Cantone su Repubblica parla di De Luca e della Severino: “In questa fase nessuna modifica”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
raffaele_cantoneSu Repubblica. Napoli intervista a Raffaele Cantone presidente dell’Authority Anticorruzione  Raffaele Cantone parla del nodo De Luca, della legge Severino, di anti-corruzione.

Caso primarie-De Luca, lei non si è mai espresso: la Campania può permettersi di eleggere, eventualmente, un governatore che sarebbe subito sospeso?
“Non entro
minimamente nel caso primarie. Non spettano a me queste valutazioni: ma ai partiti che le hanno promosse, che credo abbiano anche codici etici. Caso mai possiamo parlare della legge Severino. Che per me resta un presidio importante per la lotta alla corruzione e per assicurare una maggiore tutela dell’onorabilità delle istituzioni, ma che, effettivamente, presenta dei nodi che stanno creando qualche problema”.


De Luca, su Rai 3, ha detto “Sono d’accordo con Cantone: va modificata per certe storture”. Ma lei è del parere che si debba modificare in tempi brevi, e per l’abuso?
“Assolutamente no. Partiamo dal presupposto che in questa fase, secondo me, non è possibile alcuna modifica alla Severino, né tantomeno è possibile immaginare ora un intervento mirato sull’abuso d’ufficio. La mia analisi, che poi aderisce all’esame particolareggiato, attento, che stiamo portando avanti all’interno della commissione dell’Anac aprendo al parere dei sindaci dell’Anci, di giuristi e docenti, è che oggettivamente sta ponendo alcuni problemi interpretativi, sta creando alcune contraddizioni. Posso fare un esempio: un sindaco della nostra provincia che dopo la condanna di primo grado viene sospeso per effetto della Severino, epperò può entrare in Parlamento perché era il primo dei non eletti…”.

Sta parlando dell’ex sindaco di Terzigno, Domenico Auricchio?
“Sì. Oppure il caso anche clamoroso di un sindaco che viene condannato in primo grado per tentata concussione ma resta al suo posto perché questo reato, nella forma del tentativo, non era previsto dalla legge Severino…”.

E qui parliamo del sindaco di Sant’Arpino, Di Santo…
“Difatti. Al di là dei casi specifici, resta il dato che bisognerà mettere mano alla Severino. Ma con un intervento complessivo, al di là dell’agone politico e delle polemiche di parte che non portano mai lontano “.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Grazie dott. Cantone, lungi da me dal coinvolgerLa nella discussione riguardante Vincenzo De Luca-legge Severino, ma quello che De Luca da tempo continua a dire è sulla Sua stessa lunghezza d’onta: la legge Severino pone dei problemi che devono essere risolti dal Parlamento. Nulla di più, non cerchiamo scorciatoie. Oltretutto, a mio parere, quello che conta è che i cittadini elettori si sono espressi in modo chiaro, quindi la volontà del cosiddetto Popolo Sovrano, andrebbe quantomeno costituzionalmente presa in considerazione.

  2. non possono metterci mano per 2 motivi: 1) per calcolo politico, mettere mano alla severino ora significa prestare il fianco allo starnazzio delle solite associazioni e comitati di qualunquisti che con la complicità di certa stampa e del solito amabile scrivano… ci ricamerebbero sopra un’altra inutile, dannosa e costosa (ahi noi!) puntata della soap opera dal titolo “LA MORALE….”; 2) per impossibilità tecnica, dal momento che pende un giudizio di merito davanti alla Corte Costituzionale che ci dirà, quando lo riterrà opportuno…., che la severino è incostituzionale e dove e come va ridisegnata. Nel frattempo è opportuno ricordare a noi tutti che le garanzie e i meccanismi dei ricorsi giudiziari sono previste proprio dalle regole del gioco….ossia, non sono appannaggio solo di chi si sveglia la mattina e fa ricorso per meri e beceri speculazioni politiche e calcoli ostruzionistici, ma anche per chi si sveglia la mattina e cerca di lavorare sodo per la comunità che lo elegge, o vorrebbe eleggerlo….!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.