Processo Crescent di Salerno: oggi riparte il dibattimento

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Lungomare_Piazza_Libertà_Crescent_De_Luca_6L’udienza di oggi sul caso Crescent cade in un momento politico delicato, ma è questione ovviamente altra. La vicenda giudiziaria che vede Vincenzo De Luca tra gli imputati per presunte irregolaritànella procedura del Crescent, riprende dopo aver ammesso quali parti civili il Comune di Salerno, il Ministero dei Beni Culturali, il Comitato No Crescent e l’associazione Italia Nostra. De Luca ed altre 21 persone devono rispondere di falso ideologico, abuso d’ufficio, lottizzazione abusiva e reati di natura ambientale. I pm Alfano e Valenti sostengono che ci siano state anomalie nella realizzazione del Crescent, disegnato dall’architetto Ricardo Bofill.

Il Comune di Salerno si ritiene danneggiato dalla condotta di alcuni suoi dirigenti e funzionari, al pari del Ministero dei beni Culturali per il comportamento dell’ex soprintendente Zampino e di altri dipendenti. Tra le parti civili ammesse anche Italia Nostra ed il Comitato No Crescent, poiché gli interessi soggettivi lesi sono preesistenti al fatto e perché la salvaguarda del paesaggio è nero su bianco nello statuto associativo, mentre è stato escluso il Ministero dell’Ambiente per l’interesse leso riguarda il paesaggio e non l’ambiente in senso stretto. Non ci sarà, invece, la Sviluppo Immobiliare Santa Teresa, che secondo i giudici non è stata danneggiata dalla demolizione dell’Hotel Jolly e della mancata ricostruzione di un edificio, ma avrebbe anzi potuto avvantaggiarsi dall’intera operazione edilizia del Crescent.

Fonte LIRATV

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Il reato è direttamente proporzionale alle dimensioni spaventose del fabbricato.

  2. Forse quelle del suo naso. Il “cittadino salernitano” che imbratta qua sopra, meglio detto “cafonazzo salernitano”, oltre alle chiancarelle non ha mai visto niente.

  3. Questa proprio non la capisco. Ma come… c’è una sentenza del Consiglio di Stato che ASSOLVE il comune di Salerno perché tutti gli atti amministrativi sono stati ben eseguiti in merito al Crescent, e poi andiamo a buttare soldi per un processo che non porterà a NIENTE!!
    Perché due sono le cose: o sono c……ni i giudici del Consiglio di Stato, o sono c……ni questi del tribunale di Salerno. Ma di quali irregolarità procedurali parliamo!!! Se così fosse anche i giudici del Consiglio di Stato dovrebbero essere giudicati perché incompetenti.
    Queste cose succedono solo da noi.

  4. Bene, avanti tutta, aspetto fiduciosa e credo nella giuistizia che fara’ piena luce su questo scempio e abuso perpetrato dall’emerito con la complicita’ della corte.

  5. Voglio vedere se dopo l’approvazione della responsabilità dei giudici questa parte della magistratura, che ha screditato e danneggiato l’intera categoria che pure è valorosa, continua con questo andazzo ridicolo. Non so se qualcuno, senza furori partigiani, ma sa spiegare come si fa ad emettere una sentenza di condanna di abuso d’ufficio quando non c’è danno patrimoniale. Allora senza danno patrimoniale in cosa si sostanzia l’abuso?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.