Rischio Vesuvio, protezione civile ai Sindaci: “Attenzione ai carichi da cenere”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
vesuvioUna missiva ai sindaci della zona rossa e della zona gialla del Vesuvio è stata inviata dalla Protezione civile della Campania per chiedere alle amministrazioni di valutare con attenzione gli effetti strutturali che potrebbero derivare dai carichi da cenere in caso di eruzione del Vesuvio sia nella zona rossa che nella zona gialla, tenendo conto delle linee guida approvate dalla Giunta regionale il 9 febbraio scorso.

La necessità è emersa per fare in modo che i Comuni interessati si dotino di un valido strumento che porti ad adeguare gradualmente gli immobili rendendoli in grado di resistere ai carichi da cenere. Inserendo infatti le Linee Guida nei piani di emergenza che i Comuni stanno sviluppando con fondi regionali di protezione civile e inserendole nei piani urbanistici si potrebbe intervenire nell’adeguamento delle costruzioni esistenti e sulle nuove costruzioni.

Ai sindaci si segnala che, in coordinamento con il Dipartimento nazionale di Protezione civile, si è valutato il valore di un carico che probabilisticamente sia omogeneo con le norme tecniche sulle costruzioni; in particolare si è scelto il carico da cenere che ha probabilità del 10% di superamento nel corso dell’eruzione subpliniana di scenario, considerando il massimo valore in ciascun comune che si é ricavato dagli studi dell’INGV; nella valutazione del massimo sono escluse le zone Sic e Zps.

Il carico a secco della cenere va opportunamente incrementato in caso di pioggia e vanno utilizzate le stesse regole del calcolo delle azioni da neve. Quindi il carico indicato vale per le coperture piane, mentre diminuzioni del carico si hanno all’aumentare della pendenza del tetto.

 

Si allega il carico massimo per Comune/Quartiere per probabilità di superamento del 10%.

Carico Max. per Comune/Municipalità per probabilità di superamento del 10%
CIPC C.10% (Kg/mq) nome CIPC C.10% (Kg/mq) nome
63003 200 AGEROLA 65088 400 PAGANI
65007 500 ANGRI 64068 300 PAGO DEL VALLO DI LAURO
64007 200 AVELLA 63052 600 PALMA CAMPANIA
64010 200 BAIANO 63054 300 PIMONTE
63008 1000 BOSCOREALE 63055 700 POGGIOMARINO
63009 1100 BOSCOTRECASE 63056 600 POLLENA TROCCHIA
65016 300 BRACIGLIANO 63057 200 POMIGLIANO D’ARCO
63010 200 BRUSCIANO 63058 800 POMPEI
63013 200 CAMPOSANO 63059 300 PORTICI
63015 400 CARBONARA DI NOLA 65100 200 POSITANO
63017 100 CASALNUOVO DI NAPOLI 64077 400 QUINDICI
63018 200 CASAMARCIANO 65104 200 RAVELLO
63022 400 CASOLA DI NAPOLI 65108 300 ROCCAPIEMONTE
65034 300 CASTEL SAN GIORGIO 63066 600 SAN GENNARO VESUVIANO
63024 600 CASTELLAMMARE DI STABIA 63067 200 SAN GIORGIO A CREMANO
63025 200 CASTELLO DI CISTERNA 63068 1000 SAN GIUSEPPE VESUVIANO
65037 200 CAVA DE’ TIRRENI 65122 500 SAN MARZANO SUL SARNO
63026 200 CERCOLA 63069 300 SAN PAOLO BEL SITO
63028 200 CIMITILE 63070 400 SAN SEBASTIANO AL VESUVIO
63029 200 COMIZIANO 65132 500 SAN VALENTINO TORIO
65047 300 CORBARA 63075 200 SAN VITALIANO
64031 400 DOMICELLA 63072 600 SANT’ANASTASIA
63064 800 ERCOLANO 63074 500 SANT’ANTONIO ABATE
64034 200 FORINO 65130 500 SANT’EGIDIO DEL MONTE ALBINO
63035 400 GRAGNANO 63090 500 SANTA MARIA LA CARITA’
64043 400 LAURO 65135 500 SARNO
63039 400 LETTERE 63076 500 SAVIANO
63040 400 LIVERI 65137 700 SCAFATI
63042 200 MARIGLIANELLA 65138 200 SCALA
63043 300 MARIGLIANO 63077 400 SCISCIANO
64047 400 MARZANO DI NOLA 65142 300 SIANO
63092 600 MASSA DI SOMMA 63079 800 SOMMA VESUVIANA
65067 200 MERCATO SAN SEVERINO 64103 200 SPERONE
63046 100 META 63081 600 STRIANO
64054 200 MONTEFORTE IRPINO 64106 300 TAURANO
64064 300 MOSCHIANO 63082 1100 TERZIGNO
64065 200 MUGNANO DEL CARDINALE 63083 900 TORRE ANNUNZIATA
100 NAPOLI – BARRA 63084 1200 TORRE DEL GRECO
100 NAPOLI – PONTICELLI 65151 300 TRAMONTI
100 NAPOLI – S.GIOVANNI A TEDUCCIO 63091 1100 TRECASE
65078 400 NOCERA INFERIORE 63085 200 TUFINO
65079 300 NOCERA SUPERIORE 63086 300 VICO EQUENSE
63050 600 NOLA 63088 300 VISCIANO
63051 900 OTTAVIANO 63089 100 VOLLA
NOTE
FONTE DATI
DPC: Documento “Scenari eruttivi e livelli di allerta per il Vesuvio” realizzato dal Gruppo di Lavoro “Scenari e livelli di allerta” della “Commissione Nazionale per l’aggiornamento del Piano d’emergenza dell’Area Vesuviana”
INGV: Relazione sullo “Studio statistico della dispersione delle ceneri vulcaniche in caso di riattivazione del Vesuvio” realizzata nell’ambito dell’Accordo Quadro tra il DPC e l’INGV (decennio 2012-2021)
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.