Alla Feltinelli di Salerno ”La Camoscia” il secondo romanzo di Felice Gaggia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
libri_biblioteca«Se temete le emozioni forti, correte a cambiare questo libro con le ricette di Benedetta Parodi, perché vi annuncio che farà caldo!». È questo l’incipit del secondo romanzo di Felice Giorgio Gaggia «La Camoscia», che segna il ritorno del maresciallo dei Carabinieri, Felice Cupo, che dopo aver risolto brillantemente «Il caso Pregadio» ritorna a vivere e ad investigare grazie alla penna dello scrittore salernitano, alla sua seconda opera letteraria.

Una sorta di “erotic-noir” ambientato nel cuore di Salerno, tra prostitute e giovani avvenenti. Vittima di un efferato omicidio è Malena Biancamantide, detta La Camoscia, una giovanissima e splendida rossa con un grande segreto. «Prima di trapassare, il suo culo era più ammirato della Monna Lisa».

Il libro verrà presentato martedì 17 marzo, alle ore 18, alla libreria“la Feltrinelli” di corso Vittorio Emanuele a Salerno. All’incontro con i lettori, oltre all’autore, interverranno l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Salerno, Eva Avossa, la dottoressa Luisa Candela, il dottor Luigi Nappa e l’avvocato Olimpia De Felice. Leggerà alcuni brani del libro, Angela Avagliano. Modera il dibattito Mattia Antonio Carpinelli.

L’autore.

 Felice Giorgio Gaggia è nato a Salerno il 5 agosto 1965. È responsabile dei centri di raccolta comunali dei rifiuti. Ha realizzato il suo sogno di laurearsi e collabora come revisore dei conti presso l’università Atena Popolare di Napoli.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Vivendo all’estero non mi e’ possibile ne’ presenziare,ne’ comprare il libro. Mi domando se esiste una versione elettronica.
    L’autore sembra un po’ giovane per ricordare la vera “Camoscia”, ma e’ possibile che gli sia stata riportata l’esistenza di questa donna, alquanto famosa al suo tempo, magari da chi l’aveva davvero conosciuta.
    Invece di un romanzo fantasioso , sarebbe bello invece avere delle biografie reali sui personaggi Salernitani del secolo scorso in modo da far comprendere alle attuali generazioni quali travagliate e difficili o anche gloriose ed esaltanti esistenze abbiano vissuto nella nostra amata Salerno .

  2. Sono pienamente d’accordo con il post di seagull954. Abbiamo bisogno di codificare la memoria di salerno del dopoguerra che ancora esiste nella mente di tanti salernitani viventi, altrimenti le prossime generazioni non potranno mai conoscere come era la vita della nostra citta quando era ancora una piccola cittadina di 40-50 mila abitanti incassata fra il porto e piazza portanova

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.