Soget, Cammarota : “Si va in Consiglio, obiettivo raggiunto”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
cammarota_salernoEsprime soddisfazione il consigliere comunale avv. Antonio Cammarota sulla vicenda Soget, suo cavallo di battaglia sin dallo scorsoanno e oggetto di interrogazioni e di un durissimo intervento nel corso dell’ultimo consiglio comunale, e per cui aveva attivato il gratuito patrociniocon l’associazione La Nostra Libertà.  Cammarota aveva richiesto la convocazione urgente della Commissione Bilancio e quindi del consiglio comunale denunciando “gravissime distorsioni per accertamenti soget nelle case dei salernitani senza contraddittorio e senza la prova di specifiche competenze tecniche che hanno messo in discussione la pubblica fede di atti notarili e catastali, con una inaccettabile inversione dell’onere della prova e dell’azione”; e se “le tasse vanno pagate, i cittadini onesti non vanno vessati in particolare in questo momento di gravissima crisi economica”, per cui la richiesta “di sospendere tutte le intimazioni e procedere in autotutela prima dello spirar dei termini, e quindi, se accertato debito, disporre l’eliminazione delle sanzioni, in particolare per la sperequazione tra omessa denuncia -50%- maggiore della infedele dichiarazione -75%-, ed escludendo gli interessi, ma anche restituendo le somme eventualmente incassate in più”.

Oggi, la commissione bilancio, prendendo finalmente atto del problema, ha deliberato, con il voto unanime di tutti i consiglieri, di invitare l’assessore al bilancio, presente alla seduta, ad approntare un ordine del giorno sulla scorta delle richieste rese per convocare  urgentemente il consiglio comunale, competente per la materia. “Ora occorre far presto”, conclude Cammarota, “prima che scadano i termini, per fare giustizia”.

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Ha detto bene quelli onesti, ma la la maggior parte hanno fatti i furbi, lo sappiamo tutti. Io sono stato uno dei pochi fessi ad essermi fatti tanti scrupoli e ho denunciato fino all’ ultimo cm. E ora come si suol dire, mi dovrei sentire cornuto e mazziato. Cammarò famm’ u’ piacer! ti credevo una persona più seria!

  2. il40% risulta infedele di 3 e 4 mt……lecito pensare…..se si fosse voluto evadere, valeva la pena x 3 e 4 mt ? mi chiedo e chiedetevi….le persone incaricate di misurare erano tutte scolarizzate dai CAPI SOGET……laddove trovate in regola, aumentate la volumetria di 3 e 4 mt….facciamo cassa……3 e 4 mt x uno a 180,00 euro entro i 60 giorni , se dopo i 60 giorni 380,00 euro……nessuno obietta…e vai avanti……io cittadino avrei omesso 3 mt…e tu SOGET non e’ che me li vuoi aggiungere i 3 mt? sono stato un signore a farli entrare……na mazzata in fronte gli avrei dovuto misurare altro che la casa…….

  3. x per piacere, il comune essendo un ente ha l’autorizzazione, senza doverla chiedere al proprietario (un privato per chiedere la planimetria catastale deve essere il proprietario o munito di delega del proprietario con suo documento di riconoscimento), per legge, ad accedere alle planimetrie che sono depositate in catasto e che oggi gli enti possono tranqullamente scaricarle dall’ufficio collencandosi a Sister, convenzione gratuita che l’Agenzia delle Entrate – Territorio fornisce agli enti pubblici.
    Quindi il comune poteva accedere tranquillamente alle planimetrie senza mandare alcun impiegato presso le abitazioni dei cittadini, che potevano mai truffare per 2 o 3 mq di differenza?
    Il comune ha speso soldi pubblici e ha pagato una societa’ esterna danneggiando ulteriormente le casse del comune, gia’ al fallimento, quando gli impiegati stessi del comune sezione tributi, potevano farlo tranquillamente seduti alla loro scrivania, ai quali il comune con i soldi dei cittadini paga gia’ gli impiegati comunali.
    Questa e’ la politica di De Luca che dovrebbe andare anche a governare la Regione, basta vedere l’uso che fa dei soldi dei salernitani, certo alla Regione avrebbe piu’ denaro a disposizione per le sue megalomanie.

  4. Ma dove l’hai trovato questo numero. il40%. Io tra la tante persone che conosco so che molti e anche i loro condomini per la maggior parte hanno fatto tutti furbi. Per piacere finiamola una buona volta di fare gli Italiani e fare i furbi e i finti ipocriti, lo sappiamo bene tutti. Ma come in tante cose facciamo omertà collettiva fino a quando non c’è qualcuno che ha il coraggio di dire che il re è nudo. E basta! impariamo ad essere onesti!

  5. fatti un giro alla SOGET…….gran parte dei cittadini si ritrovano ad aver caricato sulla reale misura un infedelta’ di 3 e 4 metri…..non lo si fa il furbo x 3 e 4 metri……pero’ l’obolo x 3 e 4 metri ha un costo…180,00 euro entro i 60 gg…..oltre i 60 il doppio….quindi caro professore che ti ergi….non sentirti derubato o quasi quasi tu vorresti dire che e’ tutto nella regola…tu paghi gli altri no…..ipocrita e omertoso proprio non lo accetto…..3 metri infedeli mezza citta’…hai capito bene….mezza citta’…….e se gentilmenti ti offri , mezza citta’ si fara’ misurare da te la propria casa…….siete sempre i soliti voi di……… a coerenza e’ un vocabolo che non vi appartiene……il RE e’ vestito….quel RE….

  6. per Rita,
    hai ragione, ma devi sapere che se il Comune intreccerebbe i dati, come previsto per legge e così come resi disponibili con provvedimento del Direttore dell’agenzia dell’entrate “Befera” in data 12.04.2013 e ancor prima con circolare prot. n. 85463 del 07.12.2005 delle medesima agenzia, sarà costretto ad applicare come superficie assoggettabile al pagamento del tributo (TARES, TARSU e TARI) l’80% della superficie catastale secondo i criteri stabiliti dal DPR 138/98.
    I criteri di calcolo della superficie catastale ai fini della tassa sui rifiuti stabiliti dal DPR 138/98 per le abitazioni sono i seguenti:
    – superficie principale (camere, cucina, ingresso, corridoi, bagni, wc, ripostigli, scale interne) la superficie per il coefficiente moltiplicatore 1: mq. 90 x 1= 90;
    – superficie accessori direttamente accessibili dalle superficie principali (es. cantine, soffitte comunicanti con superficie principale anche tramite scale interne) la superficie per il coefficiente moltiplicatore 0,50: mp.40 x 0.50= 20;
    – superficie accessori direttamente accessibili dalle superficie principali (es. cantine, soffitte comunicanti accessibili tramite scale esterne o tramite accesso esterno) la superficie per il coefficiente moltiplicatore 0,25: mp.40 x 0.25= 10;
    – Garage la superficie per il coefficiente moltiplicatore 1: mq. 20 x 1= 20.
    Allora facciamo un pò di conti caro 23:18: secondo il comune di Salerno oggi Tu devi dichiarare ai fini del tributo la superficie 90+40+40+20=190 mentre secondo quanto stabilito dalla legge finanziaria 2005 per la TARSU, dalla legge 214/2011 per la TARES e non ultimo per la TARI dalla legge 147/2013 il tributo assoggettabile e pari all’80% della superficie catastale determinata secondo i criteri del DPR 138/98 e cioè 90+20+10+20= 140.
    Allora mi chiedo e vi chiedo è giusto che l’inefficienza del comune la paghi il contribuente? Quanto dovrebbe restituire il Comune ai contribuenti che hanno dichiarato per anni il 100% della superficie delle pertinenze?
    Caro 23:58 spero che tu non ti trovi in questa situazione.
    Notte

  7. sono in questo aggroviglio per un box di pertinenza del quale appena comprato sono andato a chiedere delucidazioni e mi fu detto che lo stesso essendo di pertinenza non si doveva pagare spazzatura. Oggi si dice che la risposta è sbagliata e le mia ingenuità fu di non farmi mettere un bollo sulla mia comunicazione e non trovo neanche giustificazione nel dover pagare il dovuto però mi domando: perchè non fare una sola raccomandata con l’importo del dovuto e non 6/7 superando la quota da pagare di spese per raccomadate – multe e interessi ed altro?….
    Pagare poi la spazzatura è giusto ed è anche piacevole quando vedi una città pulita e non immondizia ovunque e solo l’ombra di qualche spazzino con un contenitore appoggiato sulle spalle sesenza posare una scopa sui selciati con la sola raccolta si qualche carta…

  8. sono in questo aggroviglio per un box di pertinenza del quale appena comprato sono andato a chiedere delucidazioni e mi fu detto che lo stesso essendo di pertinenza non si doveva pagare spazzatura. Oggi si dice che la risposta è sbagliata e le mia ingenuità fu di non farmi mettere un bollo sulla mia comunicazione e non trovo neanche giustificazione nel dover pagare il dovuto però mi domando: perchè non fare una sola raccomandata con l\’importo del dovuto e non 6/7 superando la quota da pagare di spese per raccomadate – multe e interessi ed altro?….
    Pagare poi la spazzatura è giusto ed è anche piacevole quando vedi una città pulita e non immondizia ovunque e solo l\’ombra di qualche spazzino con un contenitore appoggiato sulle spalle sesenza posare una scopa sui selciati con la sola raccolta si qualche carta…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.