Canottaggio: che forza l’atleta della Canottieri Irno Laura Schiavone alla TRIo!

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Laura_Schiavone_CanottaggioSette gare in tre giorni: questa la prova di forza cui  si sottopongono i più forti canottieri d’Italia in vista degli appuntamenti internazionali e con l’occhio che guarda alle Olimpiadi di Rio. Centocinquanta gli atleti coinvolti, fra cui quarantaquattro del gruppo olimpico: fra loro otto donne, fra queste Laura Schiavone, del Circolo Canottieri Irno. Si chiama TRio, rigorosamente con la R di Rio maiuscola, il trial svoltosi a Piediluco, che da qualche anno in qua mette alla prova il canottaggio italiano, per saggiare i migliori e decidere barche e equipaggi. Cosi’ l’ atleta del Circolo Canottieri Irno è stata provata fra venerdì e domenica su tre barche diverse: singolo, doppio e quattro di coppia.

Sette le gare disputate fra qualificazioni e finali. Questi i risultati: Schiavone e’ prima e terza in doppio senior con Sara Bertolasi, atleta della Canottieri Lario, prima e seconda in quattro di coppia: prima  con Bertolasi, Sara Magnaghi, Canottieri Moltrasio e Stefania Gobbi, Canottieri Padova,  seconda con Elsa Carparelli al posto della Gobbi,  terza e quarta in singolo, dove la precedono le compagne del primo  quadruplo. Ottimo risultato: Schiavone, campione del mondo 2005, e olimpionica a Pechino 2008, va avanti come un rullo compressore, nonostante un problema alla cervicale, che non l’ha fermata neppure con la pioggia e il freddo sul lago di Piediluco. Suo primo fan, l’allenatore Rosario Pappalardo: “Laura e’ fra le piu’ forti in italia”.

Nella tre giorni di Piediluco si e’ svolto anche il primo meeting nazionale della stagione, banco di prova per  Carmela Pappalardo, alla sua prima gara dopo quasi un anno di fermo.  Bloccata da un po’ di tempo da problemi a una spalla, Pappalardo,  in singolo senior, prima in batteria col miglior tempo, si e’ piazzata poi quarta in finale. Soddisfatto papa’ Rosario: “Bisognava verificare lo stato della spalla. Tutto bene. Ma certo quando abbiamo visto il miglior tempo in batteria abbiamo pensato che forse un terzo posto poteva starci. Ma va bene cosi’”. Fra i piu’ giovani, quarto posto in finale B per il doppio ragazzi femminile di Gaia Colasante e Martina Medugno e quinto posto in finale A per il quattro con ragazzi con Avagliano, Cammarota, Gagliardi, Roscigno, timoniere Amato.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.