Si accascia al suolo mentre gioca a calcetto, 38enne salvato dalla Croce Bianca

Stampa
croce_bianca_SalernoHa rischiato di morire un 38enne salernitano colpito da infarto mentre stava giocando con gli amici a San Mango una partita di calcetto. Un forte dolore al petto e poi il malore che lo ha fatto accasciare al suolo. Momenti drammatici ieri sera, poco dopo le 22 fino a quando non è arrivata sul posto l’Ambulanza di Tipo A della Croce Bianca che ha effettuato tutte le manovre necessarie per salvare la vita al 38enne.

Il dottor Caccavale con l’infermiera Annamaria Genovese e l’autista Giuseppe Fortino in pochissimi secondi hanno effettuato le manovre rianimatorie. Il paziente è stato intubato, massaggiato ed è stato possibile salvarlo. Ora il 38enne è in coma farmacologico in rianimazione al Ruggi.

3 Commenti

Clicca qui per commentare

  • Articolo per niente veritiero, ero presente anche io sul posto ma nel campo ad 11 e l’ambulanza ha impiegato più di 20 minuti per arrivare sul campo.
    I veri eroi di ieri sera hanno nome e cognome e sono Davide Minelli, Lucio Liambo e in particolare Nunzio D’avino(un infermiere presente sul campo) che ha effettuato tutte le manovre necessarie per rianimarlo.

  • I veri eroi sono stati gli amici che per 45 minuti hanno fatto di tutto per tenerlo in vita.Su tutti Nunzio D’Avino,Davide Minelli e Lucio di cui non conosco il cognome.L’ambulanza in forte ritardo ha sbagliato anche strada per arrivare al centro sportivo

  • Spero di essere obbiettivo dicendo che ognuno ha avuto il suo ruolo durante le varie fasi del soccorso anche in base alla propria qualifica e relative attrezzature disponibili.Certo è che se entro 4/6minuti Non si fosse fatto nulla o male il risultato finale dei sanitari sia in fase intra che extra ospedaliera sarebbe risultato vano!! Un plauso particolare va quindi ai compagni di gioço che con grande prontezza ed efficacia hanno praticato le prime e fondamentali procedure di bls. Solo il loro pronto intervento in attesa del 118 ha potuto far si che la fase rianimatoria avanzata potesse avere il successo che ha avuto.la catena della sopravvivenza insegna proprio questo!!!
    Dott.lo parso anestesista rianimatore istruttore di blsd

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.