Legge Severino: On. Bonavitacola (PD): “Dubbi su giurisdizione erano già noti”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Fulvio_BonavitacolaE’ sempre più una questione di carte bollate e giudici, quella che investe la legge Severino. L’ultimo atto lo scrive la Procura generale della Cassazione, che sostenendo che il Tar non aveva giurisdizione in materia, chiede alle Sezioni Unite di dichiarare che la competenza a giudicare sugli atti di sospensione degli amministratori locali spetta al giudice ordinario. L’udienza è fissata per il 26 maggio, a ridosso dell’election day, che dovrebbe tenersi il 31 maggio.

E se le Sezioni Unite dovessero accogliere l’impostazione del Pg, questo, secondo l’avvocato Gianluigi Pellegrino che ha promosso il ricorso a nome del Movimento difesa del cittadino (Mcd) “potrebbe avere riflessi sia sulla decisione della Corte Costituzionale sulla Severino sia sulla posizione di Vincenzo De Luca”, vincitore delle primarie Pd per le regionali in Campania. De Luca ha una condanna in primo grado per abuso d’ufficio. Quindi, se eletto, rischia di essere sospeso in applicazione della Severino.

Esattamente come accadde al sindaco di Napoli Luigi De Magistris, che però si rivolse al Tar e fu reintegrato nella carica, vedendo confermato questo quadro dal Consiglio di Stato. Il Tar inoltre inviò gli atti alla Corte Costituzionale dubitando della legittimità della legge Severino. In questa cornice già complessa si è inserito il ricorso di Mdc, che chiede di stabilire se Tar e Consiglio di Stato avessero giurisdizione in materia. Il sostituto Pg della Cassazione, Luigi Salvato, pur riconoscendo che ci sono stati diversi orientamenti, afferma di no. Perché “in materia di contenzioso elettorale amministrativo, sono devolute al giudice ordinario le controversie concernenti ineleggibilità, decadenza e incompatibilità”.

E il principio, “costantemente enunciato dalle Sezioni Unite”, va esteso alla sospensione, differente dalla decadenza “soltanto perché a tempo determinato”. Saranno le Sezioni Unite a mettere un punto fermo. Non senza conseguenze. Se le tesi del Pg saranno confermate, infatti, bisognerà vedere se la Corte Costituzionale potrà pronunciarsi sulla questione che investe la legge Severino rimessa da un giudice dichiarato non competente. Non è detto che la Corte non ritenga comunque rilevante nel merito la questione e la affronti. Non subito, però.

Dopo il 7 aprile verrà fissata l’udienza, ma è assai probabile che se ne parli dopo l’estate; certamente dopo la decisione della Cassazione. Questo potrebbe consentire agli interessati di adire il giudice ordinario. De Magistris, come spiega il suo legale Giuseppe Russo, aveva già proposto un ricorso cautelativo al giudice ordinario, poi superato dalle decisioni del Tar; ma ora questa strada potrebbe riaprirsi. Nell’immediato, però, il caso più imminente è quello De Luca, dopo che, tra l’altro, negli ultimi giorni si sono rincorse voci su possibili candidature alternative per le Regionali in Campania ed è riemerso anche il nome del ministro della Giustizia Orlando.

BONAVITACOLA. “Che la legge Severino contenesse molti elementi di approssimazione era già noto. Tra questi anche il dubbio sulla giurisdizione, se spettante al giudice amministrativo o al Tribunale ordinario. Ma la sostanza non cambia. Anche quando a pronunciarsi è stato il Tribunale ordinario, le conclusioni sono state le stesse del Tar Campania, che ha prontamente reintegrato gli amministratori sospesi”. E’ quanto osserva Fulvio Bonavitacola, deputato del Pd molto vicino all’ex sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, e promotore di una proposta di legge per modificare la legge Severino, in merito alla questione sollevata oggi dalla procura generale della Cassazione sulla competenza giurisdizionale.

“Infatti la Corte d’Appello di Bari – ricorda Bonavitacola – a fine dicembre 2014, ha reintegrato nella carica un consigliere regionale sospeso sollevando numerose eccezioni d’incostituzionalità della legge Severino su cui la Corte Costituzionale sarà chiamata a pronunciarsi con sollecitudine, come annunciato di recente dal suo Presidente. Tale percorso è già incardinato ed a tale proposito l’esito della pronuncia delle Sezioni Unite sulla giurisdizione è del tutto ininfluente” “In ogni caso – prosegue – tale pronuncia non c’è ancora, perché è frutto di evidente confusione scambiare per una sentenza delle Sezioni Unite il parere fin qui espresso solo dal Procuratore Generale.

Al di là di polveroni superficiali su aspetti solo procedurali, resta una verità incontrovertibile: l’orientamento giurisprudenziale nettamente prevalente, sia civile che amministrativo, è concorde nella censura dei numerosi vizi di legittimità costituzionale della Severino e nel confermare il pieno esercizio delle cariche pubbliche, in attesa della pronuncia definitiva spettante alla Corte Costituzionale. Ed è del pari evidente che, indipendentemente dalla pronuncia della Corte Costituzionale – conclude Bonavitacola – spetta al Parlamento, nei tempi giusti, apportare le necessarie correzioni alle parti della legge coralmente ritenute sbagliate”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Ma quanto zelo. Anni di silenzio e di totale anonimato tra gli scranni di Montecitorio ed……improvvisamente…. tanta voglio di lavorare per i cittadini.
    Vergognati povero Servo!!!

  2. Siete talmente vergognosi, corrotti, legati alla poltrona che non rispettate neanche i cittadini che si sono costituiti in movimento per la propria difesa contro voi politicanti che ci avete ridotto in questo stato.
    Il sindaco Pisapia vi ha dato lezione di civilta, senso civico e rispetto dei propri concittadini, ha detto la politica non puo essere una professione.
    Ma lei come il suo padrone o amico di merende non ha alcuna dignita, non ha mai lavorato, non sa cosa significa lavorare e per questo non rispetta i cittadini. Vi siete creati come alibi i voti che avete ricevuto, ma siete cosi convinti che quella maggioranza ci sia ancora?
    É NORMALE IN PAESE CIVILE CHE I CITTADINI DEVONO COSTITUIRSI IN MOVIMENTO PER DIFENDERSI DAI POLITICANTI
    PER VEDERE RICONOSCIUTO UN PRINCIPIO FONDAMENTALE DI UNA QUALSIASI DEMOCRAZIA, CHI É INDAGATO, CHI É STATO CONDANNATO NON PUÓ RAPPRESENTARE UN POPOLO.
    SI VERGOGNI LEI ED EMERITO NON SAPETE NEANCHE DOVE STA DI CASA LA DIGNITA.

  3. La tela di Penelope fatta di giorno e disfatta di notte,fate le leggi in Parlamento ma non le sapete nemmeno fare perchè poi servono altre leggi per sostituire quelle sbagliate e nel frattempo noi cittadini cosa dobbiamo fare,solo lavorare e pagare le tasse per mantenervi in un alto incarico di cui non siete capaci?Abbiate la dignità di Pisapia che vi ha dimostrato cos’è veramente la politica al servizio dei cittadini e del popolo sovrano………

  4. Ma tu sei così sicura che questa maggioranza non ci sia? E se c’è la maggioranza, come c’è fino a nuove elezioni, comincia rispettarla tu. Per il momento c’è e ce la TENIAMO, e per rispetto anche tu devi tenertela! Il resto sono le solita chiacchere a vanvera di Rita che prosegue la sua terapia dello sfogo!

  5. Dove leggo i tuoi sciocchi commenti io intervengo,Rita, allora non hai capito delle tue tesi non ce ne importa niente e inutile che millanti e denigri una sola persona,poi quando sei chiamata a rispondere su BERLUSCONI, VERDINI, DELL’UTRI, ALEMANNO, CALDORO, LUPI, GRILLO BOCCHINO, MARRAZZO, BOSSI E FAMIGLIA,ECC ECC …NIENTE ,a te interessa solo De Luca, allora non hai capito che quella è stata una condanna pilotata,voluta dai tuoi amici per farlo fuori,non sapevano come condannarlo e hanno usato una frase ambigua,non ha rubato ,ne regali ai figli ,ne vestiti ne viaggi pagati,,ma secondo te gli esperti della Magistratura non hanno capito che è stato un sopruso la condanna di 1 grado e lo stesso vale per tutti i governanti del nostro paese,mica so ignoranti,poi e normale che ci sono quelli che sono come te che vogliono sfruttare il momento per le elezioni e politicamente,mettiti l’animo in pace ,mo viene Pasqua datti alle pastiere e fai bei regalini ai nipoti,un bel pranzo nelle 2 domeniche e vatti a fare un bel lunedì in albis ,A DE LUCA CI PENSEREMO NOI.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.