P.a.: costituzionalista, cartelle fiscali valide

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
cartelle_pazza“Gli effetti della pronuncia della Consulta valgono per il futuro e non per il passato, e questo coincide con il principio della conservazione degli atti della pubblica amministrazione e della certezza del diritto: i contribuenti non si illudano, le cartelle fiscali vanno pagate”. E’ il parere del costituzionalista Enzo Cheli sulla sentenza di ieri della Consulta. 

Ad avviso di Cheli, la sentenza della Consulta – che ha dichiarato illegittime le nomine di circa 900 dirigenti, molti dei quali responsabili di accertamenti fiscali emanati dall’Agenzia delle Entrate nei confronti di contribuenti morosi – “ha determinato l’annullamento del decreto che ha consentito le nomine extra concorso, ma non ha come conseguenza la nullità degli atti compiuti da questi funzionari”.

Per quanto riguarda gli avvisi di accertamento, Cheli spiega che le cartelle “si possono impugnare solo se ci sono vizi specifici, e non perchè sono firmate da funzionari nominati in base a una procedura ora dichiarata incostituzionale ma che non impedisce di considerare quegli atti come atti compiuti in base al principio del ‘funzionario di fatto’ che non consente il travolgimento delle loro azioni”. In sostanza, il ‘verdetto della Corte Costituzionale – reso su una parte del decreto 16/2012 – “impedisce di usare certe norme per il futuro, ma non mette in discussione le azioni passate prodotte in forza di quelle norme”. Inoltre, “il governo può sempre valutare di mettere in cantiere misure per sanare le nomine ora ‘decadute’ se dovessero sorgere controversie particolari”, conclude Cheli.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.