Salerno: altalena per disabili al Parco Pinocchio presa d’assalto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
parco_pinocchio_altalena_disabili_2Sta riscuotendo già grande apprezzamento l’altalena per disabili installata all’interno del Parco Pinocchio a Salerno dall’amministrazione Comunale. A pochissimi giorni dalla sua inaugurazione tantissimi bambini normodotatiaccompagnati dai propri genitori hanno voluto provare il servizio messo a disposizione dal Comune.  Non sono mancati però i problemi che sono stati evidenziati dal Consigliere Comunale Luigi Bernabò dello svago che sulla sua pagina di Facebook ha spiegato che “l’altalena per bambini con “speciali abilità” è stata presa d’assalto da adulti e bambini non in carrozzella, i quali hanno mandato a quel paese il custode del Parco Pinocchio che li ha richiamati. È stato chiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Sarà difficile abbattere le barriere fisiche, finché esisteranno nelle persone limiti mentali e culturali. Sono avvilito, ma non mi fermo, quei “sorrisi” mi daranno la forza di andare avanti”.

Per Bernabò “si tratta di un fatto increscioso soprattutto perché ad esserne protagonisti sono stati degli adulti che non hanno mostrato alcun rispetto e sensibilità. Il nostro intento – spiega – è quello di dotare tutti i parchi salernitani di strutture come questa inaugurata domenica, ma non è detto che i privati che ci hanno aiutato in questa impresa (in un discorso di grande collaborazione con l’associazione “Mi girano le ruote” e l’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Salerno), un domani, vogliano rischiare nuovamente temendo un analogo epilogo. In questo caso, grande è stato il contributo della Nemesi Legal, azienda che offre consulenza lega con sede a Novara e con un distaccamento a Salerno.

La prossima volta gli investitori potrebbero scegliere Milano o altre realtà e non è giusto per quei bambini che verrebbero così privati di vivere questa gioia immensa. Domenica mattina – rimarca Bernabò – alcuni di loro sono saliti per la prima volta su un’altalena e noi vogliamo contribuire sempre di più a garantire il loro benessere. La struttura ha un logo che indica chiaramente chi sono i destinatari e quindi mi sembra improbabile che grandi e piccini non se ne siano accorti”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Cara Redazione , il mio commento , non pubblicato , credo non avesse caratteristiche offensive bensì solo amara consapevolezza . Allora lo ripropongo in altro modo : credo che la Campania , la mia regione di nascita e di residenza , sia una jattura per l’umanità intera a causa del malaffare , della corsa all’illecito arricchimento , della mentalità dei suoi abitanti e della cultura della sopraffazione !!!!

  2. Le mamme guardavano i figli romperla, che gente che vale 0, siete tutte persone da 4 soldi via capone , via irno , fratte , ecc ecc . Vi romperei i cellulari gente di niente…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.