Lega Navale Italiana e Fondazione Vassallo insieme per la pulizia dei fondali marini

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
angelo_vassalloIl primo progetto che la Fondazione Vassallo, nata in memoria del Sindaco Pescatore, ha avviato era quello a cui Angelo Vassallo teneva di più: il progetto di pulizia dei fondali marini. Era il 20 novembre 2010 e i primi ad impegnarsi per la regolare pulizia dei fondali marini erano proprio i pescatori. Un’iniziativa per la quale ogni peschereccio riceve in dotazione i contenitori ove depositare bottiglie di vetro, plastica, lattine di alluminio e quant’altro solitamente si impiglia nelle reti. Tutto il materiale recuperato viene poi consegnato agli operatori ecologici del Comune e in seguito conferito, già differenziato, in discarica. Questo progetto, negli anni, ha conosciuto numerosi sviluppi: dalla proposta di legge, firmata insieme a Gianni Pittella e presentata alla Commissione Pesca, all’adesione del comune di Cetraro, dalla petizione, sia cartacea che online, alle adesioni e al supporto dei comuni di Anzola dell’Emilia, Forte dei Marmi e Fiumicino, fino all’emendamento dell’on. Oreste Pastorelli, della cui approvazione abbiamo avuto notizia il 4 settembre 2014.
“La Lega Navale Italiana di Salerno – raccontano gli organizzatori dell’incontro – non può che sposare questo progetto e farsi parte attiva per la sua efficace ed autentica implementazione. Venerdì 22 maggio, con un incontro alle 19 presso la nostra sezione, avremo l’onore di ospitare il presidente della Fondazione, nonché fratello del coraggioso Sindaco Angelo Vassallo. Insieme porremo le basi per l’avvio di un progetto importante per il nostro presente e per il futuro dei nostri figli.”
“Il nostro progetto – racconta Dario Vassallo, presidente della Fondazione Vassallo – continua e venerdì racconteremo tutte le sue tappe fino a qui, dall’impegno dei pescatori all’emendamento che è stato approvato lo scorso settembre. Già poche settimane fa abbiamo raccolto la testimonianza dei protagonisti del progetto, i pescatori cilentani. Da ciò che ci hanno raccontato, nel tratto che abitualmente ripuliscono durante la loro attività di pesca il lavoro di questi anni comincia a dare i suoi risultati: a terra hanno riportato tonnellate di rifiuti tra bottiglie di plastica (anche molto vecchie perché probabilmente provengono dai fiumi), lattine, vetro, addirittura materassi di gomma piuma, per una media di 50-60 kg per ogni uscita. Quando non c’è vento, raccolgono anche i piccoli frammenti di plastica, i più pericolosi per gli abitanti del mare perché non si dissolvono del tutto, si assottigliano e rientrano nella catena alimentare. Come ci hanno spiegato i pescatori, se tutti si impegnassero in questo progetto sicuramente sarebbe una gran bella cosa e potrebbe incidere anche sul pescato.”
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.