Salernitana-Casertana: precedenti. Nel ’90 i falchetti dei record fermati 2-2

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
curva_sud_vestutiUn pò come Juventus-Inter in serie A, con le dovute proporzioni, ma Salernitana-Casertana si merita in Lega-Pro (ex C1/B) il ruolo della classica. La vecchia signora della C, la Salernitana, da tutti definita come la Juve delle terza serie, in un derby sentito sabato con i falchetti da generazioni. Nella vecchia C1 le sfide epiche erano in ordine con Cavese e Nocerina, seguite proprio dalla partita con la Casertana. Quando poi l’era Aliberti riportò la Salernitana in B, la rivalità si spostò verso Avellino e dopo l’anno di A la competizione virò verso la capo-regione Napoli. Salernitana e Casertana sabato si affronteranno per la ventisettesima volta a Salerno in una gara valevole per il campionato. Il pareggio è stato il risultato più prevalente a Salerno (ben 14) mentre 11 sono le vittorie granata contro l’unica dei rossoblu datata 1964/65 vinta al Vestuti 1-2.

L’ultima affermazione della Salernitana, risale invece al torneo 1983/84: 2-0 firmato da Cavestro e Zaccaro. Nel 92-93 la prima e unica sfida all’Arechi e ultimo incontro con i falchetti: 2-2 con pareggio finale rossoblu al 92’ di Fermanelli. Ma la sfida di sabato ricorda molto la sfida della Salernitana di Di Bartolomei e patron Soglia vincitrice del campionato 89-90 che ricevette la Casertana dei record al Vestuti proveniente da 11 vittorie consecutive e che proprio a Salerno interruppe la propria rincorsa alla vetta granata impattando 2-2. Il Vestuti era pieno quella domenica in ogni ordine di posto e gli attesi 500 tifosi ospiti non riuscirono ad entrare all’impianto di piazza Casalbore perché il clima teso di guerriglia all’esterno fece propendere alle forze dell’ordine di far fare dietro front ai pullman che tornarono a Caserta. Notevoli le polemiche nella settimana successiva, ad opera del presidente rossoblù di allora Coccaro che parlò di un vero e proprio agguato. Per la cronaca sportiva il match finì come detto 2-2 con gol di Di Bartolomei (rig.) al 39′ , pareggio di Campilongo al 47′ , Di Battista vantaggio granata al 69′ , e pari finale di Solfrini al 76′.

Già Campilongo, proprio attuale trainer dei falchetti (che poi giocò anche a Salerno nella Salernitana di Tobia qualche anno dopo). In quella Casertana giocava in coppia con Sasà anche un certo Ravanelli. Sabato ritorna la classica: stavolta ci auguriamo che i tifosi casertani saranno sulle gradinate per giocarsi anche loro il derby con tanto di civiltà insieme alla torcida granata. Che prevarranno solo cori e sfottò. Per il risultato..che vinca il migliore!

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.