Salerno: tutto pronto per l’apertura del tratto finale della Lungoirno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
Sottopasso_Lungoirno_Via_Vinciprova_20Non c’è solo il tratto finale della Lungoirno, nel futuro della zona di Via Vinciprova a Salerno. Qui c’è un intero comparto urbanistico pronto a maturare, con tanto di piano attuativo che potrebbe condurre, nell’arco di pochi anni, alla nascita di un quartiere ex novo con residenze, verde pubblico attrezzato ed un luogo di culto, la chiesa promessa dal Comune di Salerno quando fu demolita la vecchia cappella per far posto al nuovo asse stradale e al cantiere per la Cittadella Giudiziaria.

La rotatoria finale della Lungoirno è tracciata e tutto il tratto conclusivo è pronto per l’inaugurazione fissata, salvo imprevisti, a metà mese. La ditta che sta eseguendo i lavori è pronta a consegnare l’ultimo tratto della strada disegnata da Oriol Bohigas, ma non prima di aver sistemato lungo il sottopasso ferroviario che collega a Via Torrione i manufatti di arredo urbano che nasconderanno le parti in cemento armato che sostengono pareti e volta del tunnel. Fatto questo, la Lungoirno potrà dirsi completa, anche se da tempo la strada è tutta percorribile fino a via Vinciprova. La conclusione di questo ultimo cantiere dell’arteria, insieme a quello di via Pomponio Leto a Fratte, segna la chiusura dei lavori dopo sedici anni.

Fonte LIRATV.COM

La foto è di archivio rispetto all’attuale stato dei lavori

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. Secondo me non siamo un paese normale se per fare 3 km di strada ci sono voluti 16 anni e un sindaco decisionista.

  2. Grandissima opera … ma anche io , come il cittadino salernitano intervenuto prima di me , ho delle enormi perplessità circa un’arteria di questa portata resa però poco funzionale dalla strettoia di Via Eugenio Caterina . E’ mai possibile che non sia stato previsto un allargamento di quella strada , magari con una parziale copertura del fiume Irno ?

  3. la lungoirno non esite.
    c’è il collo di bottiglia di via eugenio caterina.
    Praticamente finisce a piazza montpellier, poi si entra in un vicolotrasformato in parcheggio in sosta vietata sul quale affacia un super mercato e una panetteria super frequentata dove i civilissimi avventori fermano tutto il traffico.

  4. ma era proprio necessario costruire due casermoni di condomini davanti il parco pinocchio. era una delle poche zone aperte… ma noi ci piace vivere in mezzo a colate di cemento di appartamenti vuoti. popolo di pecore

  5. Ci sono voluti ben 16 anni neanche fosse stato il traforo del Monte Bianco. I tempi lunghi servono per far lievitare i costi, come tutte le opere pubbliche….in Italia.
    Quindi l’emerito verrà a fare anche questo taglio del nastro, sicuramente li farà lavorare giorno e notte affinché finiscano prima delle elezioni regionali….
    x asd, la chiesta già c’era e il suolo era di proprietà della Chiesa di San Giuseppe di Via Bottiglieri, è stata abbattuta ben 16 anni fa per la costruzione del famoso tunnel della Manica, attualmente è situata in un negozio di Via Margotta.
    La storia di Salerno la conosce bene, ricorda almeno che lì c’era il vecchio mercato ortofrutticolo?

  6. 16 anni! io non ci credo che sarà ultimata…una ennessima pagliacciata italica e in particolare salernitana.

  7. Notizie di regime….come la testata…vergognatevi..16 anni per una strada che non serve ad un c…..

  8. Quante storie. Era meglio avere il mercato in quella zona?? Con camion e furgoni che andavano e venivano? È mai possibile che non si sia mai contenti? Adesso c’è e la sfruttiamo. Per i signori del benaltrismo, dico semplicemente che è facile criticare, ma molto difficile fare, in questo paese pieno di regole inutili e dannose.

  9. RTA TU STATT ZITT CHE NU CAPISCI NIENTE,TUTTO QUELLO CHE SUCCEDE A SALERNO NONVA BENE NIENTE ,PERCHE IL SINDACO SI CHIAMA DE LUCA,MA PERCHE NON TE NE VAI SE NON AMI QUESTA CITTA, I NAPOLETANI SONO ORGOGLIOSI DI VIVERE AL PALLONETTO ,INT I QUARTIERI, DOVE CI STA A MUNNEZZA E IO LI APPREZZO ,NAPOLI E’ LA LORO CITTA’ TU INVECE FAI A QUAQUARAQA’ QUANDO NAT SCEM SCRIVE E PARLA MALE DI SALERNO.

  10. X salernitano doc originale, credo che chi deve tacere è proprio lei, che dice un sacco di cialtronerie pur di difendere emerito.
    Mi sono convinta di una cosa che sia proprio lei De Luca o qualcuno molto vicino, visto come lo difende!

  11. In perfetto stile deluchiano…dopo tre inaugurazioni farlocche ecco quella definitiva…ovviamente in concomitanza con le elezioni regionali…Hahahahahahahaha…per la cronaca caldoro trionferà di nuovo…

  12. ma di quale anno e di quale mese stiamo parlando ??? ahahhahaha è ancora tutto un cantiere e la metà del mese è passata

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.