Primarie Campania: tutti contro tutti, tentativo in extremis di convincere Santoli oppure un big nazionale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa

primarie_pd_partito_democraticoCaos e veleni alla vigilia delle primarie del centrosinistra per la Regione Campania, previste per domenica prossima. Lo spettro è una brutta copia di quanto avvenuto poche settimane fa in Liguria, o quattro anni fa nella stessa Campania, a Napoli, quando le primarie per il sindaco furono annullate. Durissime le accuse dell’europarlamentare  dalemiano Massimo Paolucci , che si è dimesso dal Pd con una lettera choc indirizzata genericamente ai suoi elettori: «Tantisanno che le nostre prossime primarie saranno un replay peggiore di quelle svolte nel 2011Tanti sanno che si va incontro a un disastro annunciato. Tanti sanno- continua Paolucci- che sotto gli occhi di tutti si stanno spendendo montagne di soldi. Tanti sanno che sotto i nostri occhi si definiscono accordi con interi settori del centrodestra, con i protagonisti della stagione cosentiniana. Tutti, tanti, sanno ma nessuno interviene. Un clamoroso scaricabarile».

La consapevolezza che lo strumento delle primarie si sia corrotto sfiora anche i vertici nazionali del Pd: «Crediamo molto nello strumento delle primarie: sono assolutamente il modo migliore per scegliere la classe dirigente», dice la vicesegretaria nazionale del Pd,Debora Serracchiani, fedelissima di Matteo Renzi. «Ma – aggiunge – siamo consapevoli che dobbiamo mettere mano alle regole per evitare ulteriori fraintendimenti: c’è bisogno di calarle nei territori, perché un conto è pensarle in una stanza a Roma, un conto calarle nelle singole realtà». Sulla stessa lunghezza d’ordine il deputato salernitano Guglielmo Vaccaro:  Non so chi prevarrà, so però chi ha già perso: il Pd di Renzi ed il Pd delle persone che vogliono un cambiamento. Questo massacro di ogni e qualsiasi aspirazione al cambiamento nella nostra Regione non può trovarmi complice silente”. 

Il ritiro  polemico di Gennaro Migliore concordato con il premier Renzi è sembrato un modo per salvare il deputato ex Sel dal massacro ed eventualmente proporlo in caso di annullamento del risultato delle primarie perchè falsato. Sullo sfondo anche la vicenda personale del prof. Luigi Nicolais, a cui è toccata più o meno la stessa sorte di Migliore,prima tirato dalla giacchetta come candidato unitario e poi fatto fuori appena avuta la disponibilità. E’ rimasto fuori dal tritacarne per il momento il vice presidente nazionale di ConfImprenditori l’irpino Gerardo Santoli che non ha mai ceduto alle lusinghe con le primarie in corso  e che ieri è stato invitato a Roma dai vertici nazionali.  Per salvare il salvabile si sta verificando anche la disponibilità di un big nazionale  in modo da mettere tutti daccordo, ma big nazionali di origini campane nel Pd  proprio non ce ne sono e bisogna accontentarsi degli unici sfidanti rimasti in campo Enzo De Luca o Andrea Cozzolino.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Cambiare le regole all’ ultimo minuto mi sembra una manovra politica per fare il gioco degli apparati ” democratici” a giorni alterni. Le regole non si cambiano all’ ultimo minuto!

  2. “…Per salvare il salvabile si sta verificando anche la disponibilità di un big nazionale in modo da mettere tutti daccordo, ma big nazionali di origini campane nel Pd proprio non ce ne sono e bisogna accontentarsi degli unici sfidanti rimasti in campo Enzo De Luca o Andrea Cozzolino…”.

    Questo finale dell’articolo e’ perfetto per descrivere la situazione delle primarie campane e fa capire quanto siano poco credibili i candidati sopravvissuti.
    Paolucci ha denunciato che sono stati spesi parecchi soldi per queste fantomatiche primarie, io chiedo da cittadina salernitana, quanto ha speso il caro emerito sindaco e con quali soldi ha fatto la sua campagna elettorale?

  3. ma come vi brucia, guai a parlare male dell’emerito!
    Non mi sembra proprio che la mia città spende meglio di chiunque altro, voglio ricordare che la Corte dei Conti e il Ministero dell’Economia ha bocciato il bilancio del Comune.
    Emerito e deluchiani credo che dovete dare molte, ma molte spiegazioni…., visto che spendete danaro pubblico.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.