia un nuovo corso Istituzionale fatto di trasparenza vera,di informazione Vera e non al servizio della Politica,di Imprenditoria compatibile con il benessere della collettivita’ e di un Fisco Forte con gli evasori reali e flessibile con i cittadini realmente in difficolta’.Fin quando avremo un Governp Centrale che sembra uscito da un testo noto di Collodi e ammjnistratori locali a caccia di voti e poltrone,soluzioni concrete non potremo mai riceverne

  5. CARO LUCI D’ARTISTA ORA SENZA DE LUCA LE LUDI D’ARTISTA NON LE AVREMO NEMMENO PIU’ A NATALE. SE PRIMA ALMENO AVEVAMO UN SINDACO KE FACEVA DI TUTTO PER MANTENERE A GALLA IL COMMERCIO A SALERNO, ADESSO IL FUTURO LO VEDO MOLTO TRISTE.

  6. Ci vorrebbe uno come Ferrero a Salerno, altro che il distruttore di risorse economiche De Luca. Si penso che uomini come Ferrero della Nutella morto in questi giorni, per resuscitare Salerno, e per far capire ai politici che ci vogliono fabbriche non le luci d’artista.

  7. Il 50% dei cittadini non Vota.Il che significa che la legittimazione non esiste.Stesso discorso per Renzi.Per cui..il 60% dei votanti pro De Luca e’ il 30% degli aventi diritto.Ma chi li deve votare piu`.Tra Soget e tasse bestiali..a casa loro e le Opposizioni xhe appaiono sotto elezioni.

  8. zapata ha scritto in modo sarcastico la verita’, non e’ un offesa al 75% dei cittadini, guardate una volta tanto la Citta’ e vedete cosa e’ diventata dopo vent’anni di politica assolutista e arrogante di De Luca.
    Ha mai interpellato la ciittadinanza per ogni sua scelta scellerata che ha fatto, ha mai teso la mano ai cittadini, ha mai colloquiato con i cittadini, ha fatto solo monologhi, lui se le suonata e lui se le cantata, solo che di mezzo c’erano le sorti di una intera citta’.

  9. scusami rita ma cosa e’ diventata fammi capire. probabilmente non hai piu’ di vent’anni perche altrimenti sapresti come era la Salerno di prima di De luca. ma fatemi il piacere

  10. x kekko 73, ho 55 anni e ricordo bene Salerno com’era prima, non basta fare le rotatorie, le fontane, bisogna creare lavoro, cosa che oggi non c’e’.
    Per l’esattezza non c’era negli anni 80 o per soli pochi che avevano un santo in paradiso, ne ho visto di schifezze, e oggi non e’ migliorato, anzi abbiamo una citta’ immobilizzata, lavoro solo per gli amici degli amici, addirittura per fare la commessa ci vuole la raccomandazione, come ieri, non e’ cambiato nulla e’ semplicemente peggiorato

  11. Volevo andare anch’io al convegno, ma ho letto i nomi e mi è bastato per decidere di restare a casa. Fra essi c’è chi ha proposto di far parcheggiare le auto al Vestuti. L’unico suo intento ero quello di veder sciamare più persone possibili verso il proprio negozio. Bottegai!

  12. … ed è solo l’inizio! Come si può mantenere un’attività qui, con tutte le tasse da pagare, i soldi che non girano, i politici che rubano …

  13. E le Luci d’Artista??? A cosa sono servite??? Non mi direte solo alla campagna elettorale per la Regione dell’ exSindaco De Luca?

  14. per Telemaco, sei giunto alla giusta conclusione, la risposta e’ stata evidente per tutto l’evento.
    Ieri confrontadomi con una persona, che stimo, mi ha detto, ben vengono le luci di artista, basterebbe che invece di farle fare ad estranei e pegandole milioni di euro, basterebbe farle fare ai nostri artigiani, ai nostri giovani che hanno creativita’, incentivando le nostre potenzialita’ locali come Pontecgnano Faiano fa con i suoi mercatini natalizi.
    Sarebbe un evento che esalterebbe le capacita’ di noi salernitani, coinvolgendo tutti, come i cittadini di Giffoni Valle Piana sono parte attiva dell’evento Giffoni Film Festival che dura tutto l’anno con diversi eventi culturali, richiamando tutto il mondo.

  15. Vedo mio malgrado che tutti i sostenitori dello Zar sono scomparsi dai forum. forse stanno in letargo o forse stanno pensando alle municipalizzate che a momenti verranno messe in liquidazione e quindi si troveranno senza sponsor e senza lavoro. Per loro consiglio,non malox o altra medicina come facevano loro quando erano all’apice della perdizione, di aprire cuopperie e patanerie al corso e nei mercanti. Così facendo forse sbarcheranno il lunario.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.