Riciclaggio, Scarano torna libero ma dovrà restare in città

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
scarano_monsignore_1Torna in libertà, anche se con obbligo di dimora nella città di Salerno, Don Nunzio Scarano accusato di riciclaggio assieme ad altre 50 persone coinvolte a vario titolo nel processo che si sta svolgendo presso il Tribunale di Salerno.

Ieri i giudici della seconda sezione penale hanno revocato gli arresti domiciliari a carico di Scarano accogliendo la richiesta avanzata dall’avvocato Silverio Sica che ha presentato la richiesta di recova degli arresti allegando anche la relazione medica sullo stato di salute del prelato.

Richiesta accolta in quanto le esigenze cautelari si sono affievolite – come scrive Il Mattino oggi in edicola – in considerazione del fatto che il processo è iniziato. Confermato l’obbligo di dimora. Scarano non potrà allontanarsi da Salerno.

LA SODDISFAZIONE DEI LEGALI DI SCARANO ALL’ANSA. “Siamo contenti e soddisfatti per la decisione del Tribunale”. A dirlo il legale di monsignor Nunzio Scarano, l’avvocato Silverio Sica all’indomani della revoca dei domiciliari, di cui riferiscono organi di stampa. “Siamo felici – rimarca il legale – soprattutto in considerazione delle condizioni di salute di mons. Scarano che erano diventate sempre più precarie”.

Il 16 marzo scorso si era tenuta la settima udienza del processo a carico del prelato salernitano. In quell’occasione erano stati ascoltati i due sottufficiali di Polizia giudiziaria che hanno condotto le indagini, ovvero il maresciallo Acconcia e il maresciallo Sabatella. L’avvocato Sica aveva chiesto l’acquisizione di tutti i documenti e quindi di tutte le intercettazioni di tutti i procedimenti, compreso quello romano. Le altre difese, invece, avevano riservato l’eventuale consenso alla prossima udienza che si terrà il 13 aprile.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. c’è chi può ed i poveracci che non possono….ma se il tuo Dio esiste veramente,i conti li paghi da Lui.

  2. evidentemente se esiste ,il monsignore è il primo a non crederci, visto il suo comportamento.

  3. x loro la legge è più uguale. E poi in Italia esiste prima di tutto la legge vaticana! Tanto hanno sempre comandato loro! poi ci scandalizziamo se il fenomeno mafioso e la corruzione esiste in italia! subito da censurare!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.