Salerno: torna la Via Crucis in costume d’epoca, presentazione dell’evento al Comune

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Via_CrucisMartedì 24 marzo alle ore 10,30 presso il Comune di Salerno, nella Sala del Gonfalone, si terrà la conferenza stampa di presentazione della XXVIII edizione della Via Crucis in costume d’epoca. L’evento, previsto per il 29 marzo, Domenica delle Palme,  a partire dalle ore 18.30, lungo le strade del centro storico di Salerno, è organizzato dalla comunità parrocchiale di S. Maria delle Grazie e S. Bartolomeo di Salerno in sinergia con le parrocchie del Volto Santo e Medaglia Miracolosa e in collaborazione con l’amministrazione comunale.

Interverranno:

 

  • Ermanno Guerra, Assessore alla Cultura e all’Università del Comune di Salerno
  • Giovanni Giordano, responsabile dell’organizzazione
  • don Alessandro Gallotti, parroco di S. Maria delle Grazie e S. Bartolomeo

 

L’evento, il cui intento è quello di rievocare e far rivivere i momenti fondamentali della passione di Gesù, dal bacio traditore di Giuda al processo davanti al Sinedrio, dalla condanna a morte pronunciata da Pilato fino alla morte in croce, avrà inizio alle 18.30 con la scena dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme in piazza Flavio Gioia. Sin dalla prima edizione, nel 1983, l’evento si contraddistingue per una duplice valenza, religiosa e civile. Ormai è una manifestazione consolidata, che coinvolge oltre 130 figuranti, impegnando tutta la comunità parrocchiale organizzatrice, nei tre mesi precedenti, in una scrupolosa preparazione.

Anche quest’anno, quindi, la fedeltà dei costumi, abiti tessuti dalle donne della comunità o noleggiati presso le ditte che forniscono costumi per i set cinematografici, la suggestiva atmosfera che si ricrea tra i vicoli del cuore antico della città, la cura nella scelta degli scorci del centro storico più adeguati alle varie scene coinvolgeranno i sempre più numerosi spettatori che ogni anno fanno da cornice alla Via Crucis, provenienti anche da fuori città, permettendo loro di rivivere uno dei momenti religiosi più intensi dell’anno liturgico cristiano. La scelta di fondo, poi, di individuare gli interpreti, sia per i personaggi principali che per i semplici figuranti, non tra  professionisti ma tra la gente dei diversi quartieri della città è particolarmente cara all’organizzazione. Unica eccezione l’interprete di Ponzio Pilato, Mimmo Schiavone, uomo di spettacolo. Tanti, poi, i ragazzi delle comunità parrocchiali del Volto Santo e della Medaglia Miracolosa, oltre a quelli della comunità organizzatrice, che, insieme alle donne e agli uomini, interpreteranno il popolo, al fianco dei quali, come l’anno scorso, si uniranno molti ragazzi delle scuole primarie Monterisi e Don Milani.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.