Prefettura di Salerno: da oltre un mese è sede vacante

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Prefettura_SalernoIl 19 gennaio Gerarda Maria Pantalone, ultimo prefetto di Salerno, è passata al vertice del Palazzo di Governo a Napoli. Da allora Salerno è sede prefettizia vacante, con un record di oltre un mese che non ha precedenti nella storia recente della città. Un’anomalia che pare sia giustificata dall’esigenza del Governo di provvedere ad un unico, vasto movimento di Prefetti in Italia, poiché Salerno non è l’unica sede vacante e perché oltre a centri piccoli e medi si apprestano a liberarsi le prefetture di Roma e Bari. Inoltre, va detto che sono tanti i prefetti destinati ad andare in pensione, così come molte unità di personale di alto profilo nelle amministrazioni centrali. Di qui la pausa di riflessione del Governo Renzi per riempire tutte le caselle nel migliore dei modi e garantire una buona rappresentanza ovunque.

Venerdì prossimo è in agenda un altro consiglio dei ministri e non è da escludere che proprio in quella sede la questione possa essere affrontata dall’esecutivo. Intanto c’è chi, come il segretario provinciale della Cisl Matteo Buono, fa notare che la vacatio in capo alla Prefettura fa il paio con la decadenza del sindaco di Salerno con il rischio di una fase di incertezza istituzionale che non gioverebbe al territorio. «Bene sta operando il vicario, Giovanni  Cirillo,  già destinato ad altro incarico, ma non si può restare oltre in questa condizione di provvisorietà  che pare non essere più temporanea», attacca Buono. L’esponente della Cisl ricorda le «troppe vertenze di lavoro aperte e le situazioni di crisi che richiedono la mediazione del Prefetto. Senza trascurare quanto sia necessaria la presenza del rappresentante dello Stato in materia di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Con la decadenza del sindaco del capoluogo e l’assenza del prefetto- conclude Buono- Salerno è diventata orfana di una parte delle sue più alte cariche istituzionali».

Fonte LIRATV

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Un mese, mi ricorda qualcosa.

    Da quando non c’è più un certo Vincenzo De Luca, che con i suoi modi anche discutibili, rompe le scatole a destra e a manca per difendere la sua città, cominciano a succedere cose sorprendenti.

    Ed è solo l’inizio. Se il 74% lo votato, il 100% lo rimpiangerà. Fatevelo spiegare dai cavesi con Eugenio Abbro.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.