Disabili, Caldoro: «Da Regione 25 milioni in più in 3 anni»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Caldoro_Campania “Accuse false, falsissime”. Il governatore Stefano Caldoro risponde così all’annuncio – firmato da alcune associazioni delle strutture di riabilitazione – di 3500 licenziamenti e decine di migliaia di trattamenti interrotti “per colpa della Regione Campania”. “Come Regione – ribatte Caldoro – abbiamo dato al settore della disabilità oltre 25 milioni di euro in più in tre anni.

Anzi, è l’unico settore al quale abbiamo dato più risorse. Chi non fa ciò che deve sono spesso i Comuni, compreso quello di Salerno, che non riescono a finanziare ciò che compete loro. Per noi invece la disabilità è sempre stato un tema centrale, ed è l’unico fondo che non è stato ridotto ma anzi incrementato”.

Si potrebbero commissariare gli inadempienti? “I piani d’ambito vengono commissariati e noi abbiamo una vigilanza assidua sulle strutture. Ma non possiamo prendere le risorse dal bilancio dei Comuni, se non le hanno o non le vogliono dare. Li possiamo responsabilizzare, ma nel frattempo la Regione si è già mossa mettendo in campo 25 milioni in più. Chi si lamenta sono gli imprenditori della sanità che allarmano le famiglie, ed è una cosa che non si deve fare”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Mò i soldi ce li puoi mandare?! In cinque anni abbiamo dovuto penare per avere qualche aiuto. Vattene IMBROGLIONE. Vuoi arrabattare all’ultimo minuto?! Se siamo furbi e abbiamo uno scatto di orgoglio, per te è finita, ti cacciamo via

  2. Caro PINOCCHIO, pardon, CALDORO, dimostri carte alla mano quello che afferma ai giornali ed alle TV.
    Solo così sarà credibile… Altrimenti chi ha ragione del mal tolto sono solo i cittadini.
    E poi, perché i Comuni dovrebbero tirar fuori i soldi per i servizi sociali mentre la Regione no?
    Perché invece di tassare i cittadini dei Comuni, non si tagliano i benefits di consiglieri ed assessori regionali e non si sopprimere i carrozzone delle province?

  3. Ma questo maggiordomo ha capito che e’ presidente della regione Campania da 5 anni e non da un mese??? SCETETE CARULI’ CHE L’ARIA E’ DOCE

  4. Sembra un comune venditore ambulante che pur di “piazzare” la sua merce incomincia proporla a prezzi sempre più convenienti: a questo prezzo vi dò, i piatti, i bicchieri, le posate e aggiungo pure l’aspirapolvere, per pulire il pavimento dopo pranzo.
    Per cinque anni ci ha ignorati (soprattutto i salernitani e provincia annessa) e adesso ci vuole comprare!!!!!
    SALERNITANI CERCHIAMO DI AVERE UNO SCATTO DI ORGOGLIO potrebbe essere veramente l’inizio di una nuova “era” più pulita.
    Votiamo chi veramente, ha commesso sicuramente degli errori, ma HA LAVORATOOOOOOO per noi. Riflettiamo tutti………..
    CHE RIDICOLI, I NOSTRI POLITICI FANNO SOLO SHOW

  5. Non capisco perché continuate a credere chi per vent’anni ha mentito e fatto a Salerno quello che voleva senza dar conto a nessuno del proprio operato, e a definire bugiardo chi in 5 anni a rimesso in sesto i conti di una regione portata al fallimento da Bassolino e chi ha speculato per anni sui fondi che lo stato stanziava a favore della cassa per il mezzogiorno per il sud.
    De Mita che oggi appoggia De Luca sicuramente é ben informato e speculato come tutti i politici di allora, sulla fine che facevano quei fondi per il sud.
    Caldoro ha detto che in tre anni ha dato alle amministrazioni locali ben 25 milioni di euro per i disabili, ora bisognerebbe capire che uso hanno fatto di questi soldi i comuni.
    É un diritto dei cittadini saper questi fondi che fine hanno fatto, credo che qualcuno ne dovrebbe rispondere.
    Prima di attaccare penso che sia il caso di verificare quello che dice Caldoro.
    Se mente si saprá e ne risponderá, perché sono soldi pubblici.

  6. VERGOGNATI….. Ora offendi lavoratori,disabili, e le loro famiglie, stai promettendo soldi a tutti per farti una campagna elettorale ridicola, 25 milioni,che strunzata,per 5 anni non hai cacciato una lira,lavoratori per mesi senza stipendio, centri chiusi e se funzionavano era solo la coscienza dei lavoratori ad aiutare gli ammalati.Stai prendendo per i fondelli tutta la povera gente ,forestali trasporti,sanità,gente che si è fatto i debiti per campare e qualcuno si pure ucciso per colpa della tua sciagurata gestione,oggi per racimolare voti fai il gradasso,ma i campani non ti credono più,puoi portare anche il PAPA a Napoli,ma rimmarrai sempre un buono a nulla, stai sfruttattando un potere che non ti appartienerà più,cerca di non farti debiti con la bocca,perchè non vai tra la gente e dici cosa hai fatto in 5 anni..NIENTE..TI DEVI SOLO VERGOGNARE.

  7. ai disabili, la regione ha dato 25 ML€ in 3 anni?

    Si, 1000 euro il primo, 1000 euro il secondo, 1000 euro il terzo e qualche milione adesso, per comprare i voti prima delle elezioni.

    Stefanuccio pinocchietto.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.