Regionali: il pressing renziano per far mollare De Luca. L’ex sindaco: “Limitate le cose che fumate”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
de_luca_napoli_1“Voi avete la cattiva abitudine di fare le fantasie di notte e fare le domande sulle vostre fantasie. Ma è tanto difficile rimanere sui dati di fatto? Dovete limitare le cose che fumate o inalate la notte“.

Così Vincenzo De Luca, candidato del Pd a governatore della Campania alle prossime elezioni regionali, risponde ai cronisti che chiedevano perché i vertici del partito non sono presenti ai suoi appuntamenti elettorali.

Com’è noto, l’ex sindaco di Salerno ha una condanna in primo grado per abuso di ufficio e in caso di elezione a governatore sarebbe sospeso in base alla legge Severino. Lo scrive il fattoquotidiano.it pubblicando anche il video della replica piccata dell’ex sindaco.

 

L’ huffingtonpost.it fornisce una ricostruzione di quanto starebbe accadendo in queste ore e che riguarderebbe non solo De Luca ma anche Caldoro.

Due candidati sono in campo per le prossime regionali, ma è in atto una manovra per farli saltare entrambi – scrive huffingtonpost . È stata annullata la grande kermesse del Pd prevista per sabato a Napoli, dove – a sostegno di De Luca – sarebbero dovuti arrivare il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini e il ministro Orlando. Ed è stata annullata, questo è il secondo indizio, dopo che proprio De Luca ha incontrato ieri Luca Lotti a palazzo Chigi, come ha scritto il Fatto. Due indizi non fanno una prova.

Il terzo indizio arriva dalle colonne del Mattino dove viene data la notizia che, in queste ore, è stato commissionato un sondaggio sulla Campania dai vertici del Pd. Un sondaggio tra De Luca e Caldoro? Niente affatto. Il sondaggio riguarda quale candidato del Pd avrebbe più consenso. Oltre a De Luca, gli altri nomi sono quelli del ministro Orlando, di Luigi Nicolais e di Enzo Amendola: “A primarie fatte e con un candidato in campo perché sondare altri candidati dello stesso partito?” è la domanda che rimbalza in Transatlantico tra i parlamentari campani.

Perché, è la risposta, attorno a De Luca è in atto un pressing per farlo “mollare”. De Luca è un lottatore, uno che non molla. E che non ha alcuna intenzione di fare un passo indietro: “Da parte del Pd – dice incrociando i cronisti – sento un sostegno pieno, totale al di là della fantapolitica che ha appassionato qualche vostro collega”.

Ma il cuore della manovra non sta a Napoli, bensì a palazzo Chigi. Renzi più volte ha parlato della Campania con Alfano e più volte lo ha invitato a rompere l’alleanza con Berlusconi su Caldoro e a schierarsi con la sinistra, modello “Mattarella”: all’ultimo momento utile, si cambia schema. E non è un caso che, notano i maliziosi, la data delle elezioni non è ancora stata fissata in modo da avere tempo per creare le condizioni.

Il problema, in quest’ottica, si chiama De Luca, candidato che Angelino non regge. Con un altro candidato il ministro dell’Interno non ha preclusioni a un’alleanza con la sinistra in Campania. Tranne Nunzia De Girolamo, i suoi sul territorio hanno già dato segnali in tal senso, anche pubblici come il sottosegretario Giacchino Alfano, all’insegna del “a Napoli come a Roma”.
E non è un caso che Alfano (Angelino) non abbia ancora chiuso con Caldoro, con cui il suo partito ha governato cinque anni. Tanto che proprio l’attuale governatore, a sua volta, sta prendendo tempo. A Berlusconi ha già fatto sapere che “senza il sostegno di Ncd non è disposto a correre”.

Il candidato su cui Renzi e Alfano chiuderebbero l’accordo si chiama Andrea Orlando: “È perfetto – spiega una fonte renziana – perché come fa a quel punto il ministro dell’Interno a non sostenere come candidato quello che è stato suo ministro della Giustizia?”. L’ipotesi è stata già valutata anche ad Arcore. Silvio Berlusconi è convinto che alla fine Angelino cederà al premier: “Il vero segretario di Ncd – è la battuta che circola ad Arcore – è Renzi”. Pronto, ad Arcore, il piano B: “Contro Orlando candidiamo Mara, è la più brava”.

La Carfagna è una radicata sul territorio, è stata miss preferenze la volta scorsa quanto si candidò per appoggiare Caldoro e secondo i report della Ghisleri funziona in tv. È chiaro che sarebbe chiamata a una battaglia difficile: Forza Italia contro tutti, con Forza Italia che non è quella di dieci anni fa ma è dilaniata dalle faide. Scontato quindi che, dopo le regionali, Mara avrà un ruolo molto pesante dentro Forza Italia.

Dunque: a Roma e ad Arcore già si ragiona su candidati diversi da quelli che sono in campo ora. Anche se De Luca fa sapere che non ha intenzione di mollare.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. Se il PD ha deciso di perdere in Campania deve ritirare la candidatura di De Luca (del resto è risaputo il PD è famoso per i suoi autogol)

  2. Se Renzi vuoile qualcosa da De Luca ,lui gli deve offrire qualcosa in cambio,gli deve dare dopo sentenza del TARconrito di direttissima o dal tribunale, la nomina di viceministro ai trasporti con delega,no a pane e puparuolo,poi noi di sinistra saremo liberi di votare alla Regione chi ci pare e se ci sarà Mara …chissà….RENZI,deve rispettare le regole,anche se i giornalisti fanno i film,specialmente quelli del Fatto,che cercano di destabilizzarel’ambiente del PD.di sicuro gia è stata prenotata piazza Plebiscito,un opuscolo con il programma,il calendario degli incontri coi cittadini,tutto questo avvallato dalla direzione PD,quindi i denigratori possono stare tranquilli, e fino a Maggio MALOX IN QUANTITA’

  3. Nessuna sostanza è più deleteria di quella che hai nel cervello.
    Non hai neanche avuto il bisogno di un accendino, hai semplicemente pensato e ti sei fumato le casse comunali dei Salernitani.

  4. Perchè no..il discorso regge, soprattutto alla luce delle dimissioni della Carfagna, che dovranno avere pur sempre un significato. De Luca, che è indipendente e libero, terrà duro certamente e, se osteggiato dal suo partito, dovrebbe candidarsi con una lista civica che, se perdente, potrebbe appoggiare addirittura la Carfagna, almeno per concittadinanza. Un po tutto …sui generis….ma almeno vfc a Renzi!

  5. Il governo non appoggia De Luca in nessun modo, infatti solo pochi giorni fa è sceso Del Rio a rendergli omaggio e addirittura a fare qualche mezza promessa. E Renzi al NCD gli vuole talmente bene che ha fatto fuori Lupi.

    Mamma e quanta gente deve rosicare il 31 maggio.

  6. Purtroppo, per voi, la legge è uguale per tutti e quindi anche per il vostro padrone che, per ora, è condannato per abuso di ufficio, poi si vedrà quando si faranno gli altri processi dove è indagato. Una cosa è certa e cioè quando mandano via le pecore dopo tocca ai cani, quindi gli usurpatori delle partecipate hanno decisamente paura di perdere lo status di privilegiati a nostre spese.

  7. non perdete tempo nei palazzi.
    Attento PD & C. sarà il popolo a decidere nelle urne al di là dei coyotes. Mettete candidato chi volete voi pure Obama se vi pare.

    Poi a quel pezzente già da tempo fallito che si lagna in continuazione della mancanza di soldi nelle casse dei salernitani dico di reclamare presso la Cricca d’affari nordista non a Salerno.

  8. Caro salernitano 64 anche i tuoi amici di Fratelli d’Italia hanno detto che la Severino è ingiusta( vedi dichiarazioni di Gambino). Quindi fattene una ragione, e come dice salernitano doc fino a MAGGIO MALOX IN QUANTITA’. FORZA DE LUCA AVANTI COSI’. RENZI SA BENISSIMO CHE SOLO CON DE LUCA SI PUO’ VINCERE TRANQUILLAMENTE!!!!!!!!

  9. … finalmente va in pensione e si toglie dalle scatole, con tutti i suoi accoliti. si tornerebbe a respirare in questa città, il ventennio (e passa!) ci ha stufato, oltre che gettato la città sul lastrico!

  10. PD…FI…Renzi, Berlusconi, Alfano…solo pagliacciate e pigliate per culo…solo giochi di potere e spartizioni di poltrone…con tutto il rispetto per De Luca che se si presentasse da solo con una lista civica voterei senza dubbio!! Penso che l’unica alternativa intelligente per il bene del popolo campano sia Valeria Ciarambino del M5S…solo loro del M5S fanno in primis le cose giuste per il popolo…gli altri partiti sono solo politicanti ladri e corrotti!!

  11. FUMATE MENO,,allora non hai capito niente, fino a ora chi rosica e chi prende MALOX sono i denigratori come te,poi dopo il 31 maggio se non va alla Regione ,certamente dovrà avere un ruolo in un Ministero poi se non ti piace così nel 2016 si ripresenterà alla canditatura di Sindaco e lo terremo per altri 5 anni,ora scegli tu quale condizione per te ti fa comodo,sicuramente noi non rosicheremo,anzi,si aprono le porte ad una nuova primavera a Maggio,e tu che farai……

  12. Renzi non Renzi, Alfano, Carfagna??????????????? Qua una cosa è certa: PD o meno De Luca è il candidato ideale per una Regione che è da tempo al collasso da tutti i punti di vista. Se la Campania vuole provare a rientrare tra le Regioni civili ha un’unica possibilità: il sistema Salerno. Con i suoi pregi ed i suoi difetti è un sistema che funziona da 20 anni. Buona qualità della vita, pulizia assolutamente all’avanguardia per una realtà meridionale, offerta culturale di rilievo, iniziative tipo “luci d’artista” che hanno rilevanza nazionale. Insomma la possibilità di valorizzare ciò che si ha. O si fa questo in Campana o continuerà ad essere la regione dei clan sia malavitosi che politici, ed a volte in sinergia tra loro.

  13. Io non falliro’ mai perché la fatica me la sono trovata da solo e me passo anche piuttosto bene.
    Mi sciacquo la bocca quando parlo e non ho bisogno di fare vassallaggio ne’ nella mia vita e neanche qua’ sopra.
    Pensa all’esatto contrario ed eccoti il tuo selfie.
    Preparati alla colletta quando il Tuo Padrone ne avrà bisogno perché bisognerà rimettercene veramente tanti.

  14. dimenticavo… Spendaccione a carico… I soldi che ti diamo usali per divertirti…non sprecarli per “fumarti de Luca” .
    Fa male e si vede!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.