Sindaco mostra le immagini di un cittadino indisciplinato, denunciato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
telecamere_videosorveglianzaMostra le immagini di un concittadino che getta rifiuti in strada e si becca una denuncia per violazione della privacy. Accade a Monte San Giacomo piccolo centro in provincia di Salerno. Protagonista della storia il sindaco del Comune Cilentano, Raffaele Accetta che, emulando l’ex sindaco di Salerno, mostra le immagini riprese da una telecamera del sistema di video sorveglianza del Comune per denunciare un cittadino indisciplinato. Quest’ultimo, però, stando a quanto scrive Il Mattino, oggi in edicola ha denunciato il sindaco per danno all’immagine. Il sindaco sarebbe accusato di «aver trattato in modo illecito dei dati personali». Una «violazione della privacy», insomma, tutta da verificare nelle sedi opportune. Il primo cittadino dovrà presentarsi al tribunale di Lagonegro di 13 ottobre prossimo per difendersi dalle accuse.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. E come dire che chi commette un illecito( SAPENDO DI COMMETTERLO) ha tutto il “diritto” di reclamare MA STIAMO SCHERZANDO!!!! SUBITO MULTA , AUMENTO DELLA TASSA DEI RIFIUTI DEL 100% E GOGNA MEDIATICA

  2. Non si tratta di violazione della privacy (alla quale nessuno può appellarsi per fatti avvenuti in un luogo pubblico), bensì di uso illegittimo dei dati sensibili di una persona (lo sono anche i filmati e le foto che ritraggono la persona) che un comune è legittimato a detenere e trattare ai fini della normativa vigente, ma non a divulgare a terzi che non siano l’autorità giudiziaria o di pubblica sicurezza.

  3. Forse è poco.
    Io gli taglierei anche una mano e vediamo se continua a fare il guappo cafone.

    Viciè piglia a curreia e miettilo nfaccia o’muro a cantare “Sogno California” come conregionale.

    Bravo il sindaco di MSG

  4. Bravo X12 sono d’accordo e mi rendo conto che finchè non saremo in tanti a pensarla così ,le cose in Italia non cambiereanno mai.

  5. LORO invece hanno i reati di abuso linguistisco , si fanno cambiare la legge severino, si fanno multare quando fa comodo per decadere e comunque hanno sempre ragione anche quando i figli,mogli e suoceri fanno parte del gioco, di qualunque partito sono ! il bello che ci hanno affamati e derubati,i nostri cari emigrano per trovare lavoro e ancora li votiamo come autentici stronzi !

  6. X Chiariscio:
    Ecco, bravo chiarisciti le idee e commenta la notizia !!!!!!
    Smettila, tu, i tuoi compari e commarelle, e commentate le notizie relative alle news in questione.
    Avete stancato, per usare un eufemismo, di usare qualsiasi argomento per attaccare De Luca.
    conosci la storia del ” AL LUPO AL LUPO” ????
    Ecco se non la conosci fattela raccontare

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.