Accertamento invalidità solo in sedi INPS di Salerno e Nocera: Ministero risponde a interrogazione Iannuzzi (PD)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
INPSTino Iannuzzi, Deputato del Partito Democratico, ha ricevuto, in XI° Commissione, la risposta del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali alla sua Interrogazione sulla decisione dell’INPS di concentrare solamente a Salerno ed a Nocera Inferiore tutte le molteplici funzioni, relative all’accertamento dei requisiti sanitari per il riconoscimento delle diverse situazioni di invalidità. Il Sottosegretario Luigi Bobba, nella risposta, ha evidenziato come la scelta di accentrare in Provincia di Salerno tutte le attività medico-legali dell’INPS in due sole sedi è derivata dal “Protocollo sperimentale di intesa per l’affidamento all’INPS delle funzioni di accertamento dei requisiti sanitari in materia di invalidità civile” sottoscritto dalla Regione Campania, dall’ASL di Salerno e dall’INPS. In tale Protocollo si è stabilito che le attività di accertamento dei requisiti sanitari vengano svolte unicamente presso due poli: l’uno presso la Direzione provinciale di Salerno, l’altro presso l’Agenzia complessa di Nocera Inferiore.

Secondo l’INPS il nuovo modello organizzativo garantirebbe la riduzione dei tempi per il riconoscimento dei benefici richiesti, con uno “svolgimento efficace, efficiente ed economico delle funzioni sanitarie, amministrative e legali”. Questa impostazione è stata contestata nella successiva replica da Iannuzzi, che ha evidenziato come il nuovo assetto ignora e mortifica  completamente le legittime e fondate esigenze di tanti cittadini -molti anziani e/o persone colpite da gravi situazioni di infermità o di disabilità’- costretti, a causa della concentrazione delle Commissioni unicamente a Salerno ed a  Nocera Inferiore, a lunghi e difficoltosi spostamenti, che inevitabilmente richiedono varie ore.

Difatti è stata lasciata del tutto scoperta una vasta area, in tutta la zona meridionale della nostra provincia, comprensiva del Cilento, del Vallo di Diano, degli Alburni, della Valle del Calore, del Tanagro.  Le  difficoltà sono, poi, aggravate dalla inadeguatezza e dalle obiettive e forti carenze della rete stradale che collega questi territori con la città’ di Salerno, strade spesso interessate da frane e smottamenti di terreno, fonte di continue interruzioni e pesanti rallentamenti; per di più non si può non considerare che i collegamenti con mezzi di trasporto pubblico sono limitati ed assolutamente insufficienti. Pertanto, nell’organizzare il nuovo assetto delle Commissioni mediche, secondo Iannuzzi,  l’INPS ha del tutto omesso di valutare i pesanti disservizi ed i forti disagi che ne conseguono per i cittadini, le cui ragionevoli, esigenze, invece, debbono sempre essere tenute ben presenti per strutturare un servizio realmente adeguato ed efficiente.
Tuttavia è molto importante il positivo impegno, assunto dal sottosegretario Bobba, secondo cui il Ministero del Lavoro si farà’ carico di sollecitare l’INPS il riesame delle scelte indicate, proprio “comprendendo il disagio manifestato dai cittadini”. Si impone, ora, una azione concertata ed unitaria dei Comuni interessati, della Provincia di Salerno e, soprattutto, della Regione Campania, che ha sottoscritto con l’INPS il Protocollo che ha fissato la sede delle Commissioni solo a Salerno ed a Nocera Inferiore e che ad oggi non si è mai attivata per mettere in discussione queste scelte organizzative sbagliate e dannose. Occorre, quindi, porre in campo idonee e documentate iniziative istituzionali per sostenere con il Ministero una azione congiunta e determinata nei confronti dell’INPS, finalizzata ad ottenere la modifica della decisioni assunte, nell’interesse delle comunità’ e delle popolazioni.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Il Cilento, il Vallo di Diano, dopo la vergognosa soppressione del tribunale di Sala Consilina, e tutto il sud della provincia di Salerno, terre per decenni da tutti dimenticate e oggi decantate , ancora una volta devono sopportare questo ennesimo affronto denunciato dall’ On. Tino Iannuzzi che altrimenti sarebbe passato sotto silenzio.
    Dunque, è venuto il momento che le cose cambino, e cambino da ora, con l’elezione alla Regione di qualcuno in grado e all’altezza di rappresentarci avendo dimostrato capacità e concretezza nelle azioni ,
    qualcuno che non deve sottomissioni partitiche, o correntizie ma che deve dar conto solo ai suoi elettori.
    E visti i nomi in circolazione, che per queste terre sono dei perfetti sconosciuti, l’unico che merita di rappresentarci è Vincenzo De Luca.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.